Emerson Espinoza: talento ecuadoriano classe 2001

INFORMAZIONI: Emerson Espinoza

Nome: Emerson Leao Espinoza Tenorio
Ruolo: Mediano, mezzala destra/sinistra
Data di nascita: 11/03/2001
Altezza: 184 cm
Piede: Destro

Emerson Espinoza

L’Ecuador Under 20 è primo nel girone B del Torneo Sudamericano Sub-20, che si sta disputando in questi giorni in Cile, grazie a 3 vittorie e una sconfitta.

La formazione di Mr Jorge Célico, ha messo in mostra un’organizzazione tattica di stampo europeo e un gioco veramente piacevole, anche grazie alla presenza di interpreti qualitativi. Tra questi, oltre al minuto fantasista Jordan Rezabala, si sta mettendo in luce il mediano/mezzala destra, Emerson Espinoza, talento classe 2001 dell’Independiente del Valle.

Nato a Guayaquil, nota città sull’Oceano Pacifico, l’11 marzo del 2001, Emerson Leao (chiamato così dal padre, grande ammiratore del portiere del Brasile campione del mondo nel 1970), ha iniziato a giocare a calcio a 6 anni nel CSCD Don Café, dove è rimasto fino al 2013, prima di venire prelevato dall’Independiente del Valle.

Nel vivaio del club della città di Sangolquí, Emerson Espinoza si è subito distinto come uno dei migliori prospetti, vincendo diversi tornei con la fascia di capitano al braccio e venendo convocato nelle varie selezioni nazionali giovanili della “Tri” (Under 17 e ora Under 20).

Con la squadra Under 20 dell’Independiente del Valle, Espinoza è stato uno dei protagonisti (insieme a Rezabala) della grande scalata alla finale della Copa Libertadores Sub-20, vinta dagli uruguayani del Club Nacional per 2-1.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Emerson Espinoza è un centrocampista che può essere impiegato sia da mediano davanti alla difesa, come avviene nel suo club di appartenenza, sia da mezzala, come è capitato più volte con le nazionali giovanili ecuadoriane.

Prestante fisicamente, dotato di una massiccia struttura muscolare, Espinoza abbina forza esplosiva ad una buona tecnica di base.

E’ un giocatore dinamico e ordinato, che si smarca continuamente per ricevere i passaggi dai compagni, per poi impostare in prima persona la manovra.

Bravo in entrambe le fasi, anche se eccelle in quella difensiva, sa essere insuperabile nei contrasti e nei tackle, ma anche abile nella gestione della palla sia negli spazi stretti che larghi. E’ infatti dotato di una potente progressione palla al piede, che non di rado, mette in mostra anche nei momenti più “delicati” del match.

Ha buone capacità balistiche (talvolta tira i rigori), è dotato di un piede destro educato ed anche il sinistro non è poi così male. Valido nel gioco aereo, grazie ai suoi 184 cm, Emerson, può sfruttare meglio la sua statura in occasione dei calci piazzati.

Ha una discreta visione di gioco, sa alternare passaggi corti orizzontali e verticali a precisi lanci smarcanti in profondità.

In possesso di uno stile di gioco intenso e i suoi ritmi sono spesso molto più veloci di quelli dei suoi colleghi.

Espinoza sembra essere un giocatore perfetto per i campionati europei, essendo anche predisposto al pressing verso i portatori di palla avversari.

Caratterialmente è un leader, ha una spiccata personalità, che mette in evidenza non solo nel suo stile di gioco, ma anche quando si relaziona con compagni di squadra più esperti.

Tatticamente può giocare da mediano davanti alla difesa (anche giocando da vertice basso di un 4-3-3), ma può ugualmente rendere bene pure da mezzala.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, visione di gioco, passaggi, intelligenza tattica, personalità, velocità, fisicità, gioco aereo.
Punti di debolezza: Può segnare di più visto le sue qualità tecniche e atletiche. Talvolta può velocizzare la giocata.
A chi assomiglia: Wilmar Barrios
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: www.futboldivision.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *