Emanuele Zuelli: talento italiano classe 2001

INFORMAZIONI: Emanuele Zuelli

Nome: Emanuele Zuelli
Ruolo: Centrocampista centrale, mezzala destra/sinistra, mediano
Data di nascita: 22/11/2001
Altezza: 181 cm.
Piede: Entrambi

Emanuele Zuelli

Emanuele Zuelli, centrocampista classe 2001 del Chievo Verona ha ottenuto per la prima volta una convocazione con le nazionali giovanili azzurre: è successo in occasione della partita dell’U19 del C.T. Alberto Bollini contro la Svizzera, disputata il 12 febbraio scorso. Il match è terminato 1 a 1 e Zuelli ha disputato 45 minuti a buona intensità, dimostrando di poterci stare molto bene nella nazionale U19 italiana.

Una soddisfazione molto grande per il talento di Merano che ha coronato il suo percorso di crescita, fatto di continui miglioramenti, avvenuto nel settore giovanile del club clivense.

Nato a Merano il 22 novembre del 2001, Zuelli è cresciuto a Bolzano, ha iniziato a giocare giovanissimo a calcio prima nell’FC Bolzano, poi nell’Alto Adige e infine nell’FC Gardena.

Gli osservatori del Chievo lo notano in un’amichevole e gli propongono di allenarsi nell’Academy gialloblu un paio di volte a settimana. A 13 anni è un’opportunità da non farsi sfuggire e, nonostante i 140 chilometri da percorrere avanti e indietro in giornata, Emanuele accetta la proposta del Chievo, supportato dalla famiglia, sempre molto presente, che lo invita però anche a non mollare con gli studi.

Sempre il quel periodo, Emanuele viene notato anche dagli scout della Juventus in un torneo in Trentino ma, a causa dei limiti imposti dalle regole in vigore per i giovani minori di 14 anni, molto limitanti in Italia per i ragazzi residenti fuori regione, l’offerta del team bianconero arriva solo 9 mesi dopo, troppo tardi in quanto Zuelli (che precedentemente era stato anche in prova a Vinovo per 3 giorni) era già d’accordo con il Chievo.

Centrocampista centrale con compiti di regia, con un passato da trequartista e che può essere impiegato anche da mezzala, Zuelli ha totalizzato in questa stagione 15 presenze e 2 reti con il Chievo Primavera di Paolo Mandelli, formazione delle quale è anche capitano. Inoltre, in passato, Emanuele si è allenato in diverse occasione con la prima squadra.

Una curiosità è legata a Zuelli, infatti il giovane centrocampista del Chievo ha anche un sito personale, non una cosa così comune tra i ragazzi di 19 anni.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Emanuele Zuelli è un centrocampista centrale con compiti di regia, un giocatore di qualità e dinamicità, in grado di dare profondità al gioco della squadra grazie ai suoi precisi lanci lunghi.

Abile con entrambi i piedi, sa anche rendersi pericoloso dalla media-lunga distanza (è bravo su calcio di punizione) inoltre, è molto intelligente tatticamente e sa posizionarsi spesso al posto giusto nel momento giusto.

Tecnicamente abile, bravo nei passaggi sia lunghi che corti, sa rendersi utile in entrambe le fasi, palesando una visione di gioco periferica e recuperando un discreto numero di palloni.

Elegante nelle movenze ed in possesso di una velocità normale per il ruolo, è spesso nel vivo del gioco, risultando il leader e il perno centrale del gioco dell’U19 di Mr. Mandelli.

Fisicamente longilineo (è alto 181 cm.), ma già discretamente strutturato, Zuelli può ulteriormente rinforzare la sua struttura corporea, in modo tale da essere ancora più performante nei duelli spalla a spalla.

E’ un ragazzo umile, un grande lavoratore, che è migliorato molto nel corso degli ultimi anni, diventando uno dei migliori centrocampisti italiani a livello Under 19.

Tatticamente versatile, Zuelli può giocare da playmaker basso, centrocampista centrale e mezzala.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, intelligenza tattica, calci da fermo, ambidestrismo, lanci lunghi, personalità, passaggi, dinamismo, capacità balistiche, visione di gioco, senso della posizione.
Punti di debolezza: Può rafforzarsi fisicamente e migliorare nella gestione delle energie.
A chi somiglia: Manuel Locatelli
Valutazione: 3/5

(Fonte foto: www.chievoverona.it)

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *