Bruno Iglesias: talento spagnolo classe 2003

INFORMAZIONI: Bruno Iglesias

Nome: Bruno Iglesias Lois
Ruolo: Trequartista
Data di nascita: 01/05/2003
Altezza: 179 cm
Piede: DestroBruno Iglesias

Nazionale spagnolo Under 16 ed elemento di spicco della squadra Juvenil C del Real Madrid, Bruno Iglesias è un talento cristallino che colpisce immediatamente per la sua sublime tecnica di base e per la grande padronanza della palla.

Nato a Salamanca il primo maggio del 2003, Bruno ha mosso i primi passi nel mondo del calcio nel Santa Marta, piccola società sportiva che ha dato al professionismo numerosi talenti, dove è rimasto fino al 2015, dopo aver fatto un’ottima stagione nella Liga Alevín.

Il Real Madrid ha bruciato la concorrenza degli altri grandi team spagnoli e il ragazzo si è trasferito a vivere e a studiare nella capitale spagnola.

A Valdebebas si è rapidamente imposto come uno dei “gioielli” della cantera, entrando stabilmente nel giro delle selezioni iberiche, come nell’Under 16 di Julen Guerrero, dove è riuscito a totalizzare 8 presenze e un gol.

Caratteristiche tecniche e tattiche

“Giocatore che apporta diverse qualità alla squadra. Bruno ha una grande qualità tecnica e un’ottima gestione della palla con entrambi i piedi. Inoltre, fa la differenza nell’uno contro uno e s’inserisce facilmente nell’area avversaria”, è la descrizione che fa il sito del Real Madrid di Bruno Iglesias.

Il trequartista spagnolo è un giocatore elegante nelle movenze, che ha sempre la palla “incollata” al piede quando parte in progressione, dribblando gli avversari come birilli.

Dotato di una velocità nella media, è comunque in possesso di una buona fisicità, qualità che gli consente di difendere bene la sfera.

In possesso di notevoli capacità balistiche, Bruno Iglesias sa essere molto pericoloso dalla distanza e su calcio piazzato.

Ha una discreta visione di gioco ma, in certe occasioni, tende a tenere troppo la palla, specchiandosi nella sua tecnica e intestardendosi negli assoli individuali.

E’ comunque un giocatore creativo, che illumina la manovra con giocate d’alta scuola, attraverso passaggi filtranti fatti con lo “scavetto”, “veroniche” e “tricks” vari.

Fisicamente longilineo, può ulteriormente rinforzare la sua struttura corporea, in modo tale da essere ancora più performante nei duelli spalla a spalla.

Non sembra patire minimamente le pressioni esterne, risultando uno dei leader carismatici della sua squadra.

Tatticamente il suo ruolo è quello di trequartista in un 4-2-3-1, ma può essere impiegato anche da mezzala offensiva.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, dribbling, visione di gioco, capacità balistiche, calci da fermo, controllo di palla, personalità.
Punti di debolezza: Può ulteriormente rafforzarsi fisicamente ed essere meno individualista in certe occasioni.
A chi assomiglia: Marco Asensio
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: Youtube.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *