Bartol Barisic: talento croato classe 2003

INFORMAZIONI: Bartol Barisic

Nome: Bartol Barisic
Ruolo: Punta centrale
Data di nascita: 01/01/2003
Altezza: 186 cm.
Piede: Destro

Bartol Barisic

Bartol Barisic, punta centrale classe 2003 della Dinamo Zagabria, sta battendo molti record di precocità in Croazia e le sue indubbie qualità di bomber d’area di rigore gli sono già valse il paragone con un grande dell’attaccante croato del passato, la punta ex Siviglia Davor Suker.

Barisic ha sempre segnato gol a raffica in tutti i tornei disputati dal 2013, ha giocato in quindici tornei, da Vienna, Makarska, Lubiana, Budapest, Berlino, in ognuno è stato nominato capocannoniere e in alcuni ha anche vinto il premio come miglior marcatore e giocatore.

Pur giocando due anni sotto età, Bartol si è dimostrato un “cecchino” infallibile, non patendo mai la differenza di esperienza con gli avversari segnando subito 13 reti alla prima esperienza con la squadra junior. Fino alla fine di novembre il suo score stagionale era di ben 21 reti in nove partite, un ruolino veramente impressionante. E al gennaio del 2018, la statistica era di 31 goal in 16 partite, risultando il migliore realizzatore croato di tutti i campionati del paese (prendendo in considerazione quelli giovanili).

Naturalmente, anche con le nazionali giovanili del paese dalmata, Bartol ha confermato i suoi grandi numeri andando in gol 10 volte in 9 presenze con l’Under 17 del C. T. Tomislav Rukavina che descrive così la promettente punta centrale.

“È un gran realizzatore con un incredibile senso del goal. Gli manca molto poco per essere completo ed è sempre il primo ad allenarsi. È importante sottolineare il suo predominio nel gioco testa. Ha i giusti tempi, salta e calcia bene. È logico che sia stato trasferito alle generazioni più anziane perché era predominante alla sua età. È concentrato quando si trova davanti alla porta avversaria. Un attaccante del genere non c’era da molto tempo, così dominante alla sua età. Suker probabilmente partecipava di più al gioco, ma nella fase di realizzazione Bartol potrebbe essere paragonato a Suker.”

Alcuni addetti ai lavori e anche tifosi hanno paragonato Barisic a Harry Kane ma, rispetto al croato il campione del Tottenham pratica un calcio molto più associativo. Indubbiamente Bartol è molto più simile a Mauro Icardi, per la sua capacità di essere un “killer d’area di rigore”.

Le doti di Barisic non sono sfuggite neanche agli osservatori dei top team europei, pronti a soddisfare le alte richieste economiche della Dinamo Zagabria, la quale vorrebbe tenere qualche stagione in più il “gioiello” della sua florida Academy.

Barisic è originario di Derventa (città della Bosnia Erzegovina a 10 km dal confine con la Croazia), proprio come il difensore della nazionale maggiore Vedran Corluka. Ha iniziato a giocare nell’NK Croatia Sesvete per poi trasferirsi nel 2010 alla Dinamo, club che gli ha permesso di entrare stabilmente nel giro di tutte le selezioni nazionale croate giovanili. Con l’Under 15 croata, Ivan ha anche avuto la possibilità di partecipare (da sotto età come tutta la nazionale) al Torneo Sudamericano Sub-15, competizione nella quale è riuscito ad andare a segno 2 volte in 2 caps.

“Devo tutto ai miei genitori, mamma Mirom e papà Ivan che era un portiere, ma la guerra lo ha fermato, vivo a Brestje, è lì verso Sesvete. Mio fratello minore Jure non è tanto appassionato di calcio quanto di wrestling. Tra le grandi star, mi piacciono di più Cristiano Ronaldo e Luka Modrić, anche se non giochiamo nelle stesse posizioni”, ha dichiarato Bartol Barisic a www.vecernji.hr.

Caratteristiche tecniche e tattiche

“È nel calcio dalla testa ai piedi. Ha tanto potenziale, è molto interessante. Si smarca perfettamente, si muove senza farsi vedere dai difensori, sembra apparentemente disinteressato, nascosto e poi ti distrugge. Segna da tutte le posizioni. Ha lo stesso desiderio e volontà di segnare quando il risultato è 2 – 0, 5 – 0 o 9 – 0. E’ incredibile per passione e fame. Sente la palla e la possibilità di segnare in modo fenomenale, è regolarmente nel posto giusto. Ha il classico istinto del gol. È logico aspettarsi che non lo perderà, ma lo perfezionerà, anche perché ha il talento che la natura gli ha dato”, ha affermato non molto tempo fa, Jozo Bandić, uno degli allenatori della scuola giovanile della Dinamo, parlando di Barisic. (tratto da prvahnl.hr)

Bartol Barisic è stato descritto perfettamente dai suoi tecnici, è una punta centrale famelica, che sa segnare in ogni posizione e in ogni modo, rimanendo sempre lucido nel momento della conclusione.

Molto forte nel gioco aereo, ha una buona tecnica di base e, nonostante la mole considerevole non è neanche lento.

Ogni palla che passa in area di rigore diventa la sua, sa attaccare con i tempi giusti la profondità, finalizzando poi con il suo tiro preciso.

Non è una punta che lavora molto per la squadra e in questo potrebbe certamente migliorare. Inoltre, potrà irrobustire ulteriormente la sua struttura corporea, in particolar modo la parte alta, in modo da essere ancora più dominante nei duelli spalla a spalla.

Ha una forte personalità, è determinato e non patisce minimamente le pressioni esterne neanche quando gioco contro avversari molto più esperti di lui.

Tatticamente il suo ruolo è quello di punta centrale che può rendere al meglio all’interno di un tridente con esterni offensivi abili nel cross.

Analisi finale

Punti di forza: Senso del gol, smarcamento, fisicità, gioco aereo, tecnica, personalità, cattiveria agonistica, precisione nel tiro, attacco della profondità.
Punti di debolezza: Può rafforzarsi fisicamente e partecipare maggiormente alla manovra.
A chi somiglia: Mauro Icardi
Valutazione: 4/5

(Fonte foto: reddit.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *