César Pérez: talento cileno classe 2002

INFORMAZIONI: César Pérez

Nome: César Ignacio Pérez Maldonado
Ruolo: Mediano
Data di nascita: 29/11/2002
Altezza: 178 cm
Piede: Destro

César Pérez

Nel Cile che sta disputando in questi giorni il Torno Sudamericano Sub 17 in Perù (un pareggio e una sconfitta per ora), si sono messi in evidenza un paio di talenti.

Il primo è Gonzalo Tapia, già presente nel nostro sito, il secondo è il capitano César Pérez, mediano classe 2002 del Club Deportivo Magallanes (società di Santiago che milita nella Campeonato Nacional de Primera B del Fútbol Profesional Chileno).

Nel secondo match, perso 3 a 2, i cileni si sono fatti rimontare dall’Ecuador dopo il vantaggio iniziale per 2 a 0, ma César Pérez è stato uno degli ultimi a mollare, confermando quanto di buono fatto nel match precedente contro i padroni di casa del Perù.

Prodotto del vivaio del Club Deportivo Magallanes, César è un ragazzo molto orgoglioso delle sue origini: “È una grande gioia per me e la mia famiglia essere convocato in nazionale. Ero già nel gruppo dell’Under 15 e so che la responsabilità è grande, poiché devo essere un esempio per i miei colleghi del Magallanes e motivarli in modo che possano anche raggiungere anche loro la squadra nazionale “, ha detto il centrocampista al sito ufficiale del club.

“Siamo una squadra completa, aggressiva, attacchiamo e difendiamo tutti insieme. Arrivo al Sub-17 dopo un infortunio che mi ha tenuto fuori per 7 mesi. Come squadra, sogniamo di qualificarci alla Coppa del Mondo di categoria”, queste sono state le dichiarazioni del capitano della Rojita a futboljovenchile.cl, poco prima dell’inizio del Sudamericano.

Caratteristiche tecniche e tattiche

César Pérez si descrive così: “Sono un volante-misto, credo che uno dei miei punti di forza sia la fisicità abbinata alla tecnica individuale”. (tratto da futboljovenchile.cl).
Il talento cileno è giocatore carismatico, grintoso, che lotta con grinta per tutti i 90 minuti, recuperando un gran numero di palloni.

Agisce preminentemente davanti alla difesa, ma non per questo rinuncia alla manovra di costruzione del gioco, impostando con discreta precisione.

E’ un “volante” che privilegia la fase di copertura, ma che si fa apprezzare anche nell’organizzazione della manovra (pur non essendo dotato dell’estro di un trequartista), tentando anche delle verticalizzazioni improvvise.

Elegante nelle movenze, ha grandi capacità aerobiche, è un moto perpetuo, i compagni possono sempre fare affidamento su di lui, che non si tira mai indietro davanti alle responsabilità, dimostrandosi un leader carismatico.

Gioca sempre con grande intensità e a ritmi alti, la sua presenza in campo è sempre ben tangibile.

Già dotato di una buona struttura fisica, a livello giovanile esce spesso vincitore dai contrasti e dai duelli aerei.

Tatticamente può giocare in entrambi i ruoli centrali di una mediana di un 4-4-2, ma può comodamente agire anche da vertice basso di un 4-3-3.

Analisi finale

Punti di forza: Fisicità, recupero palla, tecnica, gioco aereo, tackle, intelligenza tattica, leadership.
Punti di debolezza: Talvolta può essere meno irruento ed essere più preciso nelle verticalizzazioni.
A chi assomiglia: Arturo Vidal
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: futboljovenchile.cl)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *