Javier Serrano: talento spagnolo classe 2003

INFORMAZIONI: Javier Serrano

Nome: Javier Serrano Martínez
Ruolo: Mediano
Data di nascita: 16/01/2003
Altezza: 172 cm
Piede: Destro

Javier Serrano

Durante la pandemia i top club europei non sono rimasti completamente fermi, ma hanno scandagliato il mercato in cerca dei migliori giovani talenti, contattando giocatori visionati in precedenza.

Proprio in quest’ottica il PSG, da sempre attento ai migliori talenti, ha cercato di intavolare una trattativa con l’Atletico Madrid per Javier Serrano, promettente mediano classe 2003 e perno centrale dell’Under 17 spagnola.

L’obiettivo dei francesi era quello di riuscire a portare sotto la Torre Eiffel un altro talento proveniente dalla Spagna dopo Xavi Simons, “strappato” alla cantera Barcellona. Serrano al PSG sarebbe stato in un primo momento inserito nella squadra Under 19 partecipante alla prossima UEFA Youth League.

Questa volta, però, la missione del club parigino sé stata bloccata sul nascere, perché il centrocampista è sotto contratto fino al 2022 con la squadra del “colchonera” e ha una clausola di 26 milioni inoltre, si è già allenato più volte con la prima squadra di Simeone.

Javier Serrano, arrivato all’Atletico a soli 7 anni, è un talento molto considerato dai dirigenti “colchoneros”, lo dimostra anche il fatto che, il 15 settembre 2019 insieme a Paula Moreno, ha dato il via alla partita inaugurale del Centro Deportivo Wanda Alcalá de Henares, in occasione del match tra l’Atletico Madrid femminile e il Siviglia.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Javier Serrano è centrocampista posizionale, un mediano che abbina qualità e quantità, oltre ad essere un grande uomo di squadra.

Sicuro nei passaggi, sa leggere il gioco con maturità, posizionandosi a “schermo” davanti alla difesa nella fase di non possesso (è spesso sulla linea di passaggio degli avversari) e smarcandosi continuamente in fase di proposizione, privilegiando un gioco ordinato fatto principalmente di passaggi corti, sia verticali che orizzontali.

Abbastanza rapido nel breve, tecnicamente abile, sa disimpegnarsi bene negli spazi stretti eludendo con eleganza il pressing degli avversari.

Non è un giocatore molto appariscente, ma è prezioso in quanto essendo intelligente tatticamente, riesce a dare equilibrio alla squadra. Capisce quando giocare la palla a “2 tocchi” e quando portare la sfera in avanti, gestendo bene i tempi dell’azione.

Fisicamente brevilineo, può sicuramente irrobustire ulteriormente la sua struttura corporea, in modo da essere più performante nei contrasti e nei duelli spalla a spalla.

E’ un giocatore di personalità, che è spesso nel vivo del gioco, dando un grande aiuto ai compagni quando sono in difficoltà con la palla tra i piedi.

Tatticamente il suo ruolo è quello di vertice basso in un 4-3-3, ma può anche agire da centrocampista difensivo nel 4-2-3-1.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, intelligenza tattica, visione di gioco, passaggi, personalità, rapidità nello stretto, recupero palla.
Punti di debolezza: Può rafforzarsi fisicamente, cercare maggiormente la profondità. Gioco aereo.
A chi assomiglia: Ismaël Bennacer
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: www.football-espana.net)

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *