Catalin Vulturar: talento rumeno classe 2004

INFORMAZIONI: Catalin Vulturar

Nome: Catalin Alin Vulturar
Ruolo: Centrocampista centrale
Data di nascita: 09/04/2004
Altezza: 181 cm.
Piede: Destro

Catalin Vulturar

A cura di Christian Maraniello

Catalin Vulturar è un centrocampista centrale che ha già esordito nella serie B rumena a soli 14 anni, con la società F.C. Uta Arad (al momento della pandemia in testa alla classifica), ed è il capitano della nazionale rumena under 16.

Vulturar ha iniziato a giocare molto presto, prima nella società Dinu Donca e poi al CSS Gloria, quando viene notato dall’attuale club che, appunto, lo ha plasmato sino a farlo esplodere in prima squadra, nonostante la giovanissima età.

La sua precocità, unita alle indubbie doti di leadership, gli hanno consentito di partecipare ad un periodo di prova al Liverpool, dal 9 al 15 dicembre 2019.

La notizia del provino inglese non è passata inosservata in Romania, tanto è vero che le riviste specializzate ne hanno dato ampio risalto.  Infatti, l’esperienza che ha vissuto il ragazzo è stato il coronamento di un sogno, come racconta lo stesso Vulturar sui canali rumeni: l’accademia del Liverpool ti lascia semplicemente senza parole. E’ enorme e moderna. Ho contato 9 campi da biliardo ed uno sintetico, coperto da un pallone. Per non parlare degli spogliatoi e delle altre stanze dotate di tutto ciò di cui hanno bisogno gli allenatori, i calciatori e gli altri membri dello staff. E’ un mondo diverso e chiunque vorrebbe entrare in un club del genere (www.aradorn.ro del 19.12.2019).

Al Liverpool ha svolto due allenamenti con l’under 16, ed ha giocato nel triangolare contro il Crew Alexandra ed il Blackburn: nella prima partita ho vinto 2-1, mentre nella seconda 0-0. Ho giocato centrocampista centrale ed ho fatto il mio lavoro, anche se ho ancora molto da migliorare (www.liga2.prosport.ro del 16.12.2019).

Anche a livello tecnico Vulturar è rimasto impressionato dalla meccanica di gioco: da tutta questa settimana di esperienza sono rimasto particolarmente colpito dal ritmo del gioco, dall’aggressività dell’allenamento e del gioco. E’ stata la mia prima prova all’estero, e mi ha fatto capire quale elevato livello si possa raggiungere nella propria carriera (www.frf.ro del 20.12.2019).

Vulturar è anche molto sicuro del proprio futuro, dimostrando maturità ed un forte senso di responsabilità, anche nei confronti della propria nazione. Ha infatti dichiarato che nel 2020 l’obiettivo principale è di essere promosso in campionato con lo Uta-Arad, mentre a livello personale l’obiettivo è di progredire il più possibile. Spero anche di avere miglioramenti con la mia nazionale: indossare la fascia di capitano e cantare l’inno nazionale mi dava sensazioni uniche, e mi sono reso conto, con i miei compagni, che stiamo combattendo per il nostro Paese (www.frf.ro del 20.12.2019).

 Caratteristiche tecniche e tattiche

Ho osservato Vulturar in nazionale, e devo dire che mi ha impressionato sin da subito per la elevata personalità con cui governa la metodica di squadra.

Non è un centrocampista appariscente, ma essenzialmente d’ordine e di equilibrio, perché interpreta le varie funzioni in modo razionale e cognitivo. Inoltre, come detto, è il leader riconosciuto della squadra e, come tale, comunica ed ordina compiti e posizioni.

La Romania gioca con principi di gioco chiari e moderni, stesi su campo con un 4-2-3-1 fluido, dove in ampiezza agiscono due esterni rapidi ed associativi, in zona rifinitura galleggia un trequartista, e appunto due mediani che garantiscono equilibrio, dinamismo e cerebralità.

In tale scenario Catalin Vulturar è il mediano che assicura attitudini poliedriche, sia nella fase di costruzione e consolidamento, e sia in quella propriamente difensiva.

E ‘ inoltre un centrocampista dotato di struttura fisica importante, peraltro suscettibile di ulteriore rafforzamento, che lo portano ad essere uno dei migliori interpreti della sua categoria di riferimento.

Vulturar porta in dote anche forza atletica e capacità condizionali di discreto livello, che gli consentono di travalicare ampie zone di campo, anche in aggressione dei mezzi spazi.

Non è raro infatti trovarlo in zona rifinitura, ad offrire linee di passaggio, cercando combinazioni in piena associazione con il collettivo.

E’ anche in questo senso che Vulturar dimostra profonda conoscenza dello sviluppo gioco, e di tutte le sue dinamiche. E’ altresì molto abile nella gestione del timing del pressing, aggredendo con giusta efficacia il portatore palla, stando attento – al contempo – al presidio ed alle spaziature.

Come anticipato in nazionale gioca nella mediana a due, e tuttavia vi dico che – a mio parere –Vulturar può giocare in ogni scenario tattico, e quindi in una mediana a tre come intermedio di possesso, oppure come play, che peraltro ritengo essere il suo ruolo vocazionale.

Sotto questo aspetto, intatti, Catalin Vulturar possiede tutte quelle caratteristiche che servono per orientare i principi di gioco e le funzioni di una moderna architettura: intelligenza calcistica, visione longitudinale, intensità, tempi, tecnica funzionale, nonchè forza atletica ed aerobica.

E’ il calcio evoluto che richiede versatilità e testa. In campo se non perdi il controllo sei già un passo avanti ed il ragazzo ha le giuste prerogative per poter entrare nella elite.

Analisi finale

Punti di forza: Fisicità, tecnica funzionale, visione, intensità di gioco, capacità condizionali, intelligenza tattica, aggressività, recupero palla, personalità, gioco aereo.
Punti di debolezza: Può migliorare nell’aggressione degli spazi e nel provare la conclusione personale.
A chi somiglia: Julian Weigl
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: Instagram)

 

4 risposte a “Catalin Vulturar: talento rumeno classe 2004”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *