Alvaro Henry: talento olandese classe 2005

INFORMAZIONI: Alvaro Henry

Nome: Alvaro Henry
Ruolo: Difensore centrale, terzino destro, mediano
Data di nascita: 14/02/2005
Altezza: 182 cm.
Piede: Destro

Alvaro Henry

Alvaro Henry, difensore centrale classe 2005 dell’Ajax e capitano dell’Under 15 olandese, è al momento un dei più forti difensori centrali nella sua fascia d’età a livello europeo.

Il ragazzo di origini francesi, surinamesi e naturalmente olandesi, è entrato a far parte della prestigiosa Academy dell’Ajax nel 2014 proveniente dal settore giovanile dell’Utrecht. Per accapararselo il club ajacide ha battuto la forte concorrenza del PSV.

Henry è reduce da un’ottima stagione da sotto età con la “Onder 16” dei “Lancieri”, con la quale, fino al momento dello stop dei campionati dovuto alla pandemia, aveva totalizzato 19 presenze, 6 clean sheet e un assist. Numeri che gli hanno permesso di entrare nel giro della selezione “Oranje” Under 15, debuttando nello UEFA Devolopment Tournament U15 (torneo vinto dagli olandesi), racimolando 4 caps e giocando 2 volte con la fascia di capitano al braccio.

Nel corso della sua pur breve carriera, Alvaro ha dimostrato di essere un giocatore versatile (con la nazionale olandese di Pieter Schrassert Bert ha giocato alcuni spezzoni di partita da mediano e da terzino destro), anche se la sua posizione preferita è quella di centrale difensivo.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Come già accennato, Alvaro Henry è preminentemente un difensore centrale, un ruolo che interpreta con grande determinazione e personalità, palesando una grande abilità quando c’è da impostare il gioco.

E’ il classico baluardo difensivo che si adatta perfettamente al gioco dell’Ajax, essendo bravo tecnicamente, veloce, aggressivo sull’uomo e pronto “ad aggredire alto” l’attaccante avversario.

Difficilissimo da superare nell’uno contro uno, in virtù della sua rapidità e fisicità, ha anche una certa abilità nel gioco aereo, potendo contare su una grande elevazione, una qualità importante per lui che non è altissimo se paragonato alla media dei centrali moderni.

Bravo negli anticipi, la sua velocità gli permette di recuperare lo spazio perso anche quando sbaglia il posizionamento.

Non butta mai la palla, la gioca sempre, uscendo spesso con la sfera tra i piedi dalla propria area di rigore. Un’azione che gli riesce spesso, ma che lo porta a rischiare troppo, specchiandosi eccessivamente nella sua buona tecnica di base (ha anche un buon lancio).

Energico e preciso nel tackle, grintoso e determinato, a livello giovanile, anche giocando sotto età, si è dimostrato dominante nei duelli spalla a spalla.

I dubbi relativi al talento olandese sono relativi ai suoi margini di crescita a livello fisico, essendo già abbastanza strutturato e non molto alto.

Ha una spiccata personalità, parla molto in campo, trasferendo sicurezza e tranquillità all’intero pacchetto arretrato.

Tatticamente il suo ruolo è quello di centrale difensivo di una difesa a 4 ma, in casi di emergenza, può anche agire da mediano e da terzino destro.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, personalità, fisicità, gioco aereo, velocità, anticipo, tackle, visione di gioco, lanci, versatilità.
Punti di debolezza: Deve ulteriormente rafforzarsi fisicamente. Talvolta rischia troppo palla al piede.
A chi assomiglia: Boubacar Kamara
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: Instagram)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *