Anatoliy Trubin: talento ucraino classe 2001

INFORMAZIONI: Anatoliy Trubin

Nome: Anatoliy Trubin Volodymyrovych
Ruolo: Portiere
Data di nascita: 01/08/2001
Altezza: 200 cm.

Anatoliy Trubin

Votato a luglio miglior calciatore dell’Ucraina nella categoria di età Under 19 Anatoliy Trubin, estremo difensore classe 2001 dello Shakhtar Donetsk e della nazionale U21, si candida ad essere il degno rivale di Andryi Lunin per il ruolo di portiere della nazionale maggiore negli anni a venire.

Trubin è stato il primo portiere dello Shakhtar ad aver ricevuto una simile valutazione dagli esperti del progetto Golden Talent.

Talento nativo di Donetsk, Anatoliy ha iniziato a giocare nell’Azovstal-2 Mariupol dove è rimasto fino al 2014, quando è stato ingaggiato dal club arancionero.

Trubin si allena già da un anno con la formazione principale dello Shakhtar (visto il titolare potrebbe presto prendergli il posto…), con la quale è riuscito ad andare per la prima volta in panchina in occasione della partita contro l’Eintracht Francoforte in Europa League del 14 febbraio 2019.

Il promettente portiere è riuscito ad attirare l’interesse di diversi club europei, in particolar modo di Premier League, giocando degli ottimi match di UEFA Youth League e con le nazionali giovanili ucraine.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Anatoliy Trubin è un portiere che colpisce immediatamente per la sua notevole struttura fisica, a dir poco imponente con i suoi 2 metri di altezza.

Bravo nelle uscite basse (in stile portiere da hockey), coraggioso, comunica costantemente con l’intero pacchetto arretrato trasferendo tanta sicurezza e tranquillità.

Ha una buona presa, senso della posizione ed è bravo con i piedi, caratteristica sempre più richiesta ai giovani portieri.

Con il suo lungo rinvio consente alla sua squadra di guadagnare molto terreno, facendo sviluppare dei rapidi contropiedi.

Ha buoni riflessi, è abbastanza reattivo e riesce ad andare a terra con una certa rapidità. Non è un portiere che fa molte escursioni fuori area, ma resta un po’ troppo tra i pali.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, uscite basse, fisicità, coraggio, personalità, senso della posizione, abilità con i piedi.
Punti di debolezza: Può migliorare nelle uscite alte e farsi trovare più pronto fuori area.
A chi somiglia: David de Gea
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: Twitter.com)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *