Gennaro Nigro: talento statunitense classe 2000

INFORMAZIONI: Gennaro Nigro

Nome: Gennaro Nigro
Ruolo: Centrocampista centrale, mezzala destra/sinistra
Data di nascita: 29/05/2000
Altezza: 180 cm
Piede: Entrambi 

Gennaro Nigro

Gennaro Nigro, neo centrocampista della Roma, è uno dei tanti talenti americani che negli ultimi mesi è giunto in Europa in cerca di qualche buon ingaggio.

Molti dei più interessanti prospetti statunitensi hanno svolto dei periodi di prova nei top club del Vecchio Continente e alcuni dei quali sono stati anche tesserati.

Questo è il caso proprio di Nigro, che dopo aver svolto alcuni test nei mesi scorsi a Trigoria, schierato con la formazione primavera giallorossa contro la prima squadra, ha favorevolmente impressionato i tecnici della Roma.

Il suo tesseramento è slittato di qualche mese, in quanto il ragazzo non era ancora in possesso del passaporto italiano ma, appena ha lo ricevuto, il club capitolino non ha minimamente perso tempo acquistandolo dal Cornell Big Red Football.
«Il passaporto italiano è arrivato solamente 4-5 settimane fa, c’è voluto un sacco di tempo – spiega il padre – e pensare che da quando era piccolo che gli dico che sarebbe potuto servirgli» (tratto da Il Romanista)

Col la Roma Nigro ha firmato un contratto biennale, pronto ad essere subito esteso in caso di buon rendimento del calciatore.

Nato a Clarke, nel New Jersey, Gennaro è arrivato a Roma in questi giorni, vestito elegantemente e accompagnato da papà Jerry, mamma Leslie, e sorella, Gianna. Di origini chiaramente italiane, il nonno del neo romanista viene da Vallata, comune di neppure 3000 abitanti in provincia di Avellino, la nonna dalla Calabria.

Il ragazzo non si fida a parlare italiano, ma lo capisce benissimo: questione di famiglia. Lo perfezionerà a Trigoria, in questi giorni: per ora è in albergo, ma quando la prima squadra libererà le stanze del centro sportivo per andare in tournée negli Stati Uniti, potrà finalmente avere una camera tutta per lui a Trigoria.

Per giocare nella Roma, Nigro ha rinunciato a un bel po’ di soldi, prendendo una scelta non certo facile.

Negli States le università costano carissime, e per frequentarle i ragazzi contraggono prestiti che impiegano anni per ripagare, tranne quelli bravi a giocare a basket, a baseball, e da qualche anno anche a soccer: Nigro, che ha una foto di Pirlo in giacca e cravatta come copertina del profilo Twitter, era uno di questi, e gli era stata offerta una ricca borsa di studio per laurearsi facendo la cosa che gli riesce meglio, calciare un pallone.

Aveva anche firmato un pre-accordo, lo scorso febbraio, ha rinunciato a tutto per la Roma. Che era già nel suo destino, visto che è cresciuto nella Players Development Academy, con la quale ha giocato dal 2010 al 2012 e di nuovo dal 2015 a oggi, in mezzo tre anni ai New York Red Bull, che è una delle dieci scuole calcio negli Stati Uniti con il marchio A.S. Roma.

«Può sembrare un’operazione di marketing – spiega Clemente Severati, l’avvocato che gli fa da agente – ma non è così, e lo dimostrerà in campo. Ha un’ottima tecnica, è difficile capire quale sia il suo piede preferito: calcia i rigori con il destro, e le punizioni col sinistro. Gioca centrocampista centrale, ha grande corsa, deve solo prendere un po’ di centimetri. Piaceva molto ad Alex Zecca (uomo di fiducia del presidente Pallotta), è stato lui a prendere contatto con la famiglia, ma ha impressionato anche De Rossi e Tarantino, quando era venuto in prova lo scorso anno. Poteva fare l’università e giocare a pallone negli Stati Uniti, ha preferito scommettere su sé stesso venendo alla Roma». (tratto da Il Romanista)

Caratteristiche tecniche e tattiche

L’aspetto che più colpisce guardando giocare Gennaro Nigro è la grande capacità nel calciare indifferentemente con entrambi i piedi.

Dotato di tanta corsa e di una buona fisicità, è in grado di giocare in tutte le zone del centrocampo, ed eventualmente anche terzino, grazie soprattutto a delle qualità tecniche e aerobiche non indifferenti (ma in mezzo al campo rende meglio).

Gennaro Nigro è un giocatore completo, abile in entrambe le fasi, in grado di mettere a segno un buon bottino di reti con i suoi inserimenti offensivi (ha anche un buon tiro), ma non per questo poco attento al recupero della palla.

Il suo ex mister John Smith, della Cornell Big Red Football, in un’intervista dello scorso marzo, ha detto: “Gennaro è senza dubbio uno dei giocatori di calcio più versatili che abbia mai incontrato. Riesce ad usare perfettamente entrambi i piedi, e potrebbe eccellere in una qualsiasi posizione del campo. Ha dei piedi superbi, e li combina con una grande corsa che lo colloca sicuramente nella categoria di un centrocampista box-to-box. Gennaro può segnare e creare gol, e lo combina con una grande spinta e un’etica del lavoro che utilizza in modo incredibile in difesa”. (tratto da Il Romanista)

Analisi finale

Punti di forza: Abilità nel calciare con entrambi i piedi, tecnica, disciplina tattica, dinamismo, fisicità, capacità aerobiche.
Punti di debolezza: Può irrobustire il suo fisico.
A chi assomiglia: Jordan Henderson
Valutazione: 3/5

(Fonte foto: www.gazzettaregionale.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *