Yamato Wakatsuki: talento giapponese classe 2002

INFORMAZIONI: Yamato Wakatsuki

Nome: Yamato Wakatsuki
Ruolo: Punta centrale
Data di nascita: 18/01/2002
Altezza: 170 cm.
Piede: Destro

Yamato Wakatsuki

Il mondiale Under 17 che si sta disputando in questi giorni in Brasile, sta segnando la rivincita degli attaccanti brevilinei, con le doppiette dell’italiano Willy Gnonto (contro le Isole Salomone) e del giapponese Yamato Wakatsuki contro la fortissima Olanda.

Proprio il successo della nazionale nipponica contro i campioni d’Europa di categoria, è stato il risultato più sorprendente dell’inizio di questa kermesse intercontinentale, un match dove Wakatsuki e co. hanno soffocato il gioco degli “Oranje”, mettendo in luce diversi talenti molto interessanti.

Yamato è stato imprendibile per tutti i 90 minuti, si è reso imprendibile per il figlio d’arte Bogarde, dribblandolo in più occasioni, mettendo a segno 2 reti e guadagnandosi il rigore del definitivo 3 a 0.

Yamato Wakatsuki è nato a Gunma il 18 gennaio del 2002, ha iniziato a giocare a calcio alla Liberty Omama SC, in seguito è passato al Mebashi SC Jr per poi trasferirsi alla Kiryu Daiichi High School, che lo ha girato in prestito allo Shonan Bellmare, dove è rimasto per una stagione.

In J-League, Yamato ha anche avuto la possibilità di esordire, in occasione della partita dello Shonan Bellmare, contro il Vissel Kobe, disputata il 26 maggio scorso (ha anche una presenza nella J. League Cup e nella J. League Cup / Copa Sudamericana Supercup).

In nazionale Under 17, Wakatsuki è riuscito a guadagnarsi un posto da titolare, scalzando dall’undici titolare il “bomber” della squadra, Shoji Toyama.

Una scelta quella del tecnico Yoshiro Moryama che può definirsi vincente, visto lo straordinario impatto che ha avuto Wakatsuki nel primo incontro del mondiale contro un top team come l’Olanda.

Come capita spesso in Italia, la stampa locale si è subito affrettata a dire che sul talento giapponese si è “fiondata” la Juventus, una notizia che a nostro parere non ha al momento un gran fondamento: Wakatsuki è extracomunitario e difficilmente i bianconeri utilizzeranno l’unico slot rimasto per il nipponico.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Yamato Wakatsuki è una punta centrale brevilinea, dotata di baricentro basso, rapidissima ed in possesso di una buona tecnica di base.

Molto bravo negli spazi stretti e scattante, ama svariare sul fronte offensivo ma, quando è in area di rigore, difficilmente perde la lucidità, risultando un bomber inesorabile.

Ha un tiro “pulito”, un grande primo controllo di palla ed una straordinaria rapidità d’esecuzione, che gli permette di prendere sul tempo i portieri e i marcatori avversari.

E’ un attaccante generoso, che non dà mai niente per scontato, pressando con buona frequenza i portatori di palla avversari.

Naturalmente, vista la sua altezza esigua, non può essere altamente competitivo nel gioco aereo ed inoltre, può ulteriormente rinforzare la sua struttura corporea, in modo tale da essere più competitivo nei duelli corpo a corpo.

Tatticamente il suo ruolo è quello di punta centrale (nel Giappone gioca in un 4-4-2 / 4-2-3-1).

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, controllo di palla, dribbling, velocità, rapidità, finalizzazione, personalità, rapidità d’esecuzione.
Punti di debolezza: Deve rafforzarsi fisicamente. E’ carente nel gioco aereo.
A chi somiglia: Wissam Ben Yedder
Valutazione: 3/5

(Fonte foto: nos.nl)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *