Bradley Fink: talento svizzero classe 2003

INFORMAZIONI: Bradley Fink

Nome: Bradley Thomas Fink
Ruolo: Punta centrale
Data di nascita: 17/04/2003
Altezza: 190 cm.
Piede: Entrambi

Bradley Fink

Acquistato dal Borussia Dortmund nella scorsa estate per rimpiazzare Youssoufa Moukoko, che è andato a giocare sotto età con la squadra Under 19, Bradley Fink, ex centravanti del Lucerna e bomber della nazionale svizzera U17, ha già raggiunto il “fenomeno” di origini camerunesi.

Infatti, nel primo match di UEFA Youth League contro il Barcellona, Fink è stato impiegato negli ultimi 10 minuti, sostituendo proprio Moukoko e partecipando alla bella vittoria per 2 a 1 sui blaugrana.

Nato a Cham il 17 aprile del 2003, il giovane attaccante ha iniziato a giocare a 5 anni nella squadra locale dell’SC Cham, prima di passare al Lucerna, dove si è sempre distinto per essere un bomber infallibile.

Prima di passare al BVB, Fink ha messo a segno la bellezza di 40 goal in 21 partite con la formazione Under 16 del Lucerna (è stato capocannoniere della categoria), uno score simile a quello del collega più giovane Moukoko che, però, tutte le marcature le ha realizzate da sotto età, mentre la punta elvetica ha segnato “solo” 3 gol in 4 partite giocando contro i più grandi.

Numeri che non potevano non attirare l’attenzione degli osservatori del club di Dortmund, sempre molto attenti ai migliori talenti mondiali che, in modo molto rapido e pragmatico, sono riusciti a strappare il ragazzo al Lucerna pagando solo il premio di formazione, circa 90.000 euro, una cifra irrisoria considerando il valore del ragazzo (i gialloneri volevano anche il compagno Noah Rupp, che però ha deciso di rimanere in patria).

La scelta di Bradley di lasciare la Svizzera è stata molto coraggiosa ed ambiziosa, in quanto, rimanendo in Svizzera avrebbe sicuramente trovato un precoce esordio in prima squadra ma, naturalmente, quando ti chiamano questi top club europei è sempre difficile rifiutare.

Le qualità di Fink non sono sfuggite neanche alla Puma, che ha utilizzato il ragazzo come testimonial per promuovere le nuove scarpe da calcio.

Bradley vive attualmente a Dortmund, anche la madre si è trasferita in Germania, mentre il padre Thorsten, ex calciatore del Bayern e del Karlsruhe (segnò un gol alla Roma nella Coppa Uefa del 1996) e attualmente allenatore del Vissel Kobe, quando ha un fine settimana libero si reca anch’esso nella zona della Ruhr.

In questa stagione, prima di esordire in UYL, Fink si è messo in grande evidenza con la squadra U17 del BVB, con la quale ha realizzato 5 reti e un assist in 7 presenze.

Punto fermo delle nazionali giovanili svizzere, con l’U17 ha segnato 4 gol in altrettante partite.

In futuro Fink potrebbe anche decidere di vestire la maglia dell’Inghilterra (ha il doppio passaporto), ma al momento questa sembra essere un’opzione abbastanza remota.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Bradley Fink è un centravanti dotato di una notevole stazza con i suoi 190 cm., forte nel gioco aereo, abile tecnicamente e nello smarcamento ed in possesso di uno spiccato senso del gol.

Ambidestro, è difficilmente leggibile per i suoi marcatori, i quali non sanno mai se verranno puntati a destra o a sinistra e con quale piede andrà a calciare.

Nonostante la mole imponente, Fink ha un buon passo e una potente progressione palla al piede, che gli consente di attaccare la profondità con decisione, prendendo sul tempo i pacchetti arretrati avversari (differentemente è un po’ macchinoso negli spazi stretti).

Ha buone capacità balistiche, sa fare preziose sponde grazie alla sua stazza, ma può migliorare ulteriormente nella protezione della palla.

Fisicamente ha già una struttura che gli consente di essere pronto per giocare con avversari più grandi, risultando dominante nei duelli spalla a spalla.

Tatticamente il suo ruolo è quello di centravanti che, per caratteristiche fisiche ed atletiche, può sorreggere da solo tutto il peso del reparto avanzato.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, senso del gol, progressione palla al piede, fisicità, ambidestrismo, gioco aereo, capacità balistiche.
Punti di debolezza: Deve migliorare nella protezione della palla e nelle scelte.
A chi assomiglia: Sebastien Haller
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: www.ruhrnachrichten.de)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *