Ísak Bergmann Jóhannesson: talento islandese classe 2003

INFORMAZIONI: Ísak Bergmann Jóhannesson

Nome: Ísak Bergmann Jóhannesson
Ruolo: Centrocampista centrale
Data di nascita: 23/03/2003
Altezza: 175 cm
Piede: Sinistro

Ísak Bergmann Jóhannesson

Negli ultimi anni è stata evidente la crescita del calcio islandese, ormai presente alle fasi finali di tutte le competizioni internazionali più importanti.

Il numero di talenti islandesi in giro per i campionati più prestigiosi è in continuo aumento, nonostante il non elevato numero di abitanti presente nel paese dell’Europa settentrionale.

L’ultimo a trasferirsi all’estero, in cerca di maggiore visibilità e gloria, è il centrocampista classe 2003, Ísak Bergmann Jóhannesson, prodotto del florido vivaio del Knattspyrnufélag ÍA, che da gennaio di quest’anno è entrato a far parte del Norrköping.

Ísak ha seguito così lo stesso percorso fatto dall’altro talentuoso giocatore islandese, Arnór Sigurðsson, che prima di andare al CSKA di Mosca è stato un giocatore dell’IFK Norrköping. Tra l’altro, Ísak Bergmann Jóhannesson ha una grandissima ammirazione per il talento del club moscovita ed anche suo amico. Non a caso, prima di trasferirsi in Svezia, ha chiesto tantissime informazioni al collega più esperto.

Ísak Bergmann Jóhannesson, ha scelto la Svezia, nonostante avesse fatto dei buoni provini con l’Ajax e con il Brighton. “Mi piace davvero tutto qui, ma mentirei se non dicessi che era difficile prendere quella decisione. C’erano società più grandi che erano interessate ma, a mio parere, questa era la scelta giusta per me, a questo punto “, ha affermato Ísak Bergmann Jóhannesson a Skagafréttir.

Una scelta perfetta, se si considera che il giovane centrocampista islandese ha già avuto la possibilità di disputare 90 minuti con la prima squadra. E’ successo in occasione della tournée di preparazione che gli svedesi stanno disputando in Portogallo. Il ragazzino ha subito impressionato il tecnico della prima squadra, Jens Gustafsson.

“Isaac è assolutamente eccezionale. Ha soli 15 anni e gioca a calcio in questo modo, è veramente un piacere lavorare con questo tipo di giocatore”, ha dichiarato il tecnico a Fotbollskanalen.

“È bello essere considerati per il talento ma non è abbastanza. Devi lavorare di più per diventare un buon giocatore, non solo essere un giocatore di talento”, ha risposto con maturità il ragazzo, che prosegue.

“Prima di tutto, è solo un privilegio allenarsi con giocatori come Alexander Fransson e Simon Thern. Imparo molto a guardarli e a chiedere loro: “Come si fa in questa situazione?” “Cosa stai facendo quando prendi la palla qui?” L’obiettivo è di giocare nel campionato svedese tutto l’anno, forse sarà alla fine della stagione. Ma questo è il mio obiettivo”, ha chiosato il centrocampista, che come confermato dal suo tecnico, non sarà parcheggiato al Fryda, la squadra succursale del Norrköping, ma sarà subito inserito nel gruppo della prima squadra.

“Sì, penso che giocherà con noi. Dato come gioca, prende già le decisioni migliori per la squadra, nonostante la sua giovane età e ciò è piuttosto inusuale direi. Di certo, dobbiamo farlo lavorare in pace e tranquillità e rafforzarlo fisicamente, è naturale che sotto questo aspetto non sia ancora diventato pronto. Ma per il resto niente è impossibile per lui.”

Ísak è figlio del popolare calciatore Jóhannes “Joey” Karl Guðjónsson, 34 presenze in nazionale e attuale allenatore dell’HK. Inoltre, il ragazzo è arrivato al Norrköping in compagnia di un altro giocatore islandese, il cugino cugino Oliver Stefánsson (2002).

I due sono inseparabili: “Studieremo a distanza presso la scuola superiore occidentale dell’Islanda e continueremo a studiare contemporaneamente all’attiva agonistica. Impareremo anche una nuova lingua è tutto eccitante. La famiglia di Oliver si trasferirà. Vivremo tutti insieme in un appartamento vicino allo stadio. Siamo come fratelli, siamo cresciuti insieme e abbiamo sempre giocato a calcio. Questo sarà eccitante per tutti noi “, ha dichiarato Isaac.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Ísak Bergmann Jóhannesson si descrive così: “Sono veloce di pensiero e ho una buona tecnica e so leggere abbastanza bene il gioco. Mi piace paragonarmi a Fransson”.

Il nazionale giovanile islandese Under 17, è un centrocampista centrale dalla propensione offensiva, non a caso nella selezione nazionale di categoria, ha segnato 7 reti in altrettante partite.

Isak è un numero 8 dotato di visione di gioco periferica e di un educato piede mancino, molto abile nel verticalizzare il gioco ed in possesso di un buon senso della posizione, che gli permette di recuperare qualche pallone senza fare delle rincorse disperate, ma semplicemente ponendosi sulle linee di passaggio degli avversari.

Ha buone capacità balistiche (tira i calci piazzati e può rendersi pericoloso dalla media-lunga distanza e nonostante l’età, sa imprimere un buon ritmo di gioco alla manovra.

Elegante nelle movenze, fisicamente longilineo (dovrebbe già essere più alto di 170 cm, non ci sono dati ufficiali), ha bisogno di rafforzarsi ulteriormente, in modo tale da essere più competitivo nei contrasti.

Tatticamente il suo ruolo è quello di centrocampista centrale e può rendere bene sia in 4-2-2, che in in 4-2-3-1, ma può anche agire da mezzala, essendo dotato di un discreto passo.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, mobilità, visione di gioco, personalità, capacità balistiche, assist, passaggi.
Punti di debolezza: Deve rafforzarsi fisicamente.
A chi assomiglia: Pablo Fornals
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: twitter.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *