Adam Griger: talento slovacco classe 2004

INFORMAZIONI: Adam Griger

Nome: Adam Griger
Ruolo: Punta centrale
Data di nascita: 16/03/2004
Altezza: 190 cm.
Piede: Destro

Adam Griger

16 anni, 4 mesi e 23 giorni Adam Griger, centravanti classe 2004 dell’MFK Zemplin Michalovce, ha avuto la possibilità di debuttare in prima squadra nella Fortuna Liga, la massima serie slovacca.

Griger è diventato il terzo più giovane debuttante nella storia della sua squadra, dietro Jakub Hromada e Dominika Kunca.

Il talento nativo di Presov ha disputato gli ultimi 23 minuti della prima partita di campionato contro lo Spartak Trnava e gli ultimi 9 della seconda giornata contro lo Slovan Bratislava (purtroppo sono state 2 sconfitte per Adam).

Griger ha iniziato a giocare a calcio nel Presov, la squadra della sua città, in seguito è passato al Poprad dove è rimasto fino a luglio scorso.

Il tecnico dello Zemplin Jozef Majoros, non ci ha pensato due volte per lanciarlo nel professionismo d’altronde, le qualità di Griger si erano già viste in giro per l’Europa, sia in occasione delle partite delle nazionali giovanili slovacche, sia nei diversi provini effettuati con squadre di prestigio come Juventus, Milan, Everton e Rangers di Glasgow.

Al club torinese Adam è arrivato quando aveva 15 anni e già giocava 2 anni sotto età con il Poprad, dove era anche capitano.

“La considero una grande esperienza. Non tutti i giorni un calciatore può allenarsi alla Juventus. Sono molto contento di esserci potuto andare. Gli allenamenti sono stati di alto livello, tutti i giocatori presenti sono di grande qualità “, ha detto Adam dopo il test di 6 giorni. Durante il soggiorno a Torino Griger non ha avuto la possibilità di incontrare i calciatori della prima squadra bianconera, ma ha comunque assistito alla vittoria della Juve per 2 a 1 sul Genoa con un gol su rigore all’ultimo minuto di Cristiano Ronaldo, il suo giocatore preferito.

“Sicuramente Ronaldo è uno dei miei giocatori preferiti, è il mio modello. Se ci fosse una possibilità, andrei sicuramente a giocare con la Juventus. La Juventus Academy è altamente professionale. Avevamo un allenamento ogni giorno, tranne il mercoledì, quando c’erano due allenamenti in programma. Dopo ogni allenamento, noi, gli attaccanti, abbiamo avuto anche un addestramento individuale. La squadra di categoria ha disputato una partita di campionato sabato, quindi abbiamo fatto anche un allenamento pre partita”, ha affermato Griger che ha poi chiosato: “Mi hanno detto che si sarebbero interessati a me in futuro. Vorrebbero vedermi di nuovo. Vogliono che giochi alla Juventus il prossimo anno. Finora sembra tutto molto buono, spero che funzioni”. (tratto da fkpoprad.sk)

La chiamata della Juventus non è più arrivata, ma il ragazzo si può consolare con il precoce debutto nella massima serie del suo paese.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Adam Griger è un centravanti potente, che fa della fisicità il suo principale punto di forza. Punto di riferimento della squadra, si rende molto prezioso nelle sponde e nel gioco aereo.

E’ bravo a battagliare con i centrali difensivi avversari facendo valere la sua stazza considerevole, creando poi degli interessanti varchi per gli inserimenti dei compagni.

Non particolarmente elegante nelle movenze, tecnicamente rivedibile, può migliorare nei primi metri mentre, a campo aperto sa farsi rispettare, mettendo in mostra una discreta progressione palla al piede.

A livello giovanile si è distinto per essere un buon finalizzatore, Adam è spesso riuscito ad andare a segno sfruttando la sua altezza e il suo buon tiro.

Fisicamente ha una struttura corporea già abbastanza sviluppata, una qualità che gli ha permesso di giocare costantemente sotto leva.

Ha sicuramente una forte personalità, a livello giovanile è stato un leader delle sue squadre, comunicando e dando indicazioni continue ai compagni.

Tatticamente è una punta centrale non particolarmente dinamica, ma che può essere molto funzionale allo sviluppo di una manovra che prevede il frequente lancio lungo.

Analisi finale

Punti di forza: Fisicità, sponde, gioco aereo, progressione, smarcamento, personalità.
Punti di debolezza: Può migliorare tecnicamente, essere più dinamico e continuo nell’arco della partita.
A chi somiglia: Andrea Petagna
Valutazione: 3/5

(Fonte foto: Instagram)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *