Rayan Aït Nouri: talento francese classe 2001

INFORMAZIONI: Rayan Aït Nouri

Nome: Rayan Aït Nouri
Ruolo: Terzino sinistro
Data di nascita: 06/06/2001
Altezza: 179 cm
Piede: Sinistro

Rayan Aït Nouri

Rayan Aït Nouri è uno dei talenti francesi classe 2001 più interessanti, insieme al vero “craque” del calcio transalpino Willem Geubbels, appena acquistato dal Monaco a suon di milioni di euro.

Aït Nouri, terzino sinistro dell’Angers, ha già esordito molto precocemente in Ligue 1, il 25 agosto, in occasione della partita persa 3 a 1 fuori casa contro il PSG.

Il ragazzo, numero 2 sulla maglia, ha disputato gli ultimi 8 minuti del match, non un quantitativo sufficiente per valutare le sue qualità, che però sono già note agli osservatori dei top team europei.

Infatti, proprio nel corso dell’ultima sessione di mercato estiva, Rayan, secondo l’autorevole quotidiano francese l’Equipe, è stato cercato con insistenza da Schalke 04 e in particolar modo dalla Juventus, dopo che l’Angers aveva rifiutato precedentemente un’offerta di ben 8 milioni di euro dal “solito” Monaco.

A gennaio il talentino francese era stato cercato anche dal Liverpool, ma nel mese di febbraio (nel giorno di San Valentino) ha firmato il primo contratto da professionista con l’Angers, con scadenza nel 2021.

Saïd Chabane, presidente dell’Angers, aveva commentato così la firma del ragazzo: “Un nuovo segnale che ci dice che abbiamo preso la strada giusta”. Infatti, proprio su input del massimo dirigente, l’Angers mira a diventare uno dei migliori vivai transalpini e perdere precocemente una delle sue “pepite” sarebbe stato un duro colpo per i bianconeri.

“Il giocatore e il suo ambiente vogliono continuare il progetto che è stato messo in atto per lui. L’ho sentito mantenere la sua posizione dicendo che voleva davvero stare con noi. E questo è tutto a suo merito! Oltre all’ovvio piacere di vedere un giovane locale che entra a far parte dello spogliatoio dei professionisti, questa firma è anche motivo di soddisfazione per tutto l’allenamento svolto. Questo si inserisce nella tabella di marcia che è stata stabilita all’inizio del progetto del centro di formazione con il nostro presidente Saïd Chabane e il nostro direttore generale Olivier Pickeu”, prosegue Abdel Bouhazama (allenatore della squadra riserve dell’Angers). “Questa firma fa parte di un vero progetto per mettere la formazione come pilastro del club. Evidenzia inoltre tutto il lavoro di formazione su base giornaliera”, conclude così il tecnico.

Nato a Montreuil, da genitori algerini (può ancora optare per giocare con la nazionale nordafricana), Rayan ha iniziato a giocare a calcio nell’AS Val de Fontenay, nel 2012 si è trasferito all’ASF Le Perreux 94 e nel 2014 è passato al Paris FC prima di venire scovato dagli osservatori dell’Angers della zona parigina nel 2016.

“Era venuto due volte per provare, ricorda Abdel Bouhazama, il direttore del centro di allenamento, ma si è infortunato…Ma tutti abbiamo percepito le stesse grandi qualità nel ragazzo. Finalmente è stato in grado di partecipare a un torneo con noi, l’ultimo disponibile, a Châteaubriand, con Olivier Auriac. Ha mostrato alcune giocate molto belle e poi è stato preso. ” (tratto da lagazettedufennec.com)

Ben presto Rayan Aït Nouri si è imposto nelle squadre giovanili del suo attuale club di appartenenza, diventando il più grande talento del centro sportivo di Angers, venendo anche convocato con l’Under 17 francese. Già dalla fine della passata stagione Rayan ha avuto la possibilità di allenarsi con “i grandi”, mentre quest’anno è a tutti gli effetti un giocatore della prima squadra.

Proprio in virtù del suo ruolo, stile di gioco e delle sue origini algerini, Rayan Aït Nouri è stato paragonato a uno dei più grandi giocatori del recente passato del paese nordafricano, l’ex Portsmouth e Lione, Nadir Belhadj.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Rayan Aït Nouri è un terzino sinistro molto veloce e tecnico, che sa gestire bene sia la fase difensiva che quella offensiva, palesando una buona qualità nel cross.

Elegante nelle movenze, è bravo nel dribbling sia negli spazi stretti che larghi, quando è lanciato in piena corsa e punta il suo dirimpettaio, è veramente difficile da arginare.

Talvolta però, si “specchia” nella sua tecnica, eccedendo nelle giocate ad effetto, tentando finte e veroniche inutili, risultando poco concreto.

Sa disimpegnarsi abbastanza bene con il piede destro, anche se il suo piede forte è il sinistro.

Fisicamente ha già una discreta struttura corporea, che lo rende difficile da superare tra i pari età, ma per essere più performante tra i pro ha bisogno di rafforzarsi ulteriormente.

Inoltre, nel duello corpo a corpo, in certe circostanze, ha dimostrato di non essere sufficientemente aggressivo.

Tatticamente il suo ruolo è quello di terzino sinistro di una difesa a 4, posizione che interpreta in modo molto equilibrato e maturo.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, cross, progressione palla al piede, velocità.
Punti di debolezza: Deve rafforzare ancora un po’ la sua struttura fisica ed essere più deciso nella marcatura.
A chi assomiglia: Cristiano Biraghi
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: www.90min.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *