Mathieu Gonçalves: talento francese classe 2001

INFORMAZIONI: Mathieu Gonçalves

Nome: Mathieu Gonçalves
Ruolo: Terzino sinistro, difensore centrale
Data di nascita: 08/06/2001
Altezza: 178 cm.
Piede: Sinistro

Mathieu Gonçalves

Il suo debutto in Ligue 1 non è di certo stato uno dei più fortunati, infatti, Mathieu Gonçalves, terzino sinistro/difensore centrale del Tolosa, ma per l’occasione dell’esordio centrale difensivo, è stato autore di una goffa autorete che ha permesso al PSG di andare sul 2 a 0 (il match è terminato poi 4 a 0 per i capitolini e il ragazzo è stato sostituito al 71esimo) e di un fallo di rigore, sbagliato da Di Maria.

“La mia prima partita è stato match difficile, dopo di che, sono sempre felice di aver debuttato al Parco dei Principi. Dovrò lavorare in allenamento per evitare questi errori, ringrazio i miei compagni di squadra per il supporto in una serata così negativa”, ha spiegato il difensore Tolosa che per l’occasione aveva invitato tutta la sua famiglia allo stadio (i suoi vivono a Parigi). (tratto da francebleu.fr)

Anche il portiere del Tolosa, Baptiste Reynet ha cercato di sdrammatizzare la situazione nell’intervista del post partita: “Gli ho detto che aveva segnato un bel gol! Dobbiamo essere lì per lui. Si deve divertire, non essere giudicato per questa partita, fa parte dell’esperienza, sono gli errori che lo faranno crescere.” (tratto da francebleu.fr)

Anche il tecnico Alain Casanova ha giustificato la prova del suo giocatore: “E’ un peccato per Mathieu Goncalves. Ma non sono deluso dalla sua esibizione. So che è un giovane giocatore con un potenziale. Ha dei bei giorni davanti a sé. Volevo giocare a cinque difensori perché di fronte a questa squadra dobbiamo essere in grado di difendere molto bene in larghezza e nel centro. Se avessi potuto usare Nicolas Isimat-Mirin l’avrei usato, ma manca ancora di ritmo e deve ristabilirsi fisicamente. Oggi non ha potuto iniziare la partita”. (tratto da ladepeche.fr)

Un episodio negativo, quasi catastrofico, che però non deve scoraggiare il ragazzo che, nel corso della sua pur breve carriera, ha dimostrato di essere uno dei giovani prospetti transalpini più interessanti nel suo ruolo.

Nato a Parigi l’8 giugno del 2001 (il padre è di origini brasiliane), Mathieu ha iniziato a giocare a calcio a 6 anni nell’ASC Gagnac poi, nel 2012 è passato al Blagnac FC, club dal quale è stato preso dal Tolosa nell’agosto del 2015.

Negli ultimi due anni, anche a causa di alcuni problemi fisici, Mathieu Gonçalves ha visto rallentare un po’ la sua crescita professionale che, nel 2016, aveva avuto il suo apice, essendo stato un punto fermo della nazionale Under 16 francese, con la quale ha totalizzato ben 16 presenze (in seguito ha ottenuto due caps con l’U17 e una presenza in U18).

Il Tolosa ritiene da tempo che Mathieu sia uno dei talenti più interessanti del proprio settore giovanile e, nonostante i vari problemi fisici, lo ha vincolato contrattualmente nell’estate del 2018.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Mathieu Gonçalves è un difensore versatile, che può giocare sia da centrale di sinistra di un pacchetto arretrato a 3, sia da terzino sinistro, posizione che sembra essere più adatta alle sue caratteristiche tecniche, fisiche ed atletiche.

Veloce, dotato di una buona progressione palla al piede e di una valida tecnica di base, quando agisce da esterno dimostra costantemente di saper svolgere bene entrambe le fasi, appoggiando con buona frequenza l’azione offensiva, facendosi trovare pronto quando c’è da arretrare.

Buon crossatore, ha un buon controllo di palla in piena corsa e sa farsi valere nel gioco aereo, in virtù di una buona elevazione.

Fisamente normolineo ma già discretamente strutturato, è energico negli interventi e non ha paura dei contrasti nonostante i problemi fisici che ha avuto negli ultimi due anni.

Mathieu Gonçalves ha patito un po’ troppo l’emozione dell’esordio contro il PSG, la squadra della sua città natale, ma nel corso della sua carriera giovanile, non ha mai palesato particolari imbarazzi nel sopportare le pressioni esterne.

Tatticamente duttile, può agire da terzino sinistro di una difesa a 4, da esterno di un centrocampo e da centrale sinistro di un reparto arretrato a 3, la posizione dove è stato utilizzato all’esordio tra i pro.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, dinamismo, velocità, cross, capacità aerobiche, contrasti, controllo di palla in corsa, versatilità.
Punti di debolezza: Può ulteriormente rafforzarsi fisicamente ed essere più concentrato nell’arco dei 90 minuti.
A chi assomiglia: Domenico Criscito
Valutazione: 3/5

(Fonte foto: Zimbio.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *