Luis Felipe: talento brasiliano classe 2001

INFORMAZIONI: Luis Felipe

Nome: Luis Felipe Hungria Martins
Ruolo: Difensore centrale
Data di nascita: 17/05/2001
Altezza: 188 cm
Piede: Destro

Luis Felipe

Luis Felipe, promettente difensore centrale classe 2001 scuola Coritiba, sta svolgendo in questi giorni un provino con gli olandesi del PSV: il club di Eindhoven raramente ha sbagliato un colpo quando ha pescato tra i giovani talenti verdeoro e, anche in questa occasione, ha grosse possibilità di portare a casa un giocatore veramente interessante.

Il giovane centrale brasiliano è stato aggregato alla squadra Under 19 allenata da Ruud van Nistelrooy e ha ben impressionato nel match amichevole vinto 3 a 1 contro i pari età dello Sparta Rotterdam (ha giocato quasi tutta la partita).

Il suo ingaggio non è scontato, in quanto il giocatore non è in possesso del passaporto comunitario, ma le possibilità di rimanere in Europa sono molte, in quanto è seguito da mesi con attenzione anche dai principali club portoghesi (in patria lo cercano le importanti squadre di San Paolo e Rio).

Nato a Cuiabá, capitale dello stato del Mato Grosso, il 17 maggio del 2001, dall’età di 14 anni, Luis Felipe fa parte del settore giovanile del Coritiba (ha un contratto fino al 2022), con il quale ha disputato un’ottima ultima stagione, mettendosi in evidenza nella Copa São Paulo de Futebol Júnior (comunemente chiamata “Copinha”).

Al Coritiba, il difensore è stato allenato da Mozart, ex giocatore di club come Flamengo, Palmeiras e Reggina. Con l’allora tecnico della squadra U17, Luis Felipe ha disputato una grande Coppa del Brasile, raggiungendo i quarti di finale, quando è stato eliminato dal Santos. “Qui mi sono adattato molto bene. Il tecnico (Mozart) ha fatto un ottimo lavoro e sa come ottenere il meglio da me. Era un grande giocatore e ho imparato molto da lui”, ha dichiarato il ragazzo in un’intervista del dicembre scorso. (tratto da futebolinterior.com.br)

Caratteristiche tecniche e tattiche

Luis Felipe è un difensore centrale molto alto (sfiora il metro e novanta), abile nell’impostazione del gioco ed eccellente nel gioco aereo, qualità che gli consente di essere pericoloso anche nell’area avversaria in occasione dei corner.

Sa leggere bene le divere situazioni difensive, svolgendo delle tempestive marcature preventive e sapendo quando tentare l’anticipo e quando correre indietro per non dare profondità all’attaccante avversario.

Ha un bel tackle energico e, talvolta, lo usa in modo eccessivo, rischiando la scivolata in modo opportuno anche nella propria area di rigore (è un po’ istintivo).

Pur essendo abbastanza bravo tecnicamente, non eccede nelle uscite palla al piede dalla propria area di rigore, a differenza di molti altri interpreti brasiliani del suo ruolo.

Nonostante l’altezza, ha un buon passo, che gli permette di controllare con discreta disinvoltura anche gli attaccanti più rapidi.

E’ un centrale difensivo moderno, intelligente, concentrato, che può adattarsi perfettamente al calcio europeo.

Fisicamente ha indubbiamente bisogno di irrobustire la sua struttura corporea, in modo tale da essere ancora più performante nei duelli spalla a spalla.

E’ un giocatore dotato di una spiccata personalità, a livello giovanile ha sempre saputo guidare la difesa con grande autorevolezza, trasmettendo tranquillità all’intero pacchetto arretrato.

Tatticamente il suo ruolo è quello di centrale di destra ma, in alcune occasioni, è stato utilizzato anche sul centrosinistra.

Analisi finale

Punti di forza: Senso della posizione, tecnica, gioco aereo, tackle, concentrazione, anticipo, marcatura, personalità.
Punti di debolezza: Deve rafforzarsi fisicamente.
A chi assomiglia: Stefan Savic
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: www.totalfootballagency.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *