Ulysses Llanez: talento statunitense classe 2001

INFORMAZIONI: Ulysses Llanez

Nome: Ulysses Llanez Jr.
Ruolo: Ala sinistra/destra
Data di nascita: 02/04/2001
Altezza: 170 cm
Piede: Destro

Ulysses Llanez

Ulysses Llanez è stato uno dei giocatori che è riuscito a dare il suo buon contributo per il raggiungimento dei quarti di finale del mondiale Under 20 da parte degli Stati Uniti.

Il giocatore, pur partendo sempre dalla panchina, avendo davanti una delle “stelle” della squadra, il talento del Barcellona Konrad de la Fuente, ha spesso cambiato l’andamento della partita, grazie alla sua tecnica in velocità.

Nato a Lynwood in California, il 2 aprile del 2001 da una famiglia di origini messicane (ha anche giocato per il Messico U16), Ulysses si è formato nell’Academy dei Los Angeles Galaxy, dopo aver mosso i primi passi nel mondo del calcio nel Chivas USA.

Llanez ha avuto un percorso professionale parallelo a quello di Alex Mendez, centrocampista ex Galaxy e dell’Under 20 americana che, dopo essere stato parte del settore giovanile dei Los Angeles Galaxy (entrambi i prospetti di origini messicana sono stati portati ai Galaxy dal tecnico Brian Kleiban), ha deciso anche lui di trasferirsi in Germania, nello specifico al Friburgo.

Al compimento del suo 18esimo compleanno, nello scorso aprile, Llanez ha firmato il contratto con il Wolfsburg, dopo aver svolto un periodo di prova con il team tedesco.

D’altronde, il giovane esterno offensivo era finito nel mirino di molti club europei (era seguito anche da Roma, Genoa e Atalanta), dopo che era stato grande protagonista del campionato CONCACAF Under 20 del 2018 in Florida, dove aveva segnato ben 7 reti ed era stato inserito nella Top 11 della manifestazione.

Anche con il club di appartenenza Ulysses si era messo in grande evidenza, avendo segnato 48 gol in 79 partite nella stagione 2015-16 con la squadra Under 14 di Los Angeles. Uno score importante che non è stato ripetuto nelle stagioni successive, anche se Llanez si è sempre mantenuto su buoni livelli, entrando nel giro di tutte le nazionali giovanili a stelle e strisce.

“Sono onorato e lieto di annunciare che ho firmato il mio primo contratto Wolfsburg! Voglio ringraziare la mia famiglia, gli allenatori e i miei amici che mi hanno supportato in questo viaggio !!”, ha dichiarato il ragazzo dopo l’accordo con “I Lupi”.

La dirigenza del club californiano non ha preso molto bene il trasferimento in Europa dei due talentini di origine messicana e, di questo, è stato accusato proprio l’allenatore dell’Academy, quel Brian Kleiban che aveva portato i ragazzi ai Galaxy. Kleiban non ha mai confermato di essere il fautore di questo trasferimento, ma ciò non è bastato per evitare il licenziamento.

Dennis te Kloese, general manager del club di Los Angeles, aveva commentato così la partenza dei due gioielli dell’Academy: “Penso che sia ovviamente un problema. Se lo guardi da un’altra prospettiva, ad esempio una prospettiva di proprietà o una prospettiva di club, hai investito molte risorse nella produzione di giocatori e poi possono andare da qualche parte senza nemmeno dire grazie, penso in primo luogo, penso che non sia giusto “, ha detto il dirigente.

“In secondo luogo, penso che dobbiamo essere consapevoli di quali sono le nostre situazioni, di chi sono i giocatori di talento e di essere molto attivi nel proteggerli. Dobbiamo offrire le migliori opportunità in modo che tutti ci pensino due volte prima di partire da qui: i giocatori che lasceranno il club saranno solo quelli che non avranno un’opportunità con noi. Penso che sia qualcosa che rappresenta una sfida per noi, su cui dobbiamo essere all’altezza. Raggiungere ciò richiederà il miglioramento di ogni aspetto dell’Accademy Galaxy, uno sforzo che includerà la sostituzione di Kleiban al livello U-19 e l’assunzione di un direttore accademico” (una posizione che manca da oltre due anni). (tratto da www.mlssoccer.com)

I Galaxy hanno un bacino d’utenza molto grande, nel quale possono attingere copiosamente ma, nel corso degli ultimi anni, sono riusciti a mandare in prima squadra pochissimi talenti locali. Il problema dei club americani è che molti talenti prodotti dalle loro Academy preferiscono cercare fortuna all’estero invece di avere solide possibilità di debuttare nel giro di poco tempo nella prima squadra locale.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Ulysses Llanez (sulla maglia ha scritto Llanez Jr.) è un’ala destra che può agire senza grossi problemi anche sulla corsia opposta ma, essendo destro, partendo dalla fascia mancina è facilitato nell’andare al tiro con il suo piede forte.

Dotato di un fisico brevilineo e di baricentro basso, è un giocatore rapido, abile nel dribbling ed in possesso di buone capacità balistiche.

Difficile da arginare quando parte in progressione palla al piede, può spesso creare la superiorità numerica sulla sua fascia di competenza, superando nell’uno contro uno i suoi marcatori, mantenendo sempre la sfera “incollata” ai suoi piedi.

E’ un giocatore estroso, creativo, con un stile di gioco fatto di molti assoli individuali (probabilmente anche troppi), che sa essere decisivo in fase di assistenza, mentre può essere ancora più preciso in quella di finalizzazione.

Fisicamente può rinforzare ulteriormente la sua struttura corporea, così come deve migliorare nelle scelte, diventando meno individualista e passando prima la palla.

E’ un giocatore dotato di una forte personalità, che non ha paura di tentare la giocata difficile nei momenti più delicati del match.

Tatticamente il suo ruolo è quello di ala sinistra/destra di un 4-3-3 o di un 4-2-3-1.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, creatività, velocità, dribbling, cross, capacità balistiche, dinamismo.
Punti di debolezza: Deve rafforzarsi fisicamente, essere meno individualista e perfezionare la fase difensiva.
A chi assomiglia: Mathieu Valbuena
Valutazione: 3/5

(Fonte foto: Soca Warriors)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *