Ignacio Chocho: talento uruguayano classe 2004

INFORMAZIONI: Ignacio Chocho

Nome: Juan Ignacio Chocho Velázquez
Ruolo: Mediano, mezzala destra/sinistra
Data di nascita: 08/03/2004
Altezza: 178 cm.
Piede: Destro

Ignacio Chocho

Ignacio Chocho, centrocampista classe 2004 del Nacional di Montevideo, è stato uno dei pochi talenti uruguayani a mettersi in mostra all’ultimo Torneo Sudamericano Under 15.

La “Celeste” del C. T. Diego Demarco ha chiuso clamorosamente al penultimo posto il Sub-15, pur avendo in organico dei giocatori di un livello tecnico ed atletico superiore rispetto a gran parte delle nazionali rivali.

Nato l’8 marzo del 2004 a Maldonado, una città a poco meno di 100 km dalla capitale, Chocho si è subito distinto come uno dei migliori prospetti del paese, diventando un punto fermo della selezione nazionale U15, con la quale è riuscito a totalizzare ben 29 presenze (alcune con la fascia di capitano al braccio) e 2 reti.

“Nacho”, così viene chiamato dagli amici e dai compagni, è un ragazzo semplice, che è ben conscio dei sacrifici fatti dal padre e, della famiglia in generale, per farlo diventare un calciatore. Infatti, in ogni intervista non perde occasione per ringraziare i suoi, così come è eternamente grato al club di appartenenza, ai compagni e ai tecnici (soprattutto Daniel “Pato” López e Marcos Posadas) che ha avuto finora nel suo pur breve percorso professionale.

Grande ammiratore del connazionale e centrocampista dell’Inter Matías Vecino, un giocatore che ricorda per alcune caratteristiche tecniche e tattiche, Chocho si candida ad essere uno dei cardini dell’Uruguay dei prossimi anni.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Ignacio Chocho è principalmente un mediano, anche se nell’Uruguay Under 15 si è alternato in questa posizione con Juan Manuel Jorge, il capitano della squadra.

Non molto veloce ma dinamico, bravo nel recuperare palla, Chocho sa farsi apprezzare anche in fase d’impostazione, palesando una buona visione di gioco.

Si smarca con una buona continuità, aiutando i compagni nello “scarico” del passaggio.

Energico nel tackle, riesce a recuperare un gran numero di palloni con il buon posizionamento, evitando di fare delle rincorse disperate.

Pur essendo un elemento poco appariscente, Ignacio non è un centrocampista scontato nelle giocate ed esclusivamente “orizzontale”, ma sa anche proporre un gioco abbastanza vario, dando profondità alla manovra con passaggi filtranti e, talvolta, partendo in accelerazione palla al piede.

Competitivo nel gioco aereo, può essere più efficace quando tenta la conclusione della media-lunga distanza.

E’ un ragazzo determinato è umile che, come ha dichiarato in una recente interista al sito della federazione uruguayana, deve migliorare nel gioco, nella comunicazione e nella concentrazione, ma in campo è indubbiamente uno dei giocatori con maggiore personalità.

Fisicamente longilineo, può indubbiamente rinforzare la sua struttura corporea, in modo tale da essere più competitivo nei duelli spalla a spalla.

Tatticamente versatile, il suo ruolo è quello di mediano, ma può anche agire con profitto da mezzala.

Analisi finale

Punti di forza: Recupero palla, visione di gioco, dinamicità, passaggi, senso della posizione, intelligenza tattiva, personalità, smarcamento.
Punti di debolezza: Può rafforzarsi fisicamente, migliorare nella concentrazione e comunicare maggiormente in campo.
A chi somiglia: Matías Vecino
Valutazione: 3/5

(Fonte foto: www.scoopnest.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *