Wiktor Plesnierowicz: talento polacco classe 2001

INFORMAZIONI: Wiktor Plesnierowicz

Nome: Wiktor Marek Plesnierowicz
Ruolo: Difensore centrale
Data di nascita: 29/03/2001
Altezza: 184 cm.
Piede: Destro

Wiktor Plesnierowicz

I giocatori polacchi hanno dimostrato di avere un’ottima adattabilità al nostro campionato ed il movimento calcistico del paese dell’Est Europa continua a produrre un gran numero di talenti e tra questi figura anche il nuovo acquisto della Roma (prestito con diritto di riscatto a 500 mila euro), Wiktor Plesnierowicz, ex difensore centrale classe 2001 del Lech Poznan.

“Gli italiani osservavano Wiktor da molto tempo, si può tranquillamente dire che era ben noto a loro. In questi giorni avevano bisogno di un difensore centrale, ecco perché sono venuti da noi. Possiamo goderci il fatto che club così grandi guardino i nostri talenti”, ha dichiarato il direttore sportivo dell’Academy del Lech Poznan, Marcin Wróbel, come si può leggere dal sito ufficiale del club.

Prosegue poi il dirigente polacco: “Abbiamo trovato soddisfacenti le condizioni per l’acquisto del nostro giocatore, ecco perché abbiamo accettato questa proposta. Tuttavia, confidiamo ancora su di lui e su una sua crescita regolare e, soprattutto, speriamo che diventerà un giocatore ancora migliore in questa stagione”, ha aggiunto Wróbel.

Non è mancato neanche il commento dell’ex giocatore della Roma e presidente della Federazione Calcio Polacca, Zbigniew Boniek che, sul suo profilo Twitter ha scritto: “Plesnierowicz all’AS Roma? Che notizie dalla mattina, non è troppo presto?”

In realtà, il giovane difensore polacco sarà introdotto gradualmente nel calcio italiano, venendo aggregato prima alla squadra Primavera allenata da Alberto De Rossi.

Nato a Kalisz il 29 marzo del 2001, Wiktor ha iniziato a giocare a calcio nella squadra locale del Kaliszanin Kalisz poi, nel 2014, è entrato a far parte del settore giovanile del Lech Poznan. Due anni dopo ha firmato il primo contratto con il “Kolejorz” (Ferroviere, è il soprannome del Lech) dimostrandosi costantemente uno dei migliori prospetti del club di Poznan, venendo anche nominato capitano nelle diverse categorie giovanili.

Plesnierowicz ha anche vinto il campionato con la squadra junior del team biancoblu, segnando un gol su rigore nella finale contro il Cracovia.

Nella stagione 2017/2018 passa in pianta stabile nella seconda squadra, guidata dal tecnico Ivan Djurdjevic, che lo suggerisce immediatamente all’allenatore dei professionisti. Così, all’inizio del 2018, Wiktor parte in ritiro in Turchia con la prima squadra.

“Quando arrivi dalla squadra junior alla formazione principale in un anno, percepisci una sensazione che non può essere descritta. Mi sono seduto nello spogliatoio prima di scendere in campo, ho guardato avanti e ho pensato: amico, sei davvero qui. Ho visto questi ragazzi allo stadio, ho guardato le loro partite e il giorno dopo sono uscito per allenarmi con loro. È impossibile descrivere a parole questo sentimento. Devi provare una cosa simile, per capire bene”, ha dichiarato Pleśnierowicz al sito del club.

Plesnierowicz è un grande ammiratore di Sergio Ramos: “Vorrei essere come lui. Nei momenti chiave dimostra di essere un vero capitano. Solleva la squadra in situazioni difficili. Spero di avere una carriera simile”.

Il difensore polacco ha però una simpatia per la squadra rivale del centrale del Real, il Barcellona. Wiktor è stato convocato in tutte le nazionali giovanili polacche, dall’Under 15 fino all’Under 18, della quale è anche capitano.

Caratteristiche tecniche e tattiche

In Polonia Wiktor Plesnierowicz viene descritto come un difensore centrale che trasmette calma e fiducia all’intero pacchetto arretrato. Molto maturo nel suo gioco, dotato di un buon senso della posizione, che non di rado si muove in avanti per aiutare la manovra offensiva della squadra.

Vedendo alcune partite dell’ex baluardo difensivo del Lech Poznan, abbiamo potuto notare che è anche dotato di una discreta tecnica di base anche se, in alcune occasioni, si fida troppo delle sue doti, risultando un po’ superficiale nelle scelte.

Sicuramente è un giocatore dotato di una forte personalità, che ama avere la palla tra i piedi e dare il suo contributo alla manovra.

Abbastanza bravo in marcatura, non è molto alto (considerando la media dei difensori centrali), ma sa farsi valere nel gioco aereo facendo leva sulla sua buona elevazione.

Non è molto rapido, ma sa spesso posizionarsi al posto giusto nel momento giusto, facendo sempre attenzione agli attaccanti avversari e svolgendo delle buone marcature preventive.

Fisicamente longilineo, ma dotato di una buona muscolatura, sa già farsi valere dei duelli corpo a corpo, non patendo particolarmente i contrasti con i giocatori più esperti.

Caratterialmente è un leader, come dimostra la sua storia nel club polacco e nelle selezioni del suo paese; i compagni si fidano ciecamente di lui e gli affidano spesso la palla nei momenti di difficoltà.

Tatticamente il suo ruolo è quello di centrale di destra di una difesa a 4.

Analisi finale

Punti di forza: Senso della posizione, tecnica, gioco aereo, tackle, sicurezza, personalità.
Punti di debolezza: Non è molto veloce.
A chi assomiglia: Michal Pazdan
Valutazione: 3/5

(Fonte foto: romapress.net)

(Ha il numero 35)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *