Enock Agyei: talento belga classe 2005

INFORMAZIONI: Enock Agyei

Nome: Enock Agyei
Ruolo: Ala destra
Data di nascita: 13/01/2005
Altezza: 172 cm.
Piede: Sinistro

Enock Agyei

La prolifica Academy dell’Anderlecht ogni anno è soggetta a molte “attenzioni” da parte dei principali club europei, in particolare quelli di Premier League.

Nei giorni scorsi, la società biancomalva ha visto partire il classe 2004 Romeo Lavia (direzione Manchester City) ed ora un altro prospetto belga è finito nel mirino di molti top team del Vecchio Continente, l’ala destra “a piede inverito” Enock Agyei.

Il ragazzo di origini ghanesi, che entrato a far parte dell’Anderlecht a 10 anni proveniente dal Verviers, si è subito messo in mostra come uno dei talenti più brillanti del club ed ora, pur di convincerlo a rimanere, i dirigenti belgi lo hanno promosso precocemente nell’Under 21. (tratto da La Dernière Heure)

La scorsa estate, il nazionale belga Under 15 è stato anche protagonista con la maglia della squadra U16 dell’Anderlecht al torneo internazionale YICC in Cina, dove è stato premiato come miglior giocatore pur giocando 2 anni sotto leva.

Tra le curiosità relative a Enock, sappiamo che ha anche un fratello gemello di nome Ebenezer che gioca con lui nell’Anderlecht.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Enock Agyei è esterno offensivo di destra “a piede invertito”, dotato di una notevole tecnica di base e di una spiccata abilità nell’uno contro uno.

Ha un eccellente controllo della palla, la quale viene accarezzata con la suola della scarpa effettuando dei “tricks” spettacolari ma mai inutili, che gli permettono di lasciare sul posto i suoi dirimpettai.

Veloce e dotato di una potente accelerazione palla al piede, ha buone capacità balistiche ed ha le qualità per segnare un maggior numero di reti (sa essere decisivo in assistenza).

La palla è sempre “incollata” ai suoi piedi “ispirati”, è bravo nella protezione della sfera e sa disimpegnarsi discretamente bene nel gioco spalle alla porta, facendo leva soprattutto sul suo baricentro basso.

Pur essendo mancino, non disdegna la conclusione con il destro, ma può sicuramente utilizzarlo maggiormente, in modo da essere ancora più imprevedibile.

Fisicamente normolineo, può ulteriormente rinforzare la sua struttura corporea in modo da essere più competitivo nei duelli spalla a spalla.

E’ un giocatore intraprendente, che gioca ad alta intensità, svolgendo anche un intensa fase difensiva, palesando buone capacità aerobiche.

Tatticamente il suo ruolo è quello di esterno offensivo di destra di un 4-2-3-1 o ala in un 4-3-3.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, rapidità, dribbling, controllo di palla, accelerazione palla al piede, capacità balistiche, assist, dinamismo, personalità, creatività.
Punti di debolezza: Può ulteriormente rafforzarsi fisicamente e segnare ancora più gol.
A chi somiglia: Erik Lamela
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: Instagram)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *