Ander Barrenetxea: talento spagnolo classe 2001

INFORMAZIONI: Ander Barrenetxea

Nome: Ander Barrenetxea Muguruza
Ruolo: Ala sinistra
Data di nascita: 27/12/2001
Altezza: 178 cm
Piede: Destro

Ander Barrenetxea

A 16 anni 11 mesi e 24 giorni, Ander Barrenetxea, attaccante esterno sinistro della Real Sociedad, è stato il primo classe 2001 a debuttare nella Liga (nella partita contro il Deportivo Alaves persa 1 a 0), diventando il 26esimo nella storia del campionato spagnolo per precocità e il secondo nella storia del suo club di appartenenza.

L’ala sinistra basca ha debuttato in età più giovane rispetto a giocatori storici come Xabi Alonso, Bakero, Beguiristain o Aranburu, che hanno iniziato a giocare anche loro in tenera età.

Ander Barrenetxea è nato il 27 dicembre del 2001 a San Sebastian (Donostia), ha iniziato a giocare a calcio nell’Ikastola Ekintza, ma si è formato principalmente nelle categorie giovanili della Real Sociedad dove è da sempre considerato uno dei migliori talenti della cantera, anche se la sua crescita ha avuto una notevole accelerazione negli ultimi mesi.

In questa stagione ha iniziato il secondo anno nella División de Honor di Jon Mikel Arrieta, ma poi, dopo una spettacolare la marcatura nel derby contro l’Athletic, è passato subito alla Real Sociedad C, dove è subito andato a segno, sotto gli ordini del tecnico Sergio Francisco, un altro ex giocatore della Real che ha debuttato anche lui giovanissimo in prima squadra.

Le diverse categorie dove è stato impiegato gli sono subito andate strette e così i dirigenti baschi, Roberto Olabe in primis, hanno deciso di fargli fare il doppio salto, passando dalla squadra C a quella maggiore, dove aveva già fatto una comparsata ad inizio stagione.

Infatti nel settembre del 2018, Asier Garitano lo aveva già chiamato ad allenarsi con la prima squadra a causa dei molti infortuni e delle tante convocazioni per le nazionali che avevano coinvolto i giocatori del reparto avanzato.

L’attaccante ha avuto l’opportunità di debuttare a Tarbes in un’amichevole contro i francesi del Tolosa e iniziare ad allenarsi regolarmente con la prima squadra.

Come già detto, Ander è considerato uno dei grandi valori di Zubieta, a tal punto che il club ha deciso di fargli firmare un contratto il 7 dicembre 2018 con scadenza al 30 giugno 2025, con clausola da 60 milioni di euro.

Barrenetxea ha ricevuto la passione per lo sport di alto livello fin dal piccolo, sua madre è Azu Muguruza, l’allenatrice della squadra di basket dell’IDK Gipuzkoa, partecipante alla Liga Dia spagnola. Azu non ama parlare di suo figlio in modo tale da fargli mantenere i piedi ben saldi a terra.

L’ex capitano della Real Sociedad Xabi Prieto, ha scritto nell’account Instagram di Barrenetxea: “Segi lanean ametsa osoe luze egiteko (lavora ancora per rendere il sogno molto lungo).”

Ander è nel giro della nazionale Under 18 spagnola (4 presenze), mentre in passato non ha mai vestito le maglie delle altre selezioni iberiche.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Ander Barrenetxea è un’ala sinistra di piede destro, veloce, abile nell’uno contro uno, dotato di buone capacità balistiche e di una notevole tecnica di base.

Con il suo dribbling può costantemente creare la superiorità numerica nel suo settore di competenza, favorendo così lo sviluppo della manovra della squadra. A livello giovanile, Ander è stato spesso immarcabile per i suoi avversari.

Fisicamente normolineo, ha baricentro basso e forza nelle gambe, qualità che gli consente di essere molto reattivo nel dribbling negli spazi stretti, oltre a proteggere bene la sfera quando è pressato fisicamente dai marcatori.

La sua tipica azione prevede la partenza da sinistra, con conseguente accentramento verso la porta per andare la tiro. Un movimento che talvolta lo porta un fungere anche da trequartista dietro la punta centrale.

Può ulteriormente irrobustire la sua struttura fisica ed inoltre può perfezionare la sua fase difensiva.

Tatticamente il suo ruolo è quello di esterno sinistro in un 4-2-3-1 e di ala in un 4-3-3.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, progressione palla al piede, velocità, dribbling, dinamismo, senso del gol, personalità, capacità balistiche.
Punti di debolezza: Può migliorare tatticamente e rafforzarsi fisicamente
A chi assomiglia: Dimitri Payet
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: www.mundodeportivo.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *