David Kalokoh: talento olandese classe 2005

INFORMAZIONI: David Kalokoh

Nome: David Kalokoh
Ruolo: Ala sinistra
Data di nascita: 25/04/2005
Altezza: 180 cm.
Piede: Destro

David Kalokoh

A dicembre, David Kalokoh è stato grande protagonista della 17esima edizione della MTU Hallencup, competizione nella quale è stato premiato Bester Spieler (miglior giocatore) avendo messo a segno 6 reti, regalando anche giocate d’alta scuola come l’assist illuminante contro l’Atletico Madrid per Silvano Vos (altro grande prospetto). Nonostante il buon bottino di gol, i “Lancieri” non sono riusciti a portare a casa il trofeo che è andato al Barcellona.

“Sono orgoglioso del mio premio, ma se avessimo vinto il torneo sarei stato ancora più orgoglioso”, afferma. “Pensavo fossimo la squadra migliore, quindi c’erano delle grandi aspettative. Alla fine il Barcelona ha vinto. Ecco perché siamo rimasti delusi in seguito. Mi ha fatto molto piacere ricevere questo premio. In questo torneo puoi competere con altri giocatori delle migliori squadre. Essere dichiarato il miglior giocatore è molto bello. Non me l’aspettavo, ma i miei compagni di squadra me l’hanno fatto notare. Non sarei stato in grado di vincere questo premio senza di loro”, ha dichiarato David al sito dell’Ajax.

Con l’ottenimento del trofeo di migliore giocatore della MTU Hallencup, Kalokoh succede a tanti altri talenti che poi sono diventati grandi giocatori come: Ansu Fati, Marc-André ter Stegen (entrambi del Barcelona), Julian Draxler (Paris Saint-Germain) ed Emre Can (Borussia Dortmund). “Molto bello essere dopo di loro” sorride Kalokoh. “Voglio essere altrettanto bravo dopo. O forse meglio. Devo solo continuare a lavorare sodo.”

Nato in Sierra Leone il 25 aprile del 2004, David ha iniziato a giocare nel VV VOS, dove è rimasto fino al 2012, quando è stato ingaggiato dal VVV Venlo. Dopo 6 ottime stagioni al club giallonero, giocando sempre sotto età (a 13 anni giocava con gli U15), Kalokoh è riuscito ad attirare l’attenzione degli scout dell’Ajax.

“Quando vivevo lì (a Venlo), mi potevate trovare ogni giorno al Cruyff Court. Imparavo tricks e nuove cose. Ho spesso giocato a calcio con ragazzi più grandi. Questo ti rende più forte e migliore. Sono più fisici, quindi devi giocare in modo intelligente e non entrare nei duelli. Ora vivo in una famiglia ospitante a Slotervaart.” (tratto da ajax.nl)

All’Ajax ha subito dimostrato di essere un talento di livello assoluto sin dalla prima stagione e, in quella attuale era il capocannoniere (si era fissato l’obiettivo delle 25 reti) della squadra prima dello stop dovuto alla pandemia del Covid-19.

Caratteristiche tecniche e tattiche

“Sono un giocatore tecnico che può superare l’uomo nell’uno contro uno”, così si definisce Kalokoh che aggiunge: “Inoltre, sono veloce e ho un buon tiro. Le mie aree di miglioramento? La finalizzazione, ahah. Il mio piede sinistro è buono, ma potrebbe essere migliore. E devo liberarmi meglio tra le linee. ”

Con la sua velocità, i dribbling e i tiri (quando centra lo specchio), Kalokoh è uno dei pilastri del successo dell’Ajax U15, che è stato campione d’inverno imbattuto. L’ala sinistra è il capocannoniere della squadra con 12 gol e ha già fornito un bel numero di assist.

Tecnicamente abile, eccelle nel dribbling in corsa e riesce spesso a creare la superiorità numerica nella sua zona d’azione.

Fisicamente molto forte, imprendibile e devastante quando accelera palla al piede, ha un tiro potente ma non sempre molto preciso. 

Ama accentrarsi per andare al tiro con il destro ma, con intelligenza, cerca talvolta di “cambiare il copione”, andando sul fondo e tentando il cross con il sinistro.

Molto dinamico, può migliorare difensivamente, ulteriormente rafforzarsi a livello fisico e, come ha detto lo stesso giocatore, perfezionare il sinistro (anche se riesce a segnare qualche gol con il mancino).

Ha una spiccata personalità, è un giocatore vivace, intraprendente, quasi sfacciato nel suo stile di gioco.

Tatticamente il suo ruolo è quello di ala sinistra di un 4-3-3 o esterno offensivo in un 4-2-3-1.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, dribbling, potenza, fisicità, accelerazione palla al piede, creatività, assist, controllo di palla, personalità.
Punti di debolezza: Può migliorare nella fase difensiva, muoversi meglio tra le linee e perfezionare il sinistro.
A chi somiglia: Ismaïla Sarr
Valutazione: 4/5

(Fonte foto: www.ajax.nl)

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *