Matheus Araujo: talento brasiliano classe 2002

INFORMAZIONI: Matheus Araujo

Nome: Matheus de Araujo Andrade
Ruolo: Ala sinistra/destra, trequartista, mezzala sinistra/destra
Data di nascita: 22/05/2002
Altezza: 176 cm.
Piede: Destro

Matheus Araujo

Matheus Araujo, trequartista/esterno offensivo di grande qualità, è uno dei talenti più in vista del florido settore giovanile del Corinthians che, non a caso, lo ha vincolato contrattualmente fino al 2022, fissando una clausola di 50 milioni di euro per chi volesse acquistarlo.

Matheus, così viene semplicemente chiamato nel club di appartenenza, è nato a Osasco il 22 maggio del 2002, ha iniziato a giocare a calcio nel Fut-Talentos di Jardim Catarina, una società nella zona est di San Paolo.

Successivamente è passato all’ECUS (Esporte Clube União Suzano) ed in seguito è andato per una stagione al Grêmio Mauaense e l’anno successivo, nel 2017, al São Bernardo. Anche in quest’ultima squadra, Matheus resta solo una stagione, decidendo di trasferirsi all’União Barbarense, club che gli ha permesso di mettersi in luce, attirando l’interesse degli osservatori del “Timão”, che l’hanno fatto tesserare all’inizio di quest’anno.

L’ex club ha ancora il 30% dei suoi diritti economici, mentre il Corinthians possiede l’altro 70%, ma pagando 3 milioni può riscattare il qualsiasi momento la quota dell’União Barbarense.

“Ho avuto una grande crescita dall’inizio dell’anno, sto facendo buone partite in campionato, spero di migliorare. È una sensazione indescrivibile, felice di firmare il rinnovo con uno dei più grandi club del paese. Sono sicuro che otterrò grandi risultati “, ha detto Matheus dopo la firma del contratto con il team paulista. (tratto da globoesporte.globo.com)

Dopo aver messo a segno 6 reti nelle prime 8 partite di questa stagione con la squadra U17 (è arrivato a 9 reti e ha anche esordito in U20), Matheus è stato anche convocato in prima squadra dal tecnico Fábio Carille per un test amichevole contro il Botafogo (mancavano molti titolari).

“E’ stata una sensazione di immensa felicità. Sono stato molto contento quando ho ricevuto la notizia che ero stato convocato per questa partita. È una grande opportunità per imparare, crescere e farmi vedere dai tifosi, mostrando ciò che posso offrire. Spero di imparare molte cose, non solo dal gruppo di giocatori, ma anche dal professor Carille. Sono convinto di poter raccogliere un po’ di frutti da questa esperienza, in modo da migliore per evolvere ulteriormente nella mia carriera” ha dichiarato Matheus. (tratto da lance.com.br)

Il numero 10 delle giovanili del Corinthians ha anche fatto parte del gruppo dell’Under 17 brasiliana che si è laureata recentemente in patria campione del mondo di categoria. Matheus non ha ottenuto un grande minutaggio ma, quando è stato impiegato, ha dimostrato di essere un giocatore dotato di una notevole qualità.

Grande ammiratore di Messi, ama trascorrere il tempo libero con gli amici giocando a ping pong, biliardo e videogiochi. Il suo film preferito è Avatar e apprezzo molto le canzoni di Marília Mendonça.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Matheus è un giocatore che può ricoprire tutti i ruoli dietro la punta centrale: nell’U17 del Corinthians è stato impiegato principalmente da trequartista ma, in nazionale U17 (e anche nell’amichevole con la prima squadra) è stato impiegato sulle corsie esterne.

Tecnicamente molto dotato, abile nel dribbling, ha una buona visione di gioco inoltre, è un giocatore dinamico, che ama “galleggiare” sulla trequarti, risultando determinante non solo in fase di assistenza (è bravo nel verticalizzare), ma anche nella finalizzazione.

Si smarca continuamente, è sempre nel vivo del gioco, pronto a ricevere la palla dai compagni, risultando un accentratore della manovra.

Elegante nelle movenze, dotato di un discreto tiro (calcia le punizioni), ha buoni tempi d’inserimento offensivi, una qualità che gli consente di mettere a segno un buon numero di gol stagionali.

In possesso di un buon passo e di una altrettanto valida progressione palla al piede, in certe occasioni tende a giocare un po’ troppo sotto ritmo.

Pur essendo un giocatore di qualità e dalle doti principalmente offensive, Matheus non disdegna la fase difensiva, contrastando con dei “tackle” abbastanza energici i portatori di palla avversari.

Fisicamente normolineo, può sicuramente rinforzare la sua struttura corporea, in modo tale da essere più competitivo nei duelli spalla a spalla.

Tatticamente versatile, Matheus può ricoprire tutti i ruoli dietro la punta centrale nel 4-2-3-1.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, visione di gioco, controllo di palla, capacità balistiche, dinamismo, inserimenti offensivi, intelligenza tattica, personalità, assist.
Punti di debolezza: Può rafforzarsi fisicamente, migliorare il sinistro e limitare la sua impulsività.
A chi somiglia: Willian
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: www.cbf.com.br)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *