Iker Losada: talento spagnolo classe 2001

INFORMAZIONI: Iker Losada

Nome: Iker Losada Aragunde
Ruolo: Seconda punta, ala destra, trequartista
Data di nascita: 01/08/2001
Altezza: 175 cm
Piede: Destro

Iker Losada

Il Celta Vigo ha perso la prima partita della Liga, ma può consolarsi con il gol al debutto del suo talento Iker Losada che, entrato all’88esimo, due minuti dopo è subito riuscito a gonfiare la rete alle spalle di Courtois, fissando il risultato finale sul 3 a 1 per il Real Madrid.

Il tecnico Fran Escribá ha permesso alla seconda punta di debuttare nella massima serie spagnola e di diventare il primo giocatore nato nel 21 ° secolo a giocare in prima squadra e a segnare un gol in una competizione ufficiale (a 17 anni e 283 giorni).

L’allenatore del Celta ha grande stima per Iker ma, in generale, è molto attento ai giovani, visto che ha portato in ritiro precampionato tanti altri talenti della cantera gallega come: Carreira, Lautaro, Bermejo, Molina, Miguel Fernández, Pampín, Ros e Fontán, oltre a Losada, che è anche andato a segno nell’amichevole contro l’Union Berlino.

Losada è nato il primo agosto del 2001 a Catoira, località al confine con la provincia di La Coruña, suo padre ha giocato come portiere nelle squadre della zona e ha anche fatto un provino con il Siviglia, differentemente da Iker, che è cresciuto nel vivaio del Celta, nel quale si è messo in evidenza come uno dei migliori prospetti, venendo convocato per la nazionale Under 18 spagnola, con la quale ha collezionato 7 presenze e 2 reti.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Iker Losada è una seconda punta molto tecnica e dinamica, anche se nel suo percorso nel settore giovanile del Celta Vigo ha ricoperto anche la posizione di ala e di esterno offensivo.

Abile nel dribbling, agile e rapido, può sempre creare la superiorità numerica nell’uno contro uno, essendo un giocatore estroso e dotato di una buona inventiva.

Crossa bene ed è in possesso di buone capacità balistiche, inoltre sa rendersi pericoloso dalla media-lunga distanza, risultando decisivo dalla trequarti in avanti, sfruttando anche i suoi tempestivi inserimenti offensivi.

Ha una visione di gioco periferica, qualità ereditata dal suo recente passato da trequartista, che gli consente di essere un buon assist-man.

Ama avere la palla tra i piedi (se la cava discretamente anche con il mancino), dinamico, svaria su tutto il fronte offensivo, rendendosi pericoloso con le sue giocate di qualità.

Fisicamente normolineo, Losada deve ulteriormente rinforzare la sua struttura corporea, in modo tale da essere più competitivo nei duelli spalla a spalla.

Ha carattere, non ha paura di tentare la giocata, come dimostra il suo esordio nella massima divisione iberica.

Tatticamente può agire da seconda punta in un 4-4-2, ma può anche essere utilizzato da trequartista e da ala.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, senso del gol, velocità, dribbling, capacità balistiche, progressione palla al piede, creatività, controllo di palla, personalità.
Punti di debolezza: Deve rafforzarsi fisicamente e gestire meglio le energie.
A chi assomiglia: Diogo Jota
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: as.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *