Jebryl Sahraoui: talento francese classe 2005

INFORMAZIONI: Jebryl Sahraoui 

Nome: Jebryl Sahraoui
Ruolo: Mezzala destra/sinistra, centrocampista centrale
Data di nascita: 04/02/2005
Altezza: 175 cm.
Piede: Destro

Jebryl Sahraoui 

L’Academy del Saint Etienne è da anni una delle migliori in Francia, producendo costantemente un gran numero di talenti, molti dei quali finiti nei più grandi club del Vecchio Continente.

Uno dei talenti più giovani che si stava mettendo in evidenza in questa stagione (prima dello stop dei campionati dovuto alla seconda ondata pandemica) è senza dubbio la mezzala/centrocampista centrale Jebryl Sahraoui, prospetto classe 2005 di origini magrebine ma già entrato nel giro della nazionale Under 15 francese di José Alcocer.

Jebryl ha iniziato a giocare a calcio nel Burel Football Club, squadra dilettantistica di Marsiglia dove, mettendosi in grande evidenza, è stato scovato ed ingaggiato dagli osservatori dei “Verts” nel 2017, battendo la concorrenza dell’OM (ha firmato con il Saint Etienne nel marzo del 2017).

In questa stagione Sahraoui ha già avuto la possibilità di giocare e di ben impressionare sotto leva con la squadra Under 17 del Saint Etienne (7 presenze e 6 da titolare).

Caratteristiche tecniche e tattiche

Jebryl Sahraoui è un centrocampista estremante dinamico, abile tecnicamente ed in possesso di una buona visione di gioco.

Pur essendo di piede destro sa disimpegnarsi abbastanza bene anche con il mancino, riuscendo così a ridurre i tempi di gioco.

E’ un giocatore elegante nelle movenze, dotato di una buona progressione palla al piede e discreti tempi d’inserimento offensivo che si aggiungono a delle buone capacità balistiche che lo rendono pericoloso dalla media distanza (qualità che gli dovrebbero permettere di segnare in maggior numero di reti).

Sa farsi valere in entrambe le fasi, se la cava bene sia negli spazi stretti che nell’allungo e sa essere molto bravo nelle verticalizzazioni (ha un lungo lancio preciso), risultando incisivo in fase di assistenza.

Gioca ad alta intensità, sa quando giocare a 2 tocchi e quando “mettersi in proprio”, è un costruttore di gioco che sa muoversi molto bene tra le linee facendosi trovare spesso smarcato.

Nell’arco della partita tocca una quantità industriale di palloni, dimostrandosi il fulcro della manovra della sua squadra.

Fisicamente normolineo, può sicuramente irrobustire la sua struttura corporea in modo da essere ancora più performante nei contrasti e nei duelli spalla a spalla.

Ha una spiccata personalità, come ha dimostrato ampiamente giocando sotto età in Under 17, guadagnandosi anche un posto da titolare.

Tatticamente il ruolo che sembra calzargli meglio è quello di mezzala un in 4-3-3, ma può anche agire da centrocampista centrale in un 4-2-3-1.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, controllo di palla, verticalizzazioni, dinamismo, dribbling, capacità balistiche, accelerazione palla al piede, assist, visione di gioco, personalità, lanci lunghi.
Punti di debolezza: Deve rafforzarsi fisicamente e segnare più gol. Gioco aereo.
A chi somiglia: Jordan Veretout
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: Instagram)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *