Rodrigo Villagra: talento argentino classe 2001

INFORMAZIONI: Rodrigo Villagra

Nome: Rodrigo Román Villagra
Ruolo: Mediano
Data di nascita: 14/02/2001
Altezza: 180 cm
Piede: Destro

Rodrigo Villagra

Rodrigo Villagra, mediano argentino classe 2001, è l’ennesimo prodotto del florido settore giovanile del Rosario Central, che da sempre rifornisce le nazionali argentine con talenti dal profilo tecnico assoluto.

Nato a Morteros, una cittadina del dipartimento di San Justo, a nord-est della provincia di Córdoba, Rodrigo è da sempre parte del vivaio delle “Canallas” (Canaglie), all’interno del quale si è distinto come uno dei migliori prospetti, entrando anche nel giro della nazionale albiceleste Under 20 (ha fatto anche da sparring partner della nazionale maggiore).

Villagra ha avuto un battesimo di fuoco nel mondo del professionismo, esordendo nella massima competizione sudamericana, la Copa Libertadores. E’ successo il 5 aprile scorso, quando il tecnico Diego Cocca lo ha buttato nella mischia (a sorpresa) nel difficile match contro i paraguayani del Libertad, perso 2 a 0 dagli argentini.

La sua prima partita lo ha subito messo a dura prova, soprattutto quando, dopo l’espulsione di Ortiz, è stato impiegato nell’insolito ruolo di difensore centrale. Successivamente il talento argentino ha racimolato altre 2 presenze in Libertadores e una in Primera División.

“Sono stato fortunato che tutto mi è capitato molto velocemente, penso di aver sfruttato appieno le opportunità”, ha dichiarato il ragazzo con timidezza a lacapital.com. “Non mi aspettavo che succedesse tutto così velocemente, anche se avevo tutta la speranza di avere qualche possibilità. Sono andato dal giocare con le riserve, dove avevo solo dieci presenze. E poi ho fatto il mio debutto in una partita di Copa Libertadores. E’ stato tutto pazzesco e veloce. Ma devo anche ammettere che fortunatamente le cose sono andate bene per me. “, ha affermato il ragazzo dopo il suo debutto.

Naturalmente il ragazzo ha riscontrato grosse differenze tra la squadra riserve (allenata dall’ex Inter Kily González) e la prima, non solo a livello di ritmi ma, soprattutto, per le pressioni alle quali si è esposti quando si gioca ad alti livelli, dove non si può sbagliare nulla ed essere sempre molto concentrati ed attenti.

Rodrigo ha potuto anche contare sui preziosi consigli dei suoi due fratelli, entrambi ex calciatori del Rosario: “Con el Tero (Diego) y el Kity (Cristian) sono sempre in contatto. In realtà ci parliamo tutti i giorni. E ovviamente quando ho dovuto prepararmi per la prima volta, ho parlato con loro, dato che mi hanno sempre supportato e aiutato. Inoltre, loro avevano già vissuto queste esperienze e sapevano come stavano le cose in Primera División.” (tratto da lacapital.com.ar)

Con il Rosario Central, Rodrigo Villagra ha firmato a marzo un contratto con scadenza al giugno 2022.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Rodrigo Villagra è un centrocampista difensivo che ama essere sempre nel vivo del gioco, toccando una quantità infinita di palloni, smarcandosi continuamente, facilitando notevolmente lo sviluppo della manovra della sua squadra.

E’ grintoso, un buon recuperatore di palloni, dotato di una valida tecnica di base, di una visione di gioco periferica e di discrete capacità balistiche, una dote che lo rende temibile dalla media-lunga distanza.

Sa proteggere bene la sfera e disimpegnarsi con abilità negli spazi stretti, palesando una buona padronanza della sfera anche quando è pressato in modo serrato dagli avversari.

Intelligente tatticamente, pur non essendo velocissimo, Villagra svolge la funzione di equilibratore della squadra, inoltre, sa alternare con sapienza passaggi corti e lunghi, verticalizzando il gioco quando ne ha la possibilità.

Fisicamente longilineo, ma già discretamente strutturato (può rafforzarsi ulteriormente), resiste bene ai contrasti e si valere nei duelli spalla a spalla.

E’ un giocatore dotato di una spiccata personalità, ogni volta che è stato impiegato in prima squadra non ha mai patito particolarmente le pressioni esterne, prendendosi tutte le sue responsabilità in fase d’impostazione.

Tatticamente il suo ruolo è quello di mediano davanti alla difesa in un 4-2-3-1, ma anche di vertice basso della mediana di un 4-3-3.

Analisi finale

Punti di forza: Visione di gioco, tecnica, recupero palla, protezione della palla, passaggi, personalità, intelligenza tattica.
Punti di debolezza: Può migliorare con il sinistro e rafforzarsi ancora un po’ fisicamente.
A chi assomiglia: Lucas Biglia
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: canalshowsport.com.ar)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *