James Garner: 2001 – Inghilterra

Nome: James Garner
Ruolo: Centrocampista centrale/regista
Data di nascita: 13/03/2001
Altezza: 178 cm
Piede: Destro 

BIOGRAFIA

“Lì nel mezzo”, come afferma la canzone di Ligabue, si è imposto con grande autorevolezza nel corso dell’europeo Under 17, il mediano del Manchester United James Garner. Il capitano della selezione dei “Giovani Leoni”, ha sempre orchestrato alla perfezione la manovra della propria squadra e lo ha fatto ancora di più dopo il grave infortunio al compagno di reparto Tommy Doyle.
In Inghilterra Garner gode già di una grande considerazione, avendo vinto da sotto età l’ultima Premier League-North con la squadra Under 18 dei Red Devils, mettendo a segno 4 gol e altrettanti assist. Inoltre Jimmy ha anche racimolato ben 8 presenze in UEFA Youth League con la squadra Under 19; in ogni competizione dove è stato utilizzato non ha patito minimamente la differenza di esperienza con i suoi colleghi, risultando un giocatore già molto maturo. Non a caso a fine stagione Garner è stato nominato dal tecnico dell’Under 18, Kieran McKenna, per il “premio Jimmy Murphy” di migliore giovane calciatore dell’Academy dei Red Devils.
Le ottime prestazioni del ragazzo con la maglia del Manchester United gli hanno permesso di partecipare all’europeo di categoria, giocato in casa, con la fascia di capitano al braccio. Purtroppo per lui, la kermesse continentale si è interrotta in semifinale contro i futuri campioni europei dell’Olanda, ma Jimmy ha comunque palesato il suo indiscutibile talento. E così, al termine della competizione, i dirigenti dei Red Devils si sono affrettati a far firmare il primo contratto da professionista a Garner nella suggestiva cornice dell’Old Trafford, davanti agli occhi soddisfatti dell’ex stella del Man Utd Nicky Butt e di tutti i suoi famigliari.
“Sono felice! Penso che sia ancora più speciale firmare all’Old Trafford. Sarebbe stata comunque una firma speciale anche all’Aon Training Complex, ma questo è ancora più speciale. Vincere il campionato, avere una buona stagione, essere stato nominato per il Giovane Giocatore dell’Anno e ora questa firma, è un periodo perfetto per me. Ovviamente, è un premio per il lavoro fatto sin dagli Under 8 e Under 9. Sono orgoglioso di me stesso e per la mia famiglia, ma penso sia solo l’inizio. Mia mamma, mio papà, mio nonno e la zia sono venuti tutti insieme qui per me, è momento di orgoglio.” (tratto da manchestereveningnews.co.uk e thesun.co.uk)
Una soddisfazione davvero grande per il ragazzino di Birkenhead, nel Merseyside, che ha per idolo Michael Carrick e sogna di seguire le orme di Lingard, Rushford e Scott McTominay, quest’ultimo lanciato nel calcio dei grandi da José Mourinho. “Ovviamente penso che José Mourinho creda nei giovani. Scott McTominay ha giocato quest’anno, ma devi guadagnarti questa possibilità e sto solo cercando di guadagnare la mia”.

CARATTERISTICHE TECNICHE E TATTICHE

James Garner è un mediano (con un passato da difensore centrale) dotato di un fisico longilineo e di una buona tecnica di base. Non è classico centrocampista inglese vecchio stampo tutto grinta e muscoli, ma è anzi un giocatore elegante, che sa svolgere perfettamente i compiti del regista, avendo ottimi tempi di gioco e una visione di gioco periferica. Sa essere molto preciso e ordinato sia nel gioco corto che lungo (verticalizza spesso il gioco), i suoi cambi di gioco di 30-40 metri sono una “manna dal cielo” per lo sviluppo della manovra della sua squadra. Ha buone capacità balistiche, un forte tiro dalla distanza, non è velocissimo, ma ha comunque un passo che gli permette di coprire una grossa fetta di campo.
Sa essere energico nei tackle, quando recupera la sfera non la fa attraverso delle rincorse disperate, ma per mezzo di posizionamenti perfetti sulla linea di passaggio degli avversari.
Pur essendo alto e abbastanza competitivo nel gioco aereo, Garner deve sicuramente irrobustire il suo fisico, perché in futuro dovrà probabilmente disimpegnarsi in un campionato atleticamente molto impegnativo come quello inglese.
Ha una personalità spiccata, è un vero leader carismatico, un trascinatore, il classico capitano combattente di stile britannico, dotato di grande appeal nei confronti dei suoi compagni di squadra.
Tatticamente il suo ruolo è quello di mediano/regista davanti alla difesa (in un modulo 4-3-3 o 4-2-3-1), una posizione che interpreta alla perfezione, sapendo abbinare perfettamente la fase difensiva a quella offensiva.

ANALISI FINALE

Punti di forza: Leadership, grinta, tecnica, tempi d’inserimento offensivi, capacità nel distribuire il gioco, colpo di testa, intelligenza tattica, visione di gioco.
Punti di debolezza: Deve rafforzare la sua struttura fisica.
A chi assomiglia: Michael Carrick
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: www.manutd.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *