Ilyas El Moussaoui: talento olandese classe 2004

INFORMAZIONI: Ilyas El Moussaoui

Nome: Ilyas El Moussaoui
Ruolo: Punta centrale
Data di nascita: 24/02/2004
Altezza: 180 cm.
Piede: Destro

Ilyas El Moussaoui

Le nazionali giovanili olandesi continuano a vincere tornei internazionale e, dopo l’Europeo Under 17 dello scorso anno e i recenti trionfi dell’Under 15, anche l’Under 16 di Martijn Reuser si è imposta nel prestigioso UEFA Development Tournament, vincendo in finale per 3 a 1 contro la Colombia.

Negli incontri precedenti, i giovani 16enni olandesi erano stati in grado di eliminare altre due grandi corazzate a livello giovanile come il Portogallo e la Germania. Nel match conclusivo contro i “Cafeteros” decisive sono state le reti di Gabriel Osei Misehouy, Julian Brandes e di Ilyas El Moussaoui.

Proprio su quest’ultimo ci vogliamo soffermare, un attaccante dalle straordinarie medie realizzative che in nazionale U16 ha segnato 5 reti in 4 partite, mantenendo una media di quasi un gol a partita con il suo club di appartenenza, il Feyenoord.

Da almeno un paio d’anni questa punta centrale dalle chiare origini marocchine gioca sotto leva segnando gol a grappoli. Prelevato per 21 mila euro dal NAC Breda, già al primo anno al “Club van het volk” (Il club del popolo) El Moussaoui ha realizzato ben 22 gol.

In questo inizio di stagione, con la formazione Under 17, Ilyas ha messo a segno 12 gol e un assist in 13 caps. Uno score che gli è valsa la firma del primo contratto da professionista (scadenza 2023) con il Feyenoord a soli 15 anni (il 22 gennaio), siglata nella sala riunioni del De Kuip.

Stanley Brard, capo dell’Academy de Feyenoord, si espresso così dopo la firma del ragazzo. “Siamo molto felici di poter continuare a godere del talento di Ilyas per i prossimi anni. Questo contratto è un primo importante passo e un segnale che crediamo che Ilyas possa continuare a crescere con noi nei prossimi anni.”

“Questo è bellissimo. Ora che mi trovo nello stadio, mi rendo conto che un giorno potrò stare sul campo se continuerò a lavorare duro. Sono un attaccante che segna molto, ma può anche fare assist. Adoro combattere, penso che sia adatto al Feyenoord”, ha dichiarato il giocatore. (tratto da www.feyenoord.nl)

Nato in una famiglia di grandi appassionati di sport, Ilyas ha iniziato a giocare a calcio nel BSC Roosendaal, dove è rimasto fino al 2012, prima di trasferirsi per una stagione all’Unitas ’30 e passare all’RBC Roosendaal. Nel 2015 va all’RKVV Roosendaal dove, dopo 2 anni viene scovato dagli scout del NAC Breda, club dove resta fino all’estate del 2018, quando viene acquistato dal Feyenoord.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Ilyas El Moussaoui è una punta centrale dotata di una buona tecnica di base, di fisicità e di uno spiccato senso del gol che lo rende un bomber inesorabile sotto porta.

E’ un attaccante completo, in grado di segnare di destro, sinistro e di testa, risultando imprevedibile per qualsiasi avversario.

Spesso realizza reti di pregevole fattura in acrobazia e con pallonetti al volo di rara precisione, coordinandosi in un fazzoletto di terreno e palesando una grande rapidità d’esecuzione.

E’ molto bravo nello smarcamento, sa farsi sempre trovare al posto giusto nel momento giusto, attaccando con i tempi giusti il primo palo o defilandosi sul secondo, oppure scattando perfettamente sulla linea del fuorigioco.

Molto lucido nella finalizzazione, dove sfrutta il suo tiro non molto potente ma estremamente preciso.

E’ un centravanti mobile, che pratica un calcio associativo, creando varchi interessanti per i compagni e lanciandoli in profondità con precisi passaggi filtranti.

Atleticamente forte e dotato di una struttura fisica longilinea (sembra già raggiungere i 180 cm.), ma già abbastanza formata, Ilyas è un giocatore che si fa rispettare nei duelli spalla a spalla.

Ha anche una spiccata personalità, non soffre minimamente le pressioni esterne, giocando con grande naturalezza e tranquillità.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, senso del gol, fisicità, smarcamento, dinamismo, gioco aereo, coordinazione, assist, personalità, dribbling, controllo di palla.
Punti di debolezza: Può ulteriormente rafforzarsi fisicamente.
A chi somiglia: Roy Makaay
Valutazione: 4/5

(Fonte foto: lionsdelatlas.ma)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *