Juan Alegria: 2002 – Colombia

Nome: Juan Diego Alegría
Data di nascita: 06/06/2002
Ruolo: Punta centrale
Altezza: 180 cm
Piede: Destro 

BIOGRAFIA

Nell’ultimo Sub 15, giocato a novembre in Argentina, la Colombia non ha di certo fatto una bellissima figura uscendo nella fase a gironi, ma qualche elemento della rosa dei “cafeteros” ha destato un’ottima impressione: primo fra tutti il capocannoniere del torneo Juan Diego Alegría, autore di ben 10 reti (ha segnato a tutte le squadre incontrate eccetto l’Uruguay).
La carriera di Alegría, dopo i primi passi alla ‘Baby Soccer’, si è sviluppata nel Grama Deportes sotto la guida del professor (con il termine profe in Sudamerica s’indica non solo un allenatore, ma anche un educatore) Alirio Amaya, in seguito all’età di 11 anni è passato all’Atletico Ibagué, dove è rimasto fino al 14esimo anno d’età sotto la guida di Ivan “Champeta” Velasquez. Velasquez è stato un personaggio importante nella pur breve carriera del ragazzo, visto che in passato lo ha portato in prova all’Envigado e all’Atlético Nacional. Due esperienze non molto fortunate in quanto nel primo club non è rimasto perché è stato lì nei giorni in cui è apparso il caos della Lista di Clinton, mentre al club “verdolaga” non gli hanno spiegato il motivo per cui non è stato preso. Champeta, tuttavia, ha continuato a lavorare con Juan al suo progetto personale “Gol Champetudo”, migliorando la tecnica del ragazzo.
Alegría ha avuto dei miglioramenti sensibili, tanto che a gennaio è stato chiamato dal Millonarios per la Coppa del Mondo dell’Accademia Tahuichi Aguilera, in Bolivia, dove è andato anche a segno.
Il trasferimento al Millonarios è poi saltato a causa di alcune divergenze con i genitori, che hanno in seguito deciso di portare loro figlio al Deportes Tolima (attuale club del ragazzo), che secondo le parole di Velasquez, ha pagato profumatamente la famiglia della giovane punta. “In Colombia non si proteggono i club formatori di talenti”, queste sono state le parole del “Champeta”, scottato dallo “scippo” del team di Tolima.
“Mi piacerebbe fare il debutto con i professionisti con il Deportes Tolima, dato che essendo di Tolima vorrei dare al mio dipartimento questa felicità. Aspiro a raggiungere la Liga spagnola, ma per raggiungere questo devo lavorare con pazienza e calma. Un altro mio sogno è quello di giocare il mondiale con la Colombia, ma ora voglio fare tutto con calma, lavorare ogni giorno e concentrarmi a crescere a poco a poco per raggiungere questo obiettivo”, ha detto l’attaccante.
Come è normale che sia, il modello per qualsiasi centravanti colombiano è naturalmente “El Tigre” Falcao: “Il mio riferimento nel calcio d’élite è Radamel Falcao per la sua forza mentale e fisica. È un giocatore molto professionale, che dà il massimo in ogni partita ed è un grande calciatore.” (tratto da futbolred.com e elcolombiano.com)
Anche se con le dovute proporzioni, Juan ha alcune caratteristiche comuni al “puntero” del Monaco, come si evince dalla descrizione tecnica che fa di sé stesso: “La mia posizione è quella di 9 d’area di rigore. Le mie caratteristiche principali sono la velocità, la potenza e il buon gioco aereo. I gol che ho fatto nel Sub 15 mi indicano che devo perfezionare i punti di forza, che devo migliorare le mie debolezze.”

CARATTERISTICHE TECNICHE E TATTICHE

Juan Alegria è una punta dotata di un fisico massiccio, potente e soprattutto in possesso di un innato senso del gol; quando la palla passa nell’area di rigore avversaria, c’è sempre lui pronto a scaraventarla alle spalle del portiere. Sa sempre posizionarsi al posto giusto nel momento giusto, talvolta anticipando con grande scaltrezza le intenzioni del difensore.
Nonostante la mole già discretamente muscolata, Juan non è lento, anzi ha una buona progressione palla al piede, che abbinata alla forza fisica, gli consente di essere molto difficile da marcare. Abile nel gioco aereo e nella difesa della palla, sa fare sia il gioco di sponda che attaccare la profondità scattando sul limite del fuorigioco.
Tecnicamente discreto (può migliorare in questo aspetto), Alegria deve perfezionarsi nell’utilizzo del piede sinistro. Ha però una forte personalità, che gli consente di non tirarsi mai indietro nei momenti difficili.

ANALISI FINALE

Punti di forza: Senso del gol, potenza, gioco aereo.
Punti di debolezza: Deve migliorare nell’uso del piede sinistro
A chi assomiglia: Salomon Rondon
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: futbolred.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *