Kacper Kozlowski: talento polacco classe 2003

INFORMAZIONI: Kacper Kozlowski

Nome: Kacper Kozlowski
Ruolo: Mezzala sinistra, centrocampista centrale
Data di nascita: 16/10/2003
Altezza: 177 cm.
Piede: Entrambi

Kacper Kozlowski

Kacper Kozlowski è uno dei talenti polacchi più interessanti del momento, il centrocampista centrale del Pogon Szczecin è già nel giro della prima squadra da qualche mese, avendo esordito tra “i grandi” il 19 maggio dello scorso anno.

Il nazionale polacco Under 17, che ha messo a segno 6 gol in 17 presenze, è da tempo considerato uno dei migliori prospetti locali, già dal 2013, quando era tra le file del Bałtyk Koszalin, società che gli ha permesso di vincere titolo di capocannoniere del Rewalandia, manifestazione invernale in cui si sfidano le migliori Academy del Paese.

Proprio in occasione di questa importante manifestazione giovanile, Kacper viene scoperto dagli osservatori del Pogoń Szczecin, che lo fanno ingaggiare nel luglio del 2016.

In realtà il giovane centrocampista non era un “Carneade” negli ambenti del calcio giovanile nazionale, avendo fatto in precedenza un raduno con la Letnia Akademia Młodych Orłów, un evento dedicato ai prospetti più promettenti del calcio locale, sotto l’occhio vigile dei formatori federali della PZPN.

Conseguentemente ha debuttato con l’U14 del CT Bartłomieja Zalewski, che ha fatto da precursore ai tecnici dell’Under 15 e dell’attuale Under 17.

Già dai tempi del Bałtyk Koszalin, il talento nativo di Koszalin (una città polacca situata nel voivodato della Pomerania Occidentale), Kacper Kozlowski aveva messo in luce il suo ottimo rapporto con il gol, realizzando 26 reti in 20 incontri da sotto età.

Il trasferimento al Pogon Szczecin ha comportato per Kacper un cambiamento importante, il passaggio da giocatore di calcio a 5 a quello di interno di centrocampo di calcio a 11. Kozlowski non ha patito particolarmente questa “trasformazione” ambientandosi immediatamente nella nuova realtà.

Mettendosi in luce nelle giovanili del club di Stettino, in particolare nella squadra Under 19 partecipante alla Centralna Liga Juniorów (9 reti e 4 assist in 15 presenze) e con la seconda squadra del Pogon, con la quale ha un ruolino di 3 e 5 assist in 20 caps, Kozlowski ha attirato l’attenzione del Bayer Leverkusen che ha avuto l’occasione di provarlo all’interno del proprio centro sportivo (è seguito anche dal Manchester United).

Purtroppo, il 10 gennaio, dopo essere riuscito ad accumulare 4 presenze in prima squadra per un minutaggio complessivo di circa 30 minuti, Kacper insieme ad altri 3 compagni di squadra (Maciej Żurawski, Oskar Kalenik e Marcel Wędrychowski), ha avuto un brutto incidente con l’auto mentre si stava dirigendo agli allenamenti e, proprio il giovane centrocampista, è stato quello che ne è uscito più malconcio, subendo la frattura del bacino.

Kacper dovrà stare fermo per qualche mese, un vero peccato per lui, che stava imponendosi come uno dei migliori talenti del calcio polacco.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Kacper Kozlowski è principalmente una mezzala, ma può anche agire da centrocampista centrale in una linea mediana a 4 e da mediano.

Estremamente dinamico e forte muscolarmente, gioca sempre ad alta intensità, facendosi apprezzare in entrambe le fasi, palesando una buona qualità tecnica e precisione in fase d’impostazione, oltre a tanta grinta e determinazione nel recupero della palla.

Ha grandi capacità aerobiche, va su tutti i palloni e sta sempre nel vivo del gioco, è un elemento la cui presenza è sempre ben tangibile in campo.

In possesso di un ottimo controllo di palla in corsa e di una potente accelerazione palla al piede, Kozlowski ha ottimi tempi d’inserimento offensivi e buone capacità balistiche (calcia anche le punizioni), qualità che gli consentono di mettere a segno un buon numero di reti stagionali.

Ha un buon tocco di palla ed una discreta visione di gioco, una dote importante che gli permette di essere un fine “assistman”.

Pur essendo di piede destro, sa disimpegnarsi abbastanza bene anche con il mancino, risultando molto meno leggibile per gli avversari.

Fisicamente ha già una struttura corporea ben formata, con fasce muscolari degne di un calciatore maturo, requisiti che ne fanno un elemento dominante nei duelli spalla a spalla.

Ha una spiccata personalità, è intraprendente, carismatico e, soprattutto a livello giovanile, è stato il leader delle sue squadre.

Tatticamente versatile, può agire da mezzala (dove rende meglio), centrocampista centrale e playmaker davanti alla difesa.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, fisicità, visione di gioco, progressione palla al piede, passaggi, personalità, assist, conduzione della palla, capacità balistiche, ambidestrismo, recupero palla, inserimenti offensivi.
Punti di debolezza: Può gestire meglio le energie e velocizzare la giocata in certe occasioni.
A chi somiglia: Radja Nainggolan
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: www.soccersouls.com)

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *