Cristian Medina: talento argentino classe 2002

INFORMAZIONI: Cristian Medina

Nome: Cristian Medina
Ruolo: Trequartista
Data di nascita: 01/06/2002
Altezza: 180 cm
Piede: Destro

Cristian Medina

Il club più prestigioso argentino, il Boca Juniors, sarà rappresentato al prossimo SUB-17 da tre talenti: Ricardo Martinez, Exequiel Zeballos e il trequartista Cristian Medina.

Proprio su quest’ultimo ci soffermeremo oggi, nuova “joya” del vivaio “Xeneize” e punto fermo delle nazionali giovanili argentine.

Medina è entrato a far parte del settore giovanile del Boca nel 2012 scovato dagli osservatori Perotti e Mazzili, nelle varie squadre della cantera del club gialloblu si è sempre distinto come uno dei talenti più qualitativi, in grado di abbinare la buona tecnica di base ad una discreta fisicità, qualità che hanno attirato l’attenzione dei diversi C.T. dell’Albiceleste.

La passata stagione, Cristian si è messo in luce nella Septima del Boca, una delle squadre più prolifiche del settore giovanile del team di Buenos Aires. Lui, insieme a Zeballos e Almirón (o Jiménez), hanno formato un reparto avanzato letale per i pacchetti arretrati avversari.

“Cristian Vella, il nostro allenatore, ci chiede continuamente di provare ad attaccare, proviamo sempre a giocare. Questo ci permette di segnare”, ha dichiarato Cristian in un’intervista della passata stagione a Olé.

Medina è diventato molto popolare e un idolo per i suoi tifosi, perché, proprio giocando nella Septima, è riuscito a mettere a segno un gol spettacolare in rabona nel Superclásico, contro gli acerrimi rivali del River Plate (il video del suo gol si può trovare on line).

Al termine della passata stagione, Medina si era posto l’obiettivo ottenere la convocazione per il SUB-17…traguardo raggiunto!

Caratteristiche tecniche e tattiche

Cristian Medina si è descritto così al quotidiano Olé: “Ora mi sono stabilizzato nel ruolo di “enganche”, ma sono libero di muovermi. Svario per l’intero fronte di attacco. Sono conosciuto per la mia velocità e uno dei miei punti di forza è l’uno contro uno.”

Medina è un giocatore che dà qualità al gioco della sua squadra, è tecnico, dotato di una buona progressione palla al piede, dove mette pienamente a frutto le sue lunghe falcate.

In possesso di buone capacità balistiche, ha una buona struttura fisica che gli consente di resistere bene alle cariche dei difensori avversari.

Sa proteggere bene la sfera, facendo leva sulla sua fisicità e sulla notevole forza nelle gambe. Nonostante abbia delle lunghe leve, sa disimpegnarsi bene negli spazi stretti, palesando la sua buona tecnica di base.

Non è molto bello da vedere, non ha una corsa elegante, ma sa comunque essere molto efficace. Porta quasi sempre i calzini calati, un vezzo che lo accomuna ad un grande giocatore argentino del passato, Juan Sebastian Veron.

Ha una visione di gioco periferica, sa essere preciso sia nei passaggi lunghi che corti, facendosi trovare pronto sia nel momento della finalizzazione che nell’assistenza, verticalizzando il gioco con i giusti tempi.

Molto dinamico, si muove molto nella zona di trequarti, indietreggiando verso la propria metà campo quando mancano i rifornimenti al reparto avanzato.

Si smarca continuamente alla ricerca della zona di campo libera, mostrando una buona lettura delle diverse situazioni.

E’ un giocatore grintoso, è il classico giocatore argentino che non toglie la gamba quando c’è da contrastare.

Tatticamente il suo ruolo è quello di trequartista in un 3-4-1-2 o in un 4-2-3-1.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, intelligenza tattica, capacità balistiche, assist, visione di gioco, inserimenti offensivi, fisicità, passaggi.
Punti di debolezza: Può rafforzarsi ulteriormente e partecipare maggiormente alla fase difensiva.
A chi assomiglia: Ross Barkley
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: www.afa.com.ar )

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *