Anssumane Fati: talento spagnolo classe 2002

INFORMAZIONI: Anssumane Fati

Nome: Anssumane Fati
Ruolo: Ala sinistra
Data di nascita: 31/10/2002
Altezza: 172 cm
Piede: Destro

Anssumane Fati

Il Barcellona ha vinto la scorsa UEFA Youth League e anche quest’anno si candida fortemente per la vittoria finale, avendo messo in mostra molti giocatori di talento e la solita grade organizzazione di squadra.

Tri i prospetti che hanno maggiormente catturato l’attenzione, va sicuramente citata l’ala sinistra di origini guineana, ma in possesso di passaporto spagnolo, Anssumane Fati.

Trasferitosi in Spagna fin da piccolo con il padre ed il fratello,“Ansu”, così viene chiamato dai compagni di squadra, è arrivato al Barcellona proveniente dal Siviglia con il fratello Braima (anche lui calciatore). Il ragazzo fin dalle prime giocate ha subito attirato l’attenzione di tecnici e giornalisti che seguono costantemente le gesta delle squadre giovanili del Barça.

Ha debuttato il blaugrana con Marc Serra nella categoria Alevín A e ha immediatamente palesato le sue grandi qualità tecniche e di velocità, superiori rispetto ai suoi coetanei.

Così nel corso degli anni ne “La Masia” è stato sempre fatto giocare sotto età (anche di 2 anni), migliorando le sue doti e limando le sue carenze diventando, secondo molti allenatori della cantera catalana, il miglior giocatore del vivaio.

Tutto sembrava filare liscio fino al derby del 13 dicembre 2015 con l’Espanyol, quando un brutto infortunio lo ha bloccato per 10 mesi: una frattura di tibia e perone che ha fortemente impressionato anche i suoi compagni di squadra. Quest’ultimi, nella partita successiva, hanno festeggiato ad ogni gol mostrando la maglia con la dedica per lo sfortunato ragazzo di origini africane. In particolar modo l’ex capitano della squadra, il difensore ora in forza al Manchester City, Eric Garcia, gli è sempre stato vicino, così come lo staff medico del club e Marc Lacueva, rappresentante dell’agenzia Minguella Football Management.

A questo brutto intoppo si è aggiunta anche la sanzione da parte della FIFA, che ha sanzionato il Barcellona per l’irregolare tesseramento di calciatori minorenni, con conseguente stop del mercato.

Così appena recuperato dall’infortunio, Fati è stato sospeso dalla FIFA, insieme ad altri 7 giocatori del vivaio del Barcellona (Steven Erick Ferigra, Imad El Kabbou, Labinot Kabashi, Konrad de la Fuente, Haitam Ilaix Aaida e Xavi Simons).

Una volta superati tutti i problemi, Fati è rientrato a giocare normalmente nelle squadre giovanili del club catalano, nel quale si è subito distino per la sua buona vena realizzativa e abilità in fase di assistenza. Doti che sta confermando anche in questa stagione in UYL, dove ha già “sfornato” 2 assist in poco più di 100 minuti disputati (in 4 presenze complessive), entrambi messi a segno contro l’Inter.

Pur giocando nel Barcellona, Anssumane non ha scelto come modello un giocatore del club catalano, ma l’ala del Manchester United Marcus Rashford.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Anssumane Fati è un’ala sinistra di piede destro, che abbina alla notevole tecnica di base una straordinaria velocità.

Quando parte palla al piede è veramente difficile da arginare, in quanto la sfera non si allontana mai dai suoi piedi, riuscendo spesso a spostarla prima che gli avversari possano rubarla.

Oltre a queste spiccate capacità nella conduzione della palla, Fati aggiunge anche un ottimo dribbling, che sa mettere a frutto sia a campo aperto che negli spazi stretti.

Buon realizzatore, ha discrete capacità balistiche e soprattutto è un fine assistman.

L’esterno offensivo di origini africane diventa fondamentale nel ribaltare velocemente l’azione, dimostrandosi un fenomenale contropiedista.

Fisicamente brevilineo e dotato di baricentro basso, protegge abbastanza bene la sfera, anche se ha bisogno di irrobustire la sua struttura fisica, per essere più competitivo nei duelli corpo a corpo.

Il suo stile di gioco è molto vivace ed è fatto di continue accelerazioni e dribbling sulla fascia di competenza.

Tatticamente il suo ruolo è quello di ala sinistra in 4-3-3, una posizione che interpreta molto all’attacco, lasciando un po’ a desiderare nella fase difensiva. In realtà nei primi anni della sua carriera in Spagna, Fati veniva impiegato da punta centrale-“finto nove”, ma non essendo cresciuto molto fisicamente, è stato dirottato in seguito sulle corsie esterne.

Analisi finale

Punti di forza: Velocità, tecnica, dribbling, rapidità, capacita balistiche, assist.
Punti di debolezza: Deve migliorare con il sinistro, rafforzare la sua struttura fisica e migliorare nella fase difensiva.
A chi assomiglia: Justin Kluivert
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: www.sport.es)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *