Edin Julardzija: talento croato classe 2001

INFORMAZIONI: Edin Julardzija

Nome: Edin Julardzija
Ruolo: Trequartista, mezzala destra/sinistra
Data di nascita: 21/01/2001
Altezza: 175 cm.
Piede: Destro

Edin Julardzija

E’ notizia di questi giorni l’offerta del Sassuolo per il trequartista classe 2001 della Dinamo Zagabria Edin Julardzija, uno dei talenti più interessanti del florido settore giovanile del principale team croato.

Il giovane centrocampista offensivo non è nuovo ad interessi da parte di club stranieri infatti, già in passato, era finito nel mirino di Chelsea, PSG, Napoli, Inter, Tottenham, Arsenal e Roma, ma la Dinamo ha sempre rifiutato ogni proposta.

In particolare i “Blues”, 5 anni fa, sono stati a un passo da “strappare” il giocatore al club croato, ma alla fine Edin ha preferito rimanere in patria.

Evidentemente i dirigenti puntano a valorizzare ulteriormente Julardzija che finora è stato solamente impiegato nella seconda squadra, ma che si è messo in grande evidenza nel settore giovanile della Dinamo (ha totalizzato 10 presenze in UEFA Youth League), venendo convocato in tutte le nazionali giovanile croate Under 15, Under 16, Under 17 e Under 18.

Nato a Zagabria il 21 gennaio del 2001, Julardzija è fin da piccolo all’interno del settore giovanile Dinamo ed è cresciuto con il mito di Luka Modric anche se, in passato, è stato indicato come il “nuovo Halilovic” e come un mix tra quest’ultimo e l’indimenticabile ex Milan, Zvonimir Boban.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Edin Julardzija è un trequartista che può agire anche da interno di centrocampo, abile tecnicamente, dotato di una visione di gioco periferica, sa essere decisivo in fase di assistenza.

Rapido, bravo nel dribbling ed in possesso di buone capacità balistiche, può essere un pericolo costante dalla media-lunga distanza.

E’ molto dinamico, ama essere sempre nel gioco e agire tra le linee per poi dare profondità al manovra con precisi passaggi filtranti.

Molto abile negli spazi stretti, è creativo, mai troppo scontato nelle giocate ma, pur avendo buoni tempi d’inserimento offensivi, non riesce ad andare in gol con una certa frequenza.

Fisicamente normolineo, può indubbiamente rinforzare la sua struttura corporea, in modo tale da essere più competitivo nei contrasti e nei duelli spalla a spalla. Può migliorare nella fase di non possesso palla anche se non è un giocatore pigro ma anzi si sacrifica molto nelle rincorse.

In campo mostra una forte personalità, smarcandosi con una buona frequenza e prendendosi sempre le sue responsabilità.

Tatticamente il suo ruolo è quello di trequartista in un 4-2-3-1, ma anche di mezzala offensiva in un 4-3-3.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, visione di gioco, dinamismo, dribbling, accelerazione palla al piede, capacità balistiche, creatività, assist, controllo di palla.
Punti di debolezza: Deve rafforzarsi fisicamente, migliorare nella fase difensiva e segnare più gol.
A chi somiglia: Aleksandr Golovin
Valutazione: 3/5

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *