Ernest Poku: talento olandese classe 2004

INFORMAZIONI: Ernest Poku

Nome: Ernest Poku
Ruolo: Ala sinistra/destra, punta centrale
Data di nascita: 28/01/2004
Altezza: 175 cm
Piede: Destro

Ernest Poku

Capocannoniere dell’AZ Under 16 con 12 reti, Ernest Poku è stato cercato fino all’ultimo momento dall’Ajax, ma alla fine la promettente ala sinistra ha firmato a febbraio il primo contratto da professionista con il club di Alkmaar.

“Quando sono entrato a far parte dell’AZ l’anno scorso, ho sognato un contratto e un debutto nelle nazionali giovanili”, ha afferma l’Amsterdammer sul sito web del club. “Non mi aspettavo che tutto questo successo avvenisse nella mia prima stagione. È andato molto veloce e devo stabilire nuovi obiettivi per me stesso”.

L’attaccante esterno/punta centrale è molto orgoglioso del fatto che l’AZ lo abbia contrattualizzato per tre anni. “Ho dimostrato cosa posso fare e ho lavorato sodo per questo. Spero di poter finalmente seguire le orme di Myron Boadu qui allo stadio, dove lo guardo giocare. È un esempio per me.”

Poku ha iniziato a giocare a calcio nell’SV Robinhood, in seguito nella stagione 2017/18, è passato all’FC Amsterdam, club che gli ha permesso di approdare all’AZ.

Come già detto, la prima stagione di Poku nel club biancorosso è stato subito molto buona, ha segnato molti gol, sfornato assist e ha anche avuto la possibilità di racimolare 4 presenze sotto leva con la formazione Under 17 dell’AZ. Numeri che gli hanno consentito di entrare a far parte della nazionale Under 16 “Oranje” (ha anche il passaporto ghanese), con la quale ha finora totalizzato 2 caps.

“Ernest è un attaccante con molta profondità e fiuto per il gol”, ha dichiarato il responsabile della formazione giovanile Paul Brandenburg. “E’ stato bello che dopo il suo arrivo dai dilettanti si sia adattato così rapidamente al livello richiesto nell’AZ. Questo testimonia una grande capacità di apprendimento. Siamo fiduciosi che continuerà su questa linea positiva”. (tratto da az.nl)

Caratteristiche tecniche e tattiche

Ernest Poku è principalmente un esterno offensivo di sinistra “a piede invertito”, velocissimo, abile nell’uno contro uno, che riesce spesso a superare in slancio il suo dirimpettaio. In più di un’occasione è stato anche impiegato con profitto da punta centrale e sulla corsia opposta (se la cava anche con il sinistro), ma è sulla destra, come avviene sempre in nazionale, che Poku sembra maggiormente a suo agio.

A campo aperto può risultare imprendibile anche per i difensori più veloci, ha infatti una potente accelerazione palla al piede che sfianca tutti i suoi dirimpettai. Anche partendo da fermo, Poku riesce a lasciare sul posto il suo marcatore in virtù della sua potente accelerazione.

Ama partire largo da sinistra per poi convergere ed andare al tiro con il suo piede destro, svolgendo la tipica azione dell’ala a piede invertito, una giocata che ripete più volte ma che compie ad alta velocità risultando difficile da arrestare per le difese avversarie.

Talvolta riesce anche a sorprendere i terzini con improvvisi inserimenti alle spalle, una scelta che dà la possibilità di variare un po’ il suo stile di gioco.

Fisicamente normolineo e massiccio, ha tanta forza nelle gambe e un baricentro basso che gli permette di proteggere abbastanza bene la sfera.

Ha una forte personalità che ha subito messa in mossa al primo anno all’AZ, dove ha subito avuto un forte impatto nel gruppo.

Tatticamente il suo ruolo è quello di ala in un 4-3-3 o esterno offensivo in un 4-2-3-1 ma, in più di un’occasione, è stato impiegato anche da punta centrale.

Analisi finale

Punti di forza: Velocità, fisicità, accelerazione palla al piede, dribbling, senso del gol, protezione della palla, profondità di gioco, capacità aerobiche.
Punti di debolezza: Può crescere ancora fisicamente ed essere più continuo nell’arco della partita.
A chi somiglia: Steven Bergwijn
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: Instagram)

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *