Xavi Simons: talento olandese classe 2003

INFORMAZIONI: Xavi Simons

Nome: Xavi Quentin Shay Simons
Ruolo: Mezzala sinistra/destra, centrocampista centrale
Data di nascita: 21/04/2003
Altezza: 166 cm
Piede: Destro

Xavi Simons

Il nome di Xavi Simons è da tempo sui taccuini degli osservatori dei principali club europei: considerato una dei prospetti più talentuosi a livello europeo, il giovane centrocampista olandese ha recentemente lasciato il settore giovanile del Barcellona per trasferirsi al PSG.

Xavi, con la regia del suo agente, Mino Raiola, si è accasato a parametro 0 al club parigino, andando così a “buttare ulteriore benzina sul fuoco”, sulla recente forte rivalità che è divampata tra catalani e francesi.

Dopo il trasferimento di Neymar al PSG con pagamento della ricca clausola (222 milioni di euro), i blaugrana stanno cercando in tutti i modi di riportare a Barcellona “O’ Ney”, il quale non ha la minima intenzione di continuare a giocare con i francesi.

I dirigenti del PSG indispettiti dall’atteggiamento del brasiliano e del Barcellona, si sono vendicati “scippando” il gioiellino olandese de “La Masia”.

Il trasferimento di Simons ai transalpini è anche una risposta all’acquisto di qualche giorno fa di Louie Barry, centravanti classe 2003 ex West Bromwich che, una volta fatte le visite mediche per il PSG, è stato contattato dai catalani e strappato ai parigini.

Simons è un centrocampista minuto, ma dotato di grandi capacità tecniche e visione di gioco. Il talento nativo di Amsterdam, è figlio dell’ex calciatore e attuale allenatore Regillio, il quale ha chiamato il figlio Xavi, proprio per la grande ammirazione che aveva nei confronti del regista catalano classe 1980.

Simons ha iniziato a giocare a calcio nel CD Thader Rojales, a 7 anni è entrato a far parte del settore giovanile del Barça, dove si è messo in luce come uno dei migliori prospetti, imponendosi a livello nazionale ed internazionale (ha giocato alcuni importanti tornei giovanili anche in Italia).

Nazionale olandese Under 15, è attualmente nell’Under 16 oranje, con la quale ha totalizzato finora 3 presenze.

Xavi ha ottenuto spesso una grande visibilità mediatica, non solo per le sue qualità tecniche, ma anche per il suo look appariscente (una folta chioma riccia alla Valderrama) e per i suoi numerosi video presenti su Youtube.

L’ormai ex wonderboy blaugrana, ha a disposizione una sorta di équipe di media manager che cura le sue pubblicazioni con tanto di logo personalizzato. Simons ha tranquillamente superato un milione di followers su Instagram ed è un testimonial Nike.

Secondo la stampa spagnola, il Barcellona, pur di tenerlo, aveva offerto oltre 200 mila euro a stagione al ragazzo, ma la società del sultano Al-Khelaifi ha offerto di più e, così, Simons si è trasferito all’ombra della Torre Eiffel, firmando un contratto con scadenza nel 2022.

“Oggi è un giorno molto complicato per me, perchè a nessuno piace salutare. E men che meno quando devi dire addio alla tua casa, alla tua famiglia e alla vita a cui sei abituato. Non dimenticherà mai la prima volta in cui ho indossato la maglia del Barça a nove anni…”, ha dichiarato il ragazzo su Instagram dopo aver deciso di lasciare la Spagna.

In Catalogna, non tutti si disperano per la partenza del talentino olandese, definito: “troppo discontinuo, tutto il clamore che gira attorno al suo nome non è coerente con il suo livello”. (tratto da corriere.it)

Caratteristiche tecniche e tattiche

Xavi Simons è un centrocampista di qualità, ma molto leggero, poco consistente nella fase difensiva e nel recupero della palla.

Nonostante il suo nome, Simons è più simile ad Iniesta rispetto a Xavi, essendo un giocatore preminentemente offensivo.

Tecnicamente molto bravo, ha una visione di gioco periferica e una grande facilità di calcio che gli permette di effettuare dei lunghi lanci e dei cambi di gioco di precisione millimetrica.

Abile nello stretto, è in grado di effettuare dei “tricks” spettacolari negli spazi stretti.

E’ un giocatore che si specchia troppo nella sua tecnica, talvolta rallentando eccessivamente i tempi della giocata.

Decisivo con gli assist, rapido e dotato di una buona progressione palla al piede, ha indubbiamente bisogno di rafforzare la struttura corporea ancora esile.

E’ un giocatore di personalità, un accentratore della manovra, che tocca tantissimi palloni durante la partita, risultando uno dei leader della sua squadra (è stato anche capitano).

Tatticamente il suo ruolo è quello di mezzala offensiva/trequartista, in grado di giocare da interno in un 4-3-3 e da incursore d’attacco nel 4-2-3-1.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, visione di gioco, dribbling, personalità, passaggi, rapidità, assist.
Punti di debolezza: Fisicamente esile, poco abile nel recupero della palla e poco concreto in alcune situazioni.
A chi assomiglia: Andrés Iniesta
Valutazione: 3/5

(Fonte foto: www.goal.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *