Koba Koindredi: talento francese classe 2001

INFORMAZIONI: Koba Koindredi

Nome: Koba Koindredi
Ruolo: Mediano, centrocampista centrale, mezzala destra/sinistra
Data di nascita: 27/10/2001
Altezza: 175 cm
Piede: Sinistro

Koba Koindredi

Koba Koindredi, mediano classe 2001, prodotto del florido settore giovanile del Lens, è stato uno degli ultimi acquisti fatti dal Valencia.

Gli spagnoli hanno battuto la concorrenza della Juventus, che da tempo seguiva il ragazzo su indicazione dell’ex capo scout Pablo Longoria (passato proprio lo scorso anno al team valenciano…).

Il giovane centrocampista si sta già allenando con la prima squadra di Marcelino Garcia e con la Juvenil A, ma non ha ancora esordito in nessuna squadra del club valenciano.

Koba è nato il 27 ottobre del 2001 a Païta, in Nuova Caledonia, la storia della sua famiglia è molto particolare. Il bisnonno Isidoro Goroco, appartenente alla tribù N’dee, è stato chiamato alle armi durante la prima guerra mondiale, è partito insieme ad altri 1200 fanti kanaki dal porto di Nouméa, il 4 giugno 1916, per difendere la Francia. Di lui si erano perse le tracce durante un’azione nel villaggio di Pernant il 18 luglio 1918. Fu fatto prigioniero in Germania e rimpatriato nel gennaio del 1919, fece poi ritorno a Nouméa nel novembre dello stesso anno. Suo nipote, Nicolas, papà di Koba, ha anche lui intrapreso la carriera militare, entrando a far parte del 21 ° Reggimento di fanteria della Marina di Frejus, uno dei più prestigiosi, impegnato a portare la pace in diverse parti del mondo.

Nicolas ha voluto trasferire la conoscenza della storia della sua famiglia anche ai figli, portandoli nei luoghi dove il bisnonno aveva combattuto. L’occasione propizia vi è stata quando il fratello maggiore di Koba, che di nome fa anche lui Goroco, ha vinto il concorso organizzato dall’azienda sportiva Arena, in occasione degli Europei di nuoto a Berlino del 2014. I ragazzi, oltre a fare le foto con i più forti nuotatori del continente (Gregorio Paltrinieri compreso), hanno fatto una full immersion di storia, grazie ai dettagliati racconti di papà Nicolas.

Koba ha altri 4 fratelli, quasi tutti praticano sport (Goroco fa naturalmente il nuotatore), ma lui ha sempre avuto fin da piccolo la passione per il calcio. Ha iniziato a dare i primi calci ad un pallone all’ES Frésujenne, dove è rimasto fino al 2009, quando è stato ingaggiato dall’altra squadra della cittadina, l’EFC Fréjus Saint-Raphael, club nel quale è stato notato e preso dal Lens nell’estate del 2017.

Nel settore giovanile del club giallorosso si è subito messo in luce, venendo convocato ben presto nelle nazionali Under 17 e Under 18.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Facilmente riconoscibile per la sua riccia e folta chioma, Koba Koindredi è un mediano/centrocampista centrale molto dinamico, dotato di una discreta tecnica di base ed abile a svolgere entrambe le fasi, facendosi apprezzare sia in fase d’impostazione, che in quella di contenimento.

Rapido e reattivo, ha una grande velocità di gambe, è indubbiamente più abile e preciso nei passaggi corti rispetto a quelli lunghi, in quanto, verticalizzando la manovra, tende a sbagliare un po’ troppo, forzando eccessivamente la giocata.

E’ un giocatore molto prezioso tatticamente, recupera un buon numero di palloni e allo stesso tempo si mostra ordinato in fase d’impostazione, smarcandosi continuamente e aiutando i compagni quando sono in difficoltà.

E’ molto dinamico, in continuo movimento, pressa tutti, risultando un vero combattente.

Ha forza nelle gambe, sposta molto velocemente la sfera, togliendola dal raggio d’azione dei suoi avversari.

Non è un centrocampista che segna molto, ma il suo stile fi gioco lo porta spesso ad impostare l’azione davanti alla propria difesa o, al massimo, a scambiarsi di posizione con il centrocampista più avanzato.

Fisicamente normolineo, ha bisogno di irrobustire ulteriormente la sua struttura corporea, anche se, tra i pari età, si è sempre dimostrato molto competitivo nei contrasti.

E’ un giocatore vivace, frizzante, dotato di una forte personalità, un centrocampista di rendimento sul quale fare sempre affidamento.

Tatticamente può giocare da mediano davanti alla difesa, ma anche da centrocampista avanzato (da classico numero 8), come pure da mezzala, in virtù del suo passo rapido.

Analisi finale

Punti di forza: Velocità, intelligenza tattica, capacità aerobiche, dinamismo, determinazione, versatilità.
Punti di debolezza: Deve rafforzare ancora un po’ la sua struttura fisica e migliorare nelle verticalizzazioni.
A chi assomiglia: Han-Noah Massengo
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: Levante-EMV)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *