Alwande Roaldsoy: talento norvegese classe 2004

INFORMAZIONI: Alwande Roaldsoy

Nome: Alwande Benedict Roaldsoy
Ruolo: Trequartista, ala sinistra
Data di nascita: 09/06/2004
Altezza: 191 cm.
Piede: Destro

Alwande Roaldsoy

Alwande Roaldsoy, trequartista/esterno offensivo classe 2004 di nazionalità norvegese, è stato uno dei colpi a sorpresa dell’Atalanta in questa sessione di mercato (anche se i bergamaschi l’avevano provato nei mesi precedenti).

Questo potente prospetto di madre sudafricana e padre norvegese militava nella piccola squadra del Drøbak-Frogn, appartenente alla quarta divisione nazionale del suo paese ma, nonostante questo, era riuscito ad entrare nel giro delle selezioni giovanili norvegesi (ha 3 presenze e un gol in Under 15).

Nato a Lørenskog il 9 giugno del 2004, Roaldsoy è cresciuto nel settore giovanile del Drøbak, dove si è messo in evidenza soprattutto per la sua fisicità e per l’abilità nel distribuire il gioco (nel 2018 è stato anche il miglior centrocampista della Riga Cup, importante torneo internazionale che si svolge ogni anno in Lettonia).

Parlando al sito ufficiale dell’Atalanta il centrocampista ha espresso grande gioia per la sua nuova avventura: “Ho delle farfalle nello stomaco, ma sarà divertente, sono stato accolto molto bene. Questa è la migliore academy in Italia. Non avrei mai potuto trovare di meglio e ho colto l’occasione”, ha affermato felice il giovane talento.

Parlando dei suoi obiettivi a breve e lungo termine, l’adolescente ha dichiarato: “L’obiettivo è debuttare in Serie A il prima possibile. Penso di poterlo fare prima dei 19 anni, ho parlato con molti giocatori che hanno uno o due anni in più e ci sono giocatori nati nel 2003 che si allenano con la squadra A, ho l’obiettivo di allenarmi con loro nel 2021, garantito! Ci voglio provare.”

Roaldsoy ha anche espresso la soddisfazione di entrare a far parte di un club che è arrivato fino ai quarti di finale in UEFA Champions League per poi venire eliminato agli ultimi minuti dal PSG di Neymar e Mbappé.

“È stato divertente e piuttosto sorprendente, ma è stato strano che siano stati eliminati come è successo con il PSG, ma sono felice che siano andati così lontano. E’ stato un momento di orgoglio”, ha concluso.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Alwande Roaldsoy è principalmente un trequartista che, nonostante le lunghe leve, dimostra una notevole padronanza della sfera gestendola con discreta abilità anche negli spazi stretti.

Per la posizione che occupa sul campo ha una struttura fisica abbastanza atipica che meglio si addice ad un difensore centrale o ad un attaccante ma, la sua tecnica notevole, gli consente di essere estremamente efficace quando agisce dietro la punta centrale, risultando determinante sia in fase di finalizzazione che di assistenza.

Bravo nel dribbling, Roaldsoy protegge bene la palla, sa essere pericoloso negli inserimenti offensive ed è anche dotato di buone capacità balistiche.

Elegante nelle movenze, ha una buona progressione palla al piede, qualità che gli permette di essere efficace anche quando agisce da ala sinistra a “piede invertito”.

Preciso nei passaggi, sa dare verticalità al gioco palesando una buona visione di gioco ed inoltre, ama spesso indietreggiare sulla linea di centrocampo per impostare la manovra in prima persona.

Valido nel gioco aereo, fisicamente longilineo ma forte, Alwande può ulteriormente rinforzare la sua struttura corporea in modo da essere ancora più performante nei duelli spalla a spalla. Inoltre, deve migliorare il sinistro, perfezionare la fase difensiva ed essere più continuo nell’arco della partita.

Ha personalità, si smarca continuamente e ama essere nel vivo del gioco, non subendo particolarmente le pressioni esterne.

Tatticamente versatile, Roaldsoy può essere impiegato in un 4-2-3-1 sia da trequartista che da esterno offensivo a piede invertito.

Analisi finale

Punti di forza: Fisicità, visione di gioco, tecnica, dribbling, capacità balistiche, controllo di palla, gioco aereo, assist, personalità, progressione palla al piede, versatilità.
Punti di debolezza: Può rafforzarsi fisicamente, migliorare il sinistro e la fase difensiva.
A chi somiglia: Ebrima Colley
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: Instagram)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *