Stefano Turati: talento italiano classe 2001

INFORMAZIONI: Stefano Turati

Nome: Stefano Turati
Ruolo: Portiere
Data di nascita: 05/09/2001
Altezza: 188 cm.
Piede: Destro

Stefano Turati

Non è stato sicuramente un debutto qualunque quello di Stefano Turati, promettente portiere classe 2001 del Sassuolo che, al suo esordio in Serie A, si è subito confrontato con i campioni in carica della Juventus all’Allianz Stadium di Torino.

Turati si è reso protagonista di almeno un paio di ottimi interventi (in particolare su Ronaldo e Dybala), non risultando particolarmente colpevole sul gol dell’uno a zero di Bonucci e, naturalmente, sul rigore di Cristiano Ronaldo, che ha fissato il risultato sul 2 a 2.

Turati è stato scelto dal tecnico De Zerbi per sostituire il titolare del ruolo Consigli e la riserva Pegolo (dito fratturato), venendo chiamato in prima squadra subito dopo aver giocato (e perso 4 a 3) venerdì al Tre Fontane contro la Roma Primavera.

“Il ragazzo è matto completamente, ieri l’ho chiamato nella hall dell’albergo e l’ho esortato a far uscire la sua pazzia…”. Così il tecnico del Sassuolo, Roberto De Zerbi, ha commentato la scelta di Turati. “Gli ho detto di vivere tranquillo e godersela, che se non dormiva era normale, ma di non avere troppe aspettative, troppa ansia”, ha raccontato l’allenatore. “Quando giocavo mi è capitato di non gustarmela, mi sarebbe dispiaciuto se fosse capitato anche a lui perché tra vent’anni avrebbe avuto il rimorso. Tanto al massimo perdevamo…”. (tratto da sport.sky.it)

La prestazione del ragazzo è stata talmente positiva che, a fine partita, ha persino ricevuto i complimenti del grande Gigi Buffon. “A fine partita Buffon mi ha fatto i complimenti, è stato un onore giocare contro di lui, l’idolo di tutti i bambini. E’ stata una emozione incredibile e una sensazione enorme, mi sento come in una bolla…”, ha dichiarato il giovane estremo difensore che, quando nasceva, Buffon aveva già 23 anni con già 160 presenze in Serie A. (tratto da sport.sky.it)

Eppure la carriera di Turati non è stata sempre in discesa, infatti il giovane talento milanese, dopo essere entrato a far parte dell’Inter, è stato lasciato libero dal club nerazzurro, il quale non ha creduto fino in fondo nelle sue qualità (era il terzo portiere dietro Cincilla e Di Gregorio), Successivamente, nel 2017, si è accasato al Renate, dove non ha avuto la possibilità di debuttare in Serie C, ma si è messo in evidenza a livello giovanile, attirando l’attenzione del capo del settore giovanile del Sassuolo Checco Palmieri che lo fa immediatamente ingaggiare.

In Primavera, nel corso delle ultime 2 stagioni, non ha giocato sempre e, soprattutto quest’anno, si è dovuto dividere il ruolo di titolare con il nazionale italiano Alessandro Russo, arrivato la scorsa estate dal Genoa.

In ogni caso, con l’Under 19 neroverde, Stefano riesce a collezionare 24 presenze e una chiamata in nazionale U19, quanto basta per convincere De Zerbi a puntare su di lui (prima dell’esordio di Torino, si era seduto in panchina per 6 volte).

Nella vita di tutti i giorni, Turati è ragazzo semplice, studioso (frequenta il liceo classico), amante della chitarra, della musica e nello specifico del genere rock (una passione trasferita dai genitori).

Caratteristiche tecniche e tattiche

Stefano Turati è un portiere che trasferisce molta sicurezza al pacchetto arretrato, istintivo, molto bravo nelle uscite basse, che riesce con abilità a rimanere in piedi fino all’ultimo negli uno contro uno.

Dotato di una struttura fisica imponente con i suoi 188 cm., è valido nelle prese alte, se la cava abbastanza bene con i piedi e ha una buona presa.

Coraggioso nelle uscite alte, può probabilmente migliorare nella spinta sulle gambe, così come nel posizionamento.

In generale è un portiere estremamente affidabile, che ha una spiccata personalità, come ha dimostrato ampiamente il suo esordio contro la Juventus.

Analisi finale

Punti di forza: Fisicità, reattività, uscite alte e basse, gioco con i piedi, personalità.
Punti di debolezza: Può migliorare nel posizionamento e nella spinta sulle gambe.
A chi assomiglia: Pierluigi Gollini
Valutazione: 3/5

(Fonte foto: www.cronachedispogliatoio.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *