Kevin Lomónaco: talento argentino classe 2002

INFORMAZIONI: Kevin Lomónaco

Nome: Kevin Lomónaco
Ruolo: Difensore centrale, terzino destro
Data di nascita: 08/01/2002
Altezza: 192 cm
Piede: Destro

Kevin Lomónaco

La selezione Albiceleste Under 17 è al momento prima nella fase “hexagonal” del Torneo Sudamericano Sub-17: gli argentini oltre a mettere in luce la grande classe di Matias Palacios, hanno anche posto sotto i riflettori la solidità e la fisicità dei difensori centrali.

Tra i vari prospetti del pacchetto arretrato, una menzione speciale la merita Kevin Lomónaco, il giovane talento del Lanús (il club maggiormente rappresentato nella rosa di Pablo Aimar con ben 5 elementi), si è diviso tra la posizione di terzino destro e quella di centrale, la sua preferita, compiendo solo un grosso errore in occasione della partita con l’Uruguay.

Il prospetto “Granate” in questa stagione ha fatto un salto triplo, passando dalla “septima” fino alla prima squadra guidata dal tecnico Luis Zubeldía.

Il presidente del Lanús, Nicolás Russo, sta già gongolando, in quanto alcuni dei suoi talenti più interessanti sono finiti nel mirino di club europei e, tra questi figura anche il difensore classe 2002.

Infatti, nei giorni scorsi, il suo agente, Lorenzo De Santis, ha dichiarato (a PassioneInter.com) che oltre a Pedro De La Vega (paragonato dal procuratore a Federico Chiesa), l’Inter è molto interessata anche a Kevin Lomónaco.

Un’operazione complessa che dovrebbe chiudersi a 16 milioni di dollari per l’esterno offensivo, ma alla quale potrebbero essere aggiunti altri soldi in caso di arrivo anche dell’Under 17 argentino.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Kevin Lomónaco è un difensore dotato di un fisico imponente, superiore al metro e novanta e in possesso di un discreto passo (nonostante le lunghe leve), che gli consente di adattarsi al ruolo di terzino destro in casi di emergenza.

Duro in marcatura, Kevin sa essere abile anche in fase d’impostazione, soprattutto sfruttando il suo lancio lungo, risultando così un centrale abbastanza completo.

Bravo nel gioco aereo, energico nei tackle, tende talvolta a strafare quando cerca l’azione personale in uscita dalla propria area di rigore.

Proprio gigioneggiando con la palla e tenendola eccessivamente, il centrale dell’Under 17 argentina ha perso un pallone “sanguinoso”, che ha permesso all’Uruguay di segnare un gol nella fase a gironi.

Normalmente attento negli anticipi, fa valere la sua straripante fisicità nei duelli corpo a corpo e, quando viene superato, non esita a fare fallo.

E’ un elemento di personalità, lo si è notato bene anche quando è stato utilizzato da terzino destro, infatti, pur non essendo nella sua posizione preferita, non ha esitato a farsi trovare pronto quando c’era da spingersi in avanti.

Tatticamente il suo ruolo è quello di centrale di destra di una difesa a 4 ma, come già detto, ha anche agito da terzino in un pacchetto arretrato a 4.

Analisi finale

Punti di forza: Forza fisica, gioco aereo, versatilità, capacità aerobiche, progressione palla al piede, tecnica.
Punti di debolezza: Deve rischiare meno in fase d’impostazione.
A chi assomiglia: Gianluca Mancini
Valutazione: 3,5/5

(Fonte Foto: www.diariodemocracia.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *