Peter: talento spagnolo classe 2002

INFORMAZIONI: Peter

Nome: Peter Federico González Carmona
Ruolo: Ala destra/sinistra
Data di nascita: 25/07/2002
Altezza: 178 cm
Piede: Sinistro

Peter

Anche se il Real Madrid Juvenil C non è riuscito a centrare le semifinali della prestigiosa AlKass International Cup, essendo stato eliminato dai sorprendenti giapponesi del Kashiwa Reysol, molti sono stati i talenti spagnoli a mettersi in luce.

Tra questi, va sicuramente citato Peter Federico González Carmona, più semplicemente Peter, ala destra classe 2002 di piede mancino, un vero funambolo con la palla tra i piedi.

Nato a Madrid, il 25 luglio del 2002, Peter ha iniziato a giocare a calcio nel Getafe Olímpico, in seguito, nel 2014, è passato al Ciudad Getafe, dove è rimasto una sola stagione prima di entrare a far parte delle categorie inferiori del Real Madrid.

Ne “La Fábrica” si è subito distinto per la sua eccelsa qualità tecnica e, molti suoi gol, fatti con le varie squadre giovanili, sono finiti nelle varie clip del canale tematico del club madrileno.

Il sito ufficiale del Real Madrid lo descrive così: “Calciatore offensivo di fascia con la capacità di giocare su entrambe le corsie. Gestisce la palla con qualità con entrambi i piedi, è molto veloce palla al piede e si muove bene sul campo da gioco per associarsi ai suoi compagni di squadra. Ha anche un bel tiro.”

Sulla stessa linea è la descrizione che il giovane talento iberico dà di sé: “Sono un giocatore che dà velocità alla squadra.”

Caratteristiche tecniche e tattiche

In linea generale la descrizione tecnica e tattica di Peter, fatta dal sito del Real Madrid, è abbastanza attinente, sennonché, lo spagnolo sembra essere un mancino puro, che usa non molto il piede destro e, proprio per questo, preferisce agire sulla fascia destra, dove ha la possibilità di accentrarsi ed andare al tiro con il piede forte.

Molto veloce, in piena corsa sa effettuare dei “tricks” spettacolari, che spesso lasciano sul posto i suoi dirimpettai.

E’ un giocatore che fa la differenza nel suo settore di competenza, creando la superiorità numerica e ribaltando velocemente l’azione, trasformandola da difensiva a offensiva.

A campo aperto è veramente difficile da arginare e la palla resta sempre “incollata” al suo “educato” piede sinistro anche quando è in piena corsa.

Peter sa sfornare degli assist illuminanti di precisione millimetrica, può mettere la palla dove vuole, avendo una completa padronanza della sfera.

Oltre ad essere decisivo in fase di assistenza, il talento madrileno sa essere veramente pericoloso dalla media-lunga distanza, avendo in dote un calcio forte, pulito e potente.

Ha una buona visione di gioco, anche se, in certe occasioni, eccede nelle giocate individuali, specchiandosi troppo nella sua tecnica sopraffina.

Fisicamente longilineo, ha bisogno di irrobustire con qualche muscolo in più la sua struttura corporea, che attualmente lo penalizza nei duelli spalla a spalla.

Tatticamente il suo ruolo è quello di esterno destro d’attacco di un 4-2-3-1, ma può anche agire da ala in un 4-3-3. In ogni caso, interpreta il suo ruolo in maniera generosa, svolgendo una discreta fase difensiva.

Analisi finale

Punti di forza: Progressione palla al piede, velocità, tecnica, mobilità, dribbling, capacità balistiche, assist, personalità, visione di gioco.
Punti di debolezza: Deve rafforzarsi fisicamente e può migliorare il destro.
A chi assomiglia: Leroy Sané
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: www.realmadrid.com)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *