Abel Ruiz: 2000 – Spagna

Nome: Abel Ruiz Ortega
Ruolo: Centravanti
Data di nascita: 28/01/2000
Altezza: 182 cm
Piede: Destro

BIOGRAFIA

Abel Ruiz, centravanti spagnolo del Barcellona, da anni è considerato il futuro della nazionale iberica per quanto riguarda il ruolo di centravanti. I suoi numeri con le giovanili del club catalano e con le varie selezioni delle giovani “Furie Rosse” sono veramente straordinari.
Ruiz ha avuto addirittura la possibilità di giocare ben 2 europei Under 17, il primo perso ai rigori in finale contro il Portogallo, giocando un anno sotto età e il secondo, disputato lo scorso anno con la fascia di capitano al braccio, vinto questa volta ai rigori contro l’Inghilterra, ottenendo anche come premio personale la Silver Boot. Ruiz ha usufruito anche dell’opportunità di giocare successivamente il mondiale Under 17 in India, perso in finale contro la solita Inghilterra, manifestazione nella quale è stato grande protagonista mettendo a segno ben 6 reti. Il suo score con l’Under 17 spagnola è stato straordinario con 27 gol in 37 partite, mentre, attualmente, con l’Under 19 è di 3 segnature in 5 incontri.
Quest’anno il Barcellona lo ha inserito nella formazione B; pur essendo più piccolo degli altri e il più giovane della rosa, il suo rendimento finora è da considerarsi buono con 3 reti in 23 presenze, quasi tutti spezzoni di partita. A settembre, Abel Ruiz è diventato il primo giocatore nato nel 2000 a segnare nella seconda divisione spagnola, nel pareggio per 2 a 2 tra Barcellona B e Granada. Diversamente, Abel non ha reso dal punto realizzativo in questa edizione dell’UYL dove, almeno fino a questo momento, non è riuscito a segnare neanche un gol.
Abel ha iniziato a giocare a calcio nella squadra della sua cittadina, Almussafes, dove è stato scovato giovanissimo dagli osservatori del Valencia, poi nel 2012 è andato al Barcellona, entrando subito a far parte della formazione alevín. Il suo passaggio al club blaugrana ha mandato su tutte le furie i dirigenti del Valencia che puntavano forte sul loro talentino.
Ruiz ricorda come se fosse ieri il primo contatto con il Barcellona: “Ero al torneo di Brunete che si è tenuto a Benalmadena. Ho fatto un grande torneo, il Barça mi ha visto, hanno parlato con i miei genitori. Il fatto che il Barça arrivi da te così piccolo è stata una grande sorpresa. Ero tifoso del Valencia, ma ormai sono qui da molti anni e arriva un momento in cui senti il club dove giochi come tuo. Solo quando giocano contro Barça e Valencia il mio cuore è un po’ diviso.”
D’altronde, il Barcellona ha sempre puntato forte su Abel a tal punto da schierarlo quasi sempre sotto età, ma c’è stato un momento particolare che ha fatto molto piacere al ragazzo: “Mi ricordo che sono arrivato all’infantil A e sono rimasto infortunato per mezza stagione eppure mi hanno detto che la stagione successiva sarei passato alla cadete A senza passare per la B. È stato un momento difficile per me ed è stato un dettaglio importante, perché voleva dire che avevano fiducia in me. Da lì, tutto è stato molto bello.”
Nelle varie squadre della cantera blaugrana, Abel Ruiz sembrava un corpo estraneo, non perché tecnicamente scarso, ma per un fisico molto più prestante rispetto ai suoi compagni di squadra che suscitava l’invidia dei rivali e i commenti negativi da alcuni “esperti” del settore. “Alcuni commenti li avevo sentiti, è vero, ma non potevo fare nulla se ero più alto del normale. Ed è chiaro che nel corso degli anni non ho avuto più questo vantaggio.”
Lo stile di gioco del Barcellona non è sicuramente facile da interpretare per un centravanti dalle caratteristiche fisiche e tecniche di Abel Ruiz: “È complicato, perché un 9 è abituato a giocare nell’area di rigore e il gioco del Barça ti chiede di essere un po’ più lontano. Se questo è complicato, lo diventa ancora di più quando l’avversario gioca contro il Barça e si chiude nella sua area.”
Con il Barcellona Abel Ruiz ha un contratto in scadenza nel 2019 con clausola da 3 milioni di euro, molte squadre europee (Juventus e team inglesi in primis) si sono già fatte avanti con l’entourage del ragazzo, che però sembra al momento orientato a rimanere in Catalogna, mantenendo vivo il sogno di giocare al Camp Nou.
“Ho sempre detto al club che volevo restare qui e manterrò questo pensiero finché vedrò che non si fideranno di me. Ma finora non ho ricevuto lamentele. È chiaro se sono rimasto è perché voglio arrivare a giocare al Camp Nou. È un sogno che tutti abbiamo nella cantera e speriamo che si avveri.” (tratto da sport.es)

CARATTERISTICHE TECNICHE E TATTICHE

Abel Ruiz si definisce così: “Sono un giocatore verticale, con una buona tecnica, tengo bene la palla spalle alla porta. Mi considero un attaccante completo. Ammiro molto Lewandowski, che per me è il centravanti più completo che ci sia. Ci sono volte in cui vorrei avere un po’ più di aggressività, qualità che mi è mancata soprattutto negli anni scorsi quando pensavo che alcune partite non erano così importanti. Devo migliorare nel gioco di testa, fondamentale che ho sfruttato molto bene negli anni passati ma ora non così tanto. Mi è stato anche detto molte volte che assomiglio a Van Basten, ho visto i suoi video e sì è stato un ottimo giocatore, ma il mio idolo resta Lewandowski.” (tratto da sport.es)
Abel Ruiz è una punta centrale forte fisicamente, brava ad attaccare gli spazi ed anche abile a far salire la squadra, ha un grande senso del gol che gli permette di essere al punto giusto nel momento giusto. Ama partecipare al gioco della squadra, scambiare la palla con i compagni per i quali si sacrifica molto. Tecnicamente valido, non colpisce per lo stile di corsa, che può sembrare un po’ macchinoso.
Tatticamente il suo ruolo è quello di punta centrale di un 4-3-3, sia con il club, che con la nazionale Abel ha sempre giocato inserito all’interno di questo schema.

ANALISI FINALE

Punti di forza: Senso del gol, protezione della palla, tecnica, forza fisica.
Punti di debolezza: Gioco aereo e deve essere più grintoso in certe situazioni della partita.
A chi assomiglia: Gonzalo Higuaín
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: www.footmercato.net)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *