Jordi Escobar: talento spagnolo classe 2002

INFORMAZIONI: Jordi Escobar

Nome: Jordi Escobar Fernández
Ruolo: Punta centrale
Data di nascita: 10/02/2002
Altezza: 189 cm
Piede: Destro

Jordi Escobar

Jordi Escobar, punta centrale classe 2002 del Valencia, è uno dei tanti talenti della cantera delle “Taronges” che era finito nel mirino dei più importanti club di Premier League.

D’altronde le sue caratteristiche fisiche e tecniche ben si prestano allo stile di gioco del campionato inglese.

Questa volta però lo “scippo” nei confronti del club spagnolo non è riuscito e il team valenciano è riuscito a vincolare il ragazzo fino al 2022 con una clausola da 80 milioni di euro.

Jordi, come si può facilmente intuire dal nome, è nato Sant Cebrià de Villalta, vicino a Barcellona, un comune di 3000 abitanti. E’ entrato a far parte del settore giovanile del Valencia nel 2015, aveva mosso i primi passi nel mondo del calcio nel Calella, poi è passato al CD Blanes, in seguito al Riudarenes e, per un po’, è stato anche al Barcellona. Dai blaugrana si è poi trasferito ai “cugini” dell’Espanyol al termine della stagione 2011/12 ed in seguito è arrivato finalmente al Valencia insieme al fratello Ismael.

Il suo ambientamento alla nuova realtà è stato molto rapido, facilitato dal fatto che è stato accompagnato da tutta la famiglia.

Jordi Escobar si è subito imposto come un bomber inesorabile (andando oltre le aspettative). Alla sua prima stagione con il club bianconero nella categoria Infantil A valencianista, si è classificato con la sua squadra al terzo posto nelle Liga Autonómica, segnando 27 gol che gli hanno permesso di diventare il miglior goleador della categoria.

Nelle prime due stagioni a Valencia, Jordi ha messo a segno ben 56 gol in 3 diverse categorie: infantil, cadete e juvenil.

Nel 2017 ha debuttato con la Juvenil B agli ordini di Mista e la prima stagione non poteva essere migliore dato che ha fatto quello che sa fare meglio, segnare tanti gol. L’attaccante valenciano è stato infatti premiato come miglior marcatore nella categoria.

Nella stagione 2017/2018 Escobar ha messo a segno 11 reti, ma soprattutto si è reso utile per i compagni con il suo prezioso gioco fatto di sponde. Nella stessa stagione gioca 5 partite con il Valencia Juvenil B e segna 2 gol; gioca anche con Valencia Juvenil A e segna altri 2 gol.

Nel gennaio 2018 rinnova con il Valencia fino al 2022 e viene posta la già citata clausola risolutiva di 80 milioni di euro.

Nel giugno 2018 gioca la Dream Cup in Giappone con la nazionale spagnola Under 16, partecipa a tutte e 3 le partite e segna due gol.

Nel luglio del 2018 ha svolto la preseason con il Valencia e ha debuttato contro il Galatasaray, a soli 16 anni, giocando i primi 45′ minuti, facendo coppia in attacco con Zaza. In totale, durante il precampionato, gioca 6 partite, 2 partendo da titolare per un e totale 120 minuti.

Attualmente gioca con il Valencia Mestalla, ma è stato impegnato anche con la squadra Under 19 che ha partecipato alla UEFA Youth League, dove è anche andato a segno in occasione della partita contro il Manchester United del 12 dicembre.

Escobar fa parte della nazionale spagnola Under 17, con la quale ha messo a segno 3 assist, risultando uno dei migliori in questo fondamentale nella fase di qualificazione all’europeo di categoria.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Jordi Escobar è una punta centrale che sa usare il corpo molto bene. Il suo stile di gioco è fondamentale per far sviluppare le azioni offensive della squadra, smistando la palla sulle fasce, creando così delle possibilità da gol per le ali.

È un grande combattente e non dà alcuna palla per la persa e, nonostante la sua altezza, sa giocare molto bene con i piedi.

Jordi non solo è solo un buon finalizzatore, ma è anche un grande assist-man, risultando un elemento molto prezioso per i suoi compagni.

Gli piace spostarsi sulla parte sinistra del reparto avanzato, in modo tale da essere avvantaggiato nell’andare al tiro con il suo piede forte, il destro.

E’ inoltre un giocatore molto generoso, va continuamente in pressing sui portatori di palla, risultando così il primo difensore, svolgendo un lavoro molto importante di logoramento nelle difese avversarie.

Forte nel gioco aereo, dotato di buona tecnica, considerando la mole imponente, Escobar non è neanche così lento, un fattore questo che lo rende ancora più difficile da marcare per i difensori avversari.

Tatticamente il suo ruolo è quello di punta centrale in un 4-3-3.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, gioco di sponda, gioco aereo, assist, personalità, intelligenza tattica.
Punti di debolezza: Deve migliorare con sinistro e velocizzare i tempi d’esecuzione.
A chi assomiglia: Luca Toni
Valutazione: 3,5/5

(fonte foto: http://lataronjadeportiva.es )

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *