Gustavo Maia: talento brasiliano classe 2001

INFORMAZIONI: Gustavo Maia

Nome: Gustavo Maia da Silva
Ruolo: Ala sinistra
Data di nascita: 22/01/2001
Altezza: 167 cm.
Piede: Destro

Gustavo Maia

Messosi in grande evidenza nella “Copinha” (la Copa Sao Paulo de Juniores), Gustavo Maia ha subito convinto i dirigenti del Barcellona che l’hanno acquistato dal San Paolo pagando un milione di euro adesso e altri 3,5 entro il 30 giugno (il ragazzo sarà aggregato alla squadra B).

Minuta ala sinistra classe 2001 nativa di Brasilia, con esperienze internazionali in Under 16 e Under 17, Gustavo Maia si è formato a Cotia, il rinomato centro di formazione di San Paolo, dove è arrivato nel 2014 a soli 13 anni. I tecnici del “Tricolor” paulista lo considerano un giocatore con un grande potenziale e, per questo, il club brasiliano ha mantenuto il 30% sulla futura rivendita.

Gustavo Maia fa parte della squadra della squadra Under 20 del San Paolo e si stava preparando quest’anno per svolgere le tre competizioni nella categoria: il campionato Paulista, il campionato brasiliano e la Coppa del Brasile. A causa della pandemia del covid-19, il San Paolo, così come gli altri club del paese, han sospeso gli allenamenti di tutte le sue squadre giovanili.

Nell’ultima stagione, Gustavo ha fatto passi da gigante ed è già stato chiamato una volta dall’allenatore della prima squadra, Fernando Diniz, per una partita del campionato Paulista. Il prossimo passo potrebbe essere il debutto tra i professionisti, forse nella stessa formazione in cui potrebbe trovarsi accanto un ex campione del Barcellona come Dani Alves, pregustando così in anticipo un po’ di atmosfera catalana.

Maia ha sempre segnato un buon numero di gol, memorabile è stata la stagione con l’Under 17 nel 2018, nella quale ha messo a segno 30 reti in 36 partite. Lo scorso anno, pur garantendo un ottimo rendimento, il suo score è stato inferiore, marcando 8 gol in 28 caps.

Nell’ultima “Copinha” in sette partite l’attaccante ha realizzato tre gol e uno di questi ha concorso per il Premio Dener per il gol più bello della competizione.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Gustavo Maia è principalmente un’ala sinistra a “piede invertito”, creativo, molto rapido, tecnico e abile nell’uno contro uno.

Pur essendo destro, sa disimpegnarsi bene anche con il mancino, risultando molto meno prevedibile per i suoi marcatori.

La tecnica ed il dribbling (notevoli le sue finte) sono indubbiamente i principali punti di forza del suo repertorio, non potendo contare su una struttura fisica considerevole (non arriva al metro e settanta).

Eccelle negli spazi stretti grazie al suo eccellente controllo di palla a seguire inoltre, è reattivo e scattante, qualità che lo rendono difficile da arginare a campo aperto.

La sua classica azione prevede il “taglio” improvviso verso il centro dell’area con il conseguente tiro a giro sul secondo palo.

Ha buone capacità balistiche e sa rendersi pericoloso dalla media-lunga distanza, evidenziando una notevole abilità nel coordinarsi velocemente.

Agile, fisicamente brevilineo e molto leggero, ha indubbiamente bisogno di irrobustire la sua struttura corporea. Può perfezionare la fase difensiva, è praticamente assente nel gioco (vista la sua struttura minuta) e può migliorare nella continuità.

E’ un giocatore dotato di un grande spirito di iniziativa, dinamico, che non ha mai paura di puntare l’uomo e di tentare la giocata più complicata dal punto di vista tecnico.

Tatticamente il suo ruolo è quello di esterno offensivo mancino in 4-2-3-1 o ala sinistra di un 4-3-3.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, rapidità, dribbling, accelerazione palla al piede, capacità balistiche, controllo di palla, creatività, assist, personalità.
Punti di debolezza: Deve rafforzarsi fisicamente e migliorare nella fase difensiva. Scarso nel gioco aereo.
A chi somiglia: Bernard
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: sportsfinding.com)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *