Odilon Kossounou: talento ivoriano classe 2001

INFORMAZIONI: Odilon Kossounou

Nome: Odilon Kossounou
Ruolo: Difensore centrale, mediano
Data di nascita: 04/01/2001
Altezza: 188 cm
Piede: Destro

Odilon Kossounou

Odilon Kossounou, difensore centrale classe 2001, ma all’occorrenza anche mediano, non ha impiegato molto tempo a mettersi in evidenza nell’Hammarby; arrivato a gennaio proveniente dall’ASEC Mimosas (l’ex club di Kessie), è già stato ingaggiato dal Bruges per quasi 3 milioni di euro (che ha battuto la concorrenza di un club italiano).

Un’operazione veramente lungimirante quella del club svedese che, pochi mesi prima, aveva acquistato Kossounou pagandolo circa 100.000 euro.

Inoltre, l’Hammarby ha instaurato un rapporto sinergico con il Mimosas, prelevando successivamente dallo stesso team, altri due prospetti ivoriani: il difensore centrale Aziz Outtara e l’esterno offensivo Loue Bayere, entrambi classe 2001.

Il d.s. dell’Hammarby, Jesper Jansson, così aveva commentato l’acquisto di Kossounou nel mese di gennaio: “Odilon è un giocatore con un grande potenziale. E’ un difensore centrale che ha tutte le caratteristiche fisiche e tecniche per giocare ad alti livelli. Deve capire che può andare davvero lontano. Abbiamo grandi speranze per lui e, anche se ha solo 18 anni, sarà in grado di competere fin da subito per un posto da titolare”.

Previsioni corrette, infatti Odilon, da quando è arrivato in Svezia, ha sempre giocato in Allsvenskan, tranne i due match contro il Malmoe e Djurgarden.

L’Hammarby, prima di tesserare Kossounou, aveva avuto l’occasione di testarlo più volte, già nel 2016 il calciatore ivoriano era stato nel paese scandinavo, convincendo tutti con le sue grandi qualità.

E’ stato il capo scout dell’Hammarby, Mikael Hjelmberg, a scoprirlo durante la Gothia Cup 2016 e così lo ha invitato ad Hammarby subito dopo il torneo.

Nei pochi mesi al “Bajen”, Odilon ha convinto tutti e il suo club ha dovuto respingere diverse offerte di club esteri, prima di accettare quella irrinunciabile del Bruges.

Il trasferimento di Odilon, è diventato il più costoso riguardante un difensore proveniente dall’Allsvenskan, battendo il record di Felix Beijmo passato al Werder Brema.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Odilon Kossounou è un difensore centrale molto duttile, infatti, in queste ultime 4 partite di campionato è stato anche impiegato come mediano davanti la difesa.

In questa posizione ha dimostrato una buona progressione palla al piede e una buona visione di gioco nella fase di rottura e intercettazione.

Ma torniamo alla sua veste naturale al centro della difesa. Nonostante l’altezza è un difensore discretamente agile, che ha i punti di forza l’anticipo e nell’accelerazione, coadiuvati dalla tenacia e dall’ottima resistenza nei 90 minuti.

Discreto anche il colpo di testa ma meno nel tempo di stacco, che riesce però a compensare con una buona posizione prima dell’impatto col pallone.

E’ un difensore centrale di vecchio stampo, molto più capace e attento nella marcatura a uomo che in quella di zona, cosa inversamente proporzionale ai difensori attuali.

In pochi mesi è riuscito a guadagnarsi un posto importante in una squadra come l’Hammarby, facendosi trovare sempre pronto ad esaudire richieste tattiche di mister Billborn (difensore centrale, mediano e anche terzino dx), ma ancor di più ad attirare l’attenzione di club europei più prestigiosi di quello attuale, specialmente uno, il Club Bruges.

Analisi finale

Punti di forza: Resistenza, marcatura a uomo, forza, timing nell’intervento.
Punti di debolezza: Deve rafforzarsi fisicamente e migliorare nei lanci lunghi.
A chi assomiglia: Andrea Ranocchia
Valutazione: 2,5/5

(A cura di Alessio Croce)

(Fonte foto: clubbrugge.be)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *