Keke Topp: talento tedesco classe 2004

INFORMAZIONI: Keke Topp

Nome: Keke Maximilian Topp
Ruolo: Punta centrale
Data di nascita: 25/03/2004
Altezza: 185 cm.
Piede: Destro

Keke Topp

Negli ultimi anni Keke Topp, centravanti classe 2004 del Werder Brema, si è sempre dimostrato una punta centrale dal gol facile, un bomber in grado di andare costantemente in doppia cifra. Il Werder sta già pensando di portarlo presto tra “i grandi” e, dopo aver ottenuto il diploma di maturità, si è da poco trasferito al collegio del club.

Il sedicenne di Gnarrenburg (dove ha iniziato a giocare a calcio nel TSV) ha segnato 17 gol nel campionato regionale (prima della pandemia è stato anche aggregato sotto età alla squadra U17, ma non ha giocato) confermando le sue straordinarie capacità realizzative messe in mostra anche negli anni passati. “Con Keke, si capiva subito che era un giocatore molto speciale. Aveva già una tecnica di tiro straordinaria quando era giovane, ed era anche assolutamente pazzo per il calcio e aveva sempre un pallone con sé”, ricorda l’ex allenatore giovanile di Topp, Peter Schlesselmann, ricordando i suoi inizi al TSV Gnarrenburg. (tratto da weser-kurier.de)

Nel suo pur breve percorso professionale, Keke è stato sicuramente facilitato dalla sua stazza considerevole (185 cm.) che l’ha reso costantemente uno dei ragazzi più strutturati dei diversi gruppi. Ma è stata la grande ambizione il motore dei suoi successi, che l’ha sempre aiutato a raggiungere i suoi alti traguardi. “Certo che voglio diventare un calciatore professionista! Altrimenti questo sforzo non sarebbe stato fatto”, ha dichiarato Topp a weser-kurier.de. Questo sforzo è stato intenso per anni: dal 2013 lo studente viaggia fino a quattro volte alla settimana in treno da Oldenbüttel a Brema per allenarsi o giocare. Non c’è molto tempo per altri hobby:

“Dopo la scuola, si studiava o si riposava e poi spesso ci si allenava. Senza il sostegno dei miei genitori, questo non sarebbe stato possibile”, dice Topp a proposito della sua vita quotidiana. Quando ha un po’ di tempo libero, lo trascorre con gli amici (ama il kebab) o passa del tempo con il suo cane Cleo (ha una grandissima passione per i cani).

Fino a qualche mese fa, di tanto in tanto, visitava anche gli allenamenti dei suoi vecchi compagni di squadra a Gnarrenburg e dava qualche calcio ad un pallone insieme a loro. “Posso contare totalmente sul mio ambiente vicino”, ha detto Topp che, come modelli di riferimento ha Harry Kane e Cristiano Ronaldo.

Lo scorso settembre, Topp ha anche realizzato il sogno che probabilmente ogni calciatore locale ha da bambino: ha segnato un gol per la nazionale tedesca. Nella vittoria in 2 a 1 contro l’U16 austriaca, è riuscito a segnare il gol del pareggio davanti a più di 2000 spettatori nello stadio di Rotenburg. “Questo è stato di gran lunga il punto culminante della mia carriera fino ad ora. Segnare con la maglia del tuo paese e poi farlo in una partita in casa.”

Caratteristiche tecniche e tattiche

“E’ molto preciso in fase di finalizzazione, ha una buona fisicità e sa come e dove un attaccante deve muoversi. La strada verso il professionismo non sarà ovviamente facile, ma se dovesse migliorare i suoi punti deboli, ha certamente tutte le buone premesse per approdare nel calcio professionistico”, ha dichiarato il suo tecnico Frank Bender. (tratto da weser-kurier.de)

Secondo i suoi allenatori, deve ancora lavorare sulla sua atleticità e sulla velocità, e anche rimanere più con la testa nella partita, sia Bender che il giocatore stesso sono consci di avere ancora un certo margine di miglioramento.

Keke Topp è una punta d’area di rigore, un giocate dotato di uno spiccato senso del gol e di una notevole abilità nello smarcamento.

Abile nel gioco aereo, solido nei duelli spalla a spalla, è un giocatore che sa farsi rispettare nei contrasti, ma che deve migliorare nel dinamismo e nella rapidità.

Ha una forte personalità, è ambizioso e determinato ma può essere più continuo nell’arco della partita.

Tatticamente il suo ruolo è quello di classico centravanti d’area di rigore.

Analisi finale

Punti di forza: Senso del gol, gioco aereo, smarcamento, fisicità, tecnica, personalità.
Punti di debolezza: Ha ancora ulteriori margini di crescita fisici. Può migliorare nella rapidità e nel dinamismo.
A chi somiglia: Mauro Icardi
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: amanterfid.masholdings.com)

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *