Kaique Rocha: talento brasiliano classe 2001

INFORMAZIONI: Kaique Rocha

Nome: Kaique Rocha Lima
Ruolo: Difensore centrale
Data di nascita: 28/02/2001
Altezza: 195 cm.
Piede: Destro

Kaique Rocha

Kaique Rocha è stato il colpo “last minute” della Sampdoria: seguito da tempo dagli osservatori blucerchiati (su di lui c’era anche l’Inter), il passaggio del giovane centrale difensivo ex Santos si è concretizzato solo ieri.

Già qualche mese fa, la trattativa con la Doria si era arenata sorprendentemente, addirittura dopo che il calciatore aveva già sostenuto le visite mediche a Genova, a causa delle esose richieste economiche da parte del team santista.

Infatti, la Sampdoria non era disposta a pagare i 3 milioni voluti dal “Peixe” per il cartellino del difensore verdeoro, specialmente considerando il fatto che il contratto del ragazzo era in scadenza a febbraio 2020.

Nato a Taboão da Serra il 28 febbraio del 2001 e cresciuto nel florido settore giovanile del Santos (dall’età di 14 anni), Kaique Rocha è nel giro della prima squadra dal novembre dello scorso anno, anche se non ha mai avuto la possibilità di debuttare (pur essendo stato chiamato per le selezioni giovanili nazionali brasiliane).

E’ stato l’allenatore Cuca a portarlo per la prima volta in panchina, in occasione della partita contro la Chapecoense nel novembre del 2018.

“È stata senza dubbio la notizia più attesa per me quest’anno. Non appena ho finito la Copa São Paulo come titolare, quando avevo solo 17 anni, ho lavorato duramente e ho vissuto aspettando ogni giorno questa opportunità. Essere tra i professionisti accanto ai grandi giocatori del Santos è un sogno diventato realtà. E ora darò il mio meglio per imparare, evolvere, trovare il mio spazio e perseguire i miei prossimi obiettivi “, aveva dichiarato Kaique a Gazeta Esportiva.

“Kaique ha il comando, la leadership, è grande e non lento. È un ragazzo su cui si può lavorare bene”, ha detto l’allenatore Cuca durante una conferenza stampa.

“È arrivato al club 2014 e ha fatto parte del team che è diventato campione di San Paolo in quell’anno. Ha avuto un continuo miglioramento e una costante evoluzione. È un atleta di buon livello tecnico, tattico ed emotivo. E’ bravo nella marcatura e sa farsi apprezzare dal gruppo. Siamo molto felici per lui che si sia integrato tra i professionisti, acquisendo una maturità che sarà estremamente importante. Siamo stati felici di lanciare un altro Menino da Vila”, aveva affermato Luciano Santos, ex tecnico dell’under 17 e assistente nell’Under 20. (tratto da gazetaesportiva.com)

Caratteristiche tecniche e tattiche

Kaique Rocha è un difensore centrale dotato di un fisico longilineo e molto slanciato (è alto ben 195 cm.), una qualità che gli consente di essere imbattibile nel gioco aereo e molto pericoloso nelle sue proiezioni offensive in occasione dei calci piazzati.

Bravo tecnicamente, energico nel tackle e nella marcatura, considerando la stazza Kaique non è neanche così lento.

Inoltre, ha un buon senso della posizione e un notevole “timing” negli interventi.

Come molti centrali difensivi brasiliani, Kaique sa impostare bene il gioco, è preciso nei passaggi sia lunghi che corti e si proietta spesso in avanti fungendo da centrocampista aggiunto.

Ha un discreto senso dell’anticipo ed è molto difficile da superare nell’uno contro uno, essendo abbastanza veloce, determinato e, soprattutto, molto “ingombrante” fisicamente.

E’ un difensore molto sicuro di sé, che sa trasferire grande tranquillità all’intero pacchetto arretrato.

Caratterialmente è molto grintoso, non toglie mai la gamba, risultando in certe occasioni un po’ troppo ruvido negli interventi. Ha una spiccata personalità, è un leader e, non a caso, nelle squadre giovanili del Santos è stato anche capitano.

Fisicamente deve ulteriormente rinforzare con qualche muscolo in più la parte alta del suo corpo, in modo tale da essere ancora più efficace nei duelli spalla a spalla.

Tatticamente, pur essendo destro, ha spesso agito da centrale sinistro di una difesa a 4.

Analisi finale

Punti di forza: Senso della posizione, tecnica, gioco aereo, tackle, passaggi, velocità, senso dell’anticipo, personalità.
Punti di debolezza: Può rafforzarsi fisicamente ed essere meno irruento.
A chi assomiglia: Antonio Carlos Zago
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: www.sampnews24.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *