Aleksander Buksa: talento polacco classe 2003

INFORMAZIONI: Aleksander Buksa

Nome: Aleksander Buksa
Ruolo: Punta centrale
Data di nascita: 15/01/2003
Altezza: 188 cm
Piede: Sinistro

Aleksander Buksa

Nel sesto turno di Ekstraklasa, il Wisla Cracovia ha perso 3 a 2 sul campo dello Jagiellonia Bialystok, una sconfitta bruciante, che può essere mitigata dalla soddisfazione da parte dei sostenitori della squadra locale, dall’aver visto il primo gol nella massima serie polacca del nuovo “enfant prodige” del calcio nazionale, il classe 2003 Aleksander Buksa.

Quest’ultimo è entrato in campo al 77esimo e, dopo appena 13 giri da lancetta, ha segnato il suo primo gol tra i professionisti, a soli 16 anni e 220 giorni (in campo c’erano dei compagni di squadra, come Brożek, di ben 20 anni più grandi).

Con il sul bel gol di sinistro, Buksa è diventato il capocannoniere più giovane nella storia del Wisła Cracovia, battendo il record di 83 anni fa di Mieczysław Gracz e, soprattutto, risultando il più precoce realizzatore della massima serie polacca nel 21 ° secolo (il secondo nella storia complessiva dopo Włodzimierz Lubański).

Nata a Cracovia il 15 gennaio del 2003, Aleksander è il fratello minore di Adam Buksa, punta centrale del Pogon Szczecin e punto fermo delle nazionali giovanili polacche.

Il più piccolo dei Buksa ha iniziato a giocare a calcio nel Bronowianka Kraków poi, nel 2012, è entrato a far parte dell’Akademia Pilkarska 21 (l’Academy del Wisla), dove è rimasto due stagioni prima di venire inserito stabilmente nel settore giovanile della Biała gwiazda (Stella bianca è il soprannome del Wisla).

Dopo essersi messo in mostra nel vivaio del Wisla, entrando nel giro delle nazionali del suo paese (ha messo a segno 4 reti in altrettante partite con l’U16) e giocando anche la UEFA Youth League, Buksa ha debuttato in Ekstraklasa la scorsa stagione, all’epoca aveva 16 anni e 99 giorni.

L’incontro con lo Jagiellonia è stata la sua ottava presenza nella massima serie polacca. Fino ad ora, era sempre entrato in campo come sostituto, solo una volta giocando per più di un quarto d’ora.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Aleksander Buksa è una punta centrale dotata di una notevole altezza (è quasi un metro e novanta) e di una discreta tecnica di base.

Bravo nel gioco aereo, sa rendersi pericoloso sia in area di rigore, sia dalla lunga distanza, inoltre, ha un “educato” piede mancino che gli consente di realizzare delle giocate di pregevole fattura.

Pur essendo in possesso di lunghe leve, sa essere veloce nell’esecuzione del tiro, prendendo sul tempo i difensori e i portieri avversari.

E’ indubbiamente un centravanti che sente la porta, freddo, che si muove molto sul fronte offensivo, per poi farsi trovare al posto giusto nel momento giusto, palesando uno spiccato senso della posizione degno dei grandi attaccanti.

Conosce bene i movimenti del “bomber di razza”, tagliando spesso sul primo palo e disorientando il marcatore con i suoi continui cambi di direzione in fase di smarcamento.

E’ abbastanza combattivo, sa proteggere bene la sfera rendendosi utile per gli inserimenti dei centrocampisti, inoltre, non di rado, sa farsi apprezzare anche per gli assist, risultando una punta centrale completa.

Non essendo molto veloce, è poco pericoloso quando deve “attaccare la profondità” ed inoltre, come è normale che sia considerando la giovane età, ha bisogno di irrobustire ulteriormente il suo fisico longilineo, in modo tale da essere più competitivo nei duelli spalla a spalla.

Ha una spiccata personalità, dimostra una grande maturità in campo, giocando con la calma di un veterano.

Tatticamente è punta centrale che può rendere al meglio all’interno di un tridente, possibilmente in una squadra con uno stile di gioco offensivo che lo porta il più possibile vicino alla porta avversaria.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, capacità balistiche, senso del gol, smarcamento, gioco aereo, protezione della palla, rapidità d’esecuzione, sponde, assist, personalità.
Punti di debolezza: Deve rafforzarsi fisicamente e migliorare il destro. Non è molto veloce.
A chi assomiglia: Arkadiusz Milik
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: sport.onet.pl)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *