Georgios Koutsias: talento greco classe 2004

INFORMAZIONI: Georgios Koutsias

Nome: Georgios Koutsias
Ruolo: Punta centrale
Data di nascita: 08/02/2004
Altezza: 178 cm
Piede: Entrambi

Georgios Koutsias

Il settore giovanile del PAOK è sicuramente uno dei migliori in Grecia ma, purtroppo, sono pochissimi i talenti dell’Academy che riescono a trovare spazio in prima squadra, costretti a cercare fortuna in prestito in club minori.

Georgios Koutsias è ancora molto giovane per poter aspirare ad una maglia della prima squadra, ma i suoi numeri sono indubbiamente degni di nota.

Nell’ultima stagione, con la squadra Under 15 del PAOK, Georgios ha messo a segno ben 26 reti e 4 assist in sole 18 presenze, uno score veramente impressionante, che gli ha permesso di vincere il campionato di categoria (risultando decisivo in semifinale e finale) e di essere convocato stabilmente nella nazionale U15 ellenica.

Al termine della passata stagione, gli osservatori del Fulham sono andati più volte a visionare il giovane talento greco, ma il PAOK, per paura di perderlo per pochi spicci, lo ha vincolato contrattualmente, mettendo su di lui una clausola di 4 milioni di euro (non pochi per un 15enne).

Nato a Salonicco l’8 febbraio del 2004, Koutsias ha iniziato a giocare a calcio nel Tilemachos Alexandria, prima di trasferirsi nel 2012 al PAOK su segnalazione di Vangelis Pourliotopoulos, team manager della prima squadra ed ex calciatore della “Dikefalos tou vorra” (Aquila bicefala del nord, è il soprannome del PAOK).

Georgios è l’orgoglio di mamma Elsa, che lo ha cresciuto con sani valori, come si può ampiamente vedere in campo, quando incoraggia i compagni di squadra nel momento di difficoltà per poi trascinarli alla vittoria.

Gli attenti osservatori del calcio giovanile greco hanno paragonato Koutsias all’ex bomber della prima squadra Aleksandar Prijović, ma il prospetto greco sembra avere le qualità per diventare più forte del giocatore serbo.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Georgios Koutsias è il classico centravanti che vive per il gol, freddo davanti al portiere avversario, raramente manca l’occasione di gonfiare la rete avversaria.

Forte fisicamente (è già alto 178 cm.), sa calciare con entrambi i piedi, è potente, abbastanza veloce e dotato di uno spiccato senso del gol. Sente la porta come pochi, fa sempre i giusti movimenti della punta centrale, smarcandosi al momento opportuno.

Tecnicamente valido, abbastanza bravo nel dribbling, in possesso di una buona progressione palla al piede, è scaltro ed astuto, risultando un centravanti “egoista” come tutti i grandi bomber.

In possesso di un vasto repertorio tecnico, può segnare di testa (fondamentale dove può migliorare), in acrobazia e con entrambi i piedi, qualità che lo rendono poco leggibile per i pacchetti arretrati avversari.

Sa muoversi bene sulla linea del fuorigioco dettando i passaggi con i giusti tempi, ma se la cava benino anche nel gioco spalle alla porta, risultando un attaccante completo.

Non è dotato di un tiro molto forte, i suoi gol sono sempre esecuzioni “di fioretto” da distanze brevi, caratterizzate da una precisione millimetrica.

Fisicamente ha già una buona struttura che gli consente di essere dominante nei duelli spalla a spalla anche quando ha a che fare con i difensori più prestanti.

E’ indubbiamente il leader della sua squadra (non a caso è anche capitano), è carismatico e sa tenere sulle sue spalle l’intero peso dell’attacco.

Naturalmente, tutte le sue qualità vanno verificate in campionati più impegnativi rispetto a quello greco, ma Koutsias sembra avere i numeri per diventare un giocatore di buon livello.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, potenza, senso del gol, smarcamento, progressione palla al piede, fisicità, dribbling, personalità.
Punti di debolezza: Può migliorare nel gioco aereo e crescere ulteriormente a livello atletico.
A chi assomiglia: Mauro Icardi
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: www.paokfc.gr)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *