Esclusive WFS: consigli per gli acquisti

Tra un mese saremo in pieno mercato invernale, il momento in cui tutte le squadre cercano di riparare agli eventuali errori commessi nella sessione estiva o inserire nuovi elementi di prospettiva in organico. Noi di WFS abbiamo cercato di individuare  11 talenti del panorama giovanile mondiale, evidenziandone quelli che possono essere più appetibili prendendo in considerazione il rapporto qualità/prezzo (abbiamo evitato i giovani calciatori già presenti nei top club e quindi poco accessibili, soprattutto per i team italiani).

1) I difensori centrali mancini sono da tempo “merce rara” e trovarne uno con la qualità di Bruno Amione (2002) del Belgrano è quasi impossibile. Forte fisicamente, abile nel gioco aereo e inesorabile nella marcatura sull’uomo, Amione sa inoltre impostare il gioco con grande precisione, essendo in possesso di un grande lancio di 40-50 metri, in grado di pescare il compagno con grande precisione. Amione è un Marcos Rojo più bravo tecnicamente e più concentrato nell’arco dei 90 minuti.

2) Sempre dal Sub 15 viene il nostro secondo consiglio per gli acquisti, il “tuttocampista” Matías Palacios (2002) del San Lorenzo, elemento dotato di classe sopraffina, un vero è proprio spettacolo per gli occhi quando ha la palla tra i piedi. Palacios ha uno stile di gioco molto dinamico, va sempre a prendersi la palla (anche nella sua metà campo), dai suoi piedi partono costantemente le più pericolose azioni della sua squadra. Abile nel dribbling, abbastanza veloce, sa creare la classica superiorità numerica non solo “saltando” l’uomo, ma anche attraverso illuminanti verticalizzazioni.  Palacios ha un potente tiro dalla distanza e conosce i giusti tempi d’inserimento in fase offensiva. Di partenza è un trequartista, ma poi sa agire indifferentemente da mezzala e da regista, la posizione che potrebbe ricoprire in futuro. Per certi versi può ricordare un giovane Luka Modric.

3) Il trequartista/mezzala maliano Salam Jiddou (2000) del Guidars, è il classico colpo da intenditore di calcio. Jiddou è un elemento elegante, in possesso di visione di gioco, passo veloce, tecnica e capacità balistiche. Qualità che finora ha espresso solamente a fasi alterne, ma il suo margine di crescità e veramente enorme.

4) L’uruguayano Lucas Benitez (2002) del Danubio, è un centrocampista completo, è stato il migliore elemento della sua nazionale al Sub 15. Dotato di una buona struttura fisica, qualità tecnica e tiro dalla distanza, sa svolgere con buona attenzione le due fasi, prediligendo leggermente quella offensiva.

5) Edson Álvarez, difensore classe 1997 dell’América, ha già qualche presenza nella nazionale maggiore messicana, probabilmente andava acquistato prima per risparmiare qualche soldo, ma forse si fa ancora in tempo a strappare un buon prezzo al club detentore del suo cartellino. Forte fisicamente, “cattivo” in marcatura, insuperabile nel gioco aereo, Alvarez ha una buona tecnica di base che gli permette di essere utilizzato in caso di emergenza anche davanti alla difesa. In patria è considerato un possibile erede di Rafa Marquez.

6) Braian Mansilla classe 1997 ed esterno sinistro offensivo del Racing Avellaneda, ha tutto per poter diventare un buon giocatore di livello europeo. Fisicamente massiccio, veloce, in possesso di una buona tecnica e di tanta grinta, Mansilla è un giocatore sempre disponibile al sacrificio, ma non per questo poco qualitativo in fase offensiva.
Mansilla ha già qualche presenza in Primera División e il suo club ha recentemente rifiutato un’ offerta di circa 7 milioni di euro dall’Ajax.

7) Juan Sforza (2002) del Newell’s,  è un giocatore tecnico, con buone capacità balistiche che colpisce per visione di gioco e personalità.
Regista illuminato tecnico, elegante e preciso nei passaggi, Sforza è un mix vincente di “garra” argentina e sagacia tattica. Mai scontato, sa distribuire con sapienza passaggi corti e lunghi, non dimenticandosi mai di rendersi pericoloso con conclusioni dalla distanza.

8) Il trequartista del 2002 Reiner del Flamengo, è un giocatore dotato di un fisico prestante (184 cm) abbinato ad una tecnica sopraffina; “veroniche”, assist millimetrici e potenti tiri dalla distanza sono i pezzi forti del suo repertorio, il 10 sulle spalle della nazionale verdeoro Sub 15 è ampiamente meritato. Reiner può ricordare con le dovute proporzioni il primo Rivaldo.

9) Il portiere turco Berke Özer, classe 2002, di proprietà dell’Altinordu, è probabilmente uno dei migliori prospetti nel suo ruolo. Alto 191 cm., sa essere deciso nelle prese alte e nel gioco con i piedi, oltre ad essere reattivo nelle parate basse e nelle uscite a terra. In passato è stato ad un passo dal Manchester City ma ora sembra essere nel mirino di tanti altri top club del Vecchio Continente.

10-11) James Sands (2000) del New York City e Chris Durkin (2000) del Richmond Kickers, sono entrambi abili sia in fase di marcatura che d’impostazione.
I due hanno delle caratteristiche fisiche e tecniche molto simili, eleganti, forti nel gioco aereo e bravi in impostazione, colpiscono per la calma con cui giocano. Sands è stato anche utilizzato nel ruolo di centrocampista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *